Restauro News Dicembre 2000

NORMATIVA 
(nuovi files su tine.it)

  • Schema di regolamento ex articolo 8, comma 11-sexies della legge 109 del 1994 concernente la individuazione dei requisiti di qualificazione dei soggetti esecutori dei lavori di restauro e manutenzione dei beni mobili e delle superfici decorate di beni architettonici  vai alla pagina del sito

  • Il Decreto 9.aprile 2000 n. 145 Recante il "Capitolato Generale D'appalto dei Lavori Pubblici" fai il download dalla pagina del sito (315KB)

FIERE

CONGRESSI

CORSI

Culturalheritage.net
 

Motore di ricerca specifico 
per i beni culturali

  • I siti sui temi della conservazione dei beni culturali, restauro e conservazione dell'architettura, tutela del paesaggio naturale e urbano, presenti nel motore di ricerca, hanno raggiunto il numero di 550 vai al sito

MUSEI

ANSA

ETRUSCHI


Torino - Salone dei beni artistici e culturali

Periodo: 29 novembre/ 3 dicembre

Luogo: Torino - Lingotto Fiere

Tecnologie e prodotti per il restauro, oggettistica collegata, imprese di costruzione e di restauro, enti ed istituzioni, editoria specializzata. Salone aperto al pubblico e agli operatori del settore

Contatti:
tel. 06 8078775; fax 06 8078884 / 8078878 e-mail: iniziative@mclink.it 

Torna sopra


Venezia 4° Salone dei beni e delle attività culturali

Periodo: 1/ 3 dicembre

Luogo: Venezia - Giardini della Biennale

Contatti:
tel. 041 714066; fax. 041 713151; e-mail: bbccexpo@veneziafiere.it 

Torna sopra


Washington Restoration and renovation 2001

Periodo: 15 gennaio / 17 gennaio 2001

Luogo: Washington, U.S.A.

Il convegno raccoglie più di 60 appuntamenti, tra conferenze, congressi e presentazioni di restauri e progetti di restauro, sia architettonico che ambientale.

Contatti:
Conference Manager - EGI Exhibitions, Inc. - 129 Park Street - 01864 - NORTH READING, MA - United States - 
e-mail: show@egiexhib.com 

Torna sopra


Rodi - History, technology and conservation of glass vitreous materials of the hellenic world

Periodo: 2 / 4 Aprile 2001

Luogo: Rodi, Grecia

Contatti:
G. Kordas - Demokritos-National Center Sci. Research tel./fax +30 (1) 654 7690; e-mail: gkordas@ims.demokritos.gr 

Torna sopra


Bologna - Structural studies, repairs and maintenance of historical buildings

Title: STREMAH 2001 international conference (7th)

Periodo:  5/28/01 To: 5/30/01

Luogo : Bologna

Description: It offers a channel for the state-of-the-art technology and the most up-to-date scientific discoveries, to be applied to the conservation of our architectural heritage.

Themes: The following topics will be discussed: The nature of the problem; Repairs and strengthening; Assessment of the problem.

Contatti: Sally Walsh, Conference Secretariat ZIP: SO40 7AA Department: Wessex Institute of Technology

City: ASHURST, SOUTHAMPTON Country: United Kingdom 

Tel.prefix: 44 Tel.: (0238) 029 3223 Fax: (0238) 029 2853

Registration Information: Fee

WWW:  http://www.wessex.ac.uk/conferences/2001/stremah01/

E-mail:  gcossutta@wessex.ac.uk

Torna sopra


Malaga Earthquake Resistant Engineering Structures (ERES) 2001: international conference (3rd)

 

Periodo : 4/6-9/01

    

Luogo: Malaga Spagna

Description: The objective of the meeting is to provide a forum for discussion of both basic and applied research in the various fields of engineering, relevant to earthquake resistant analysis and the design of structural systems.

 

Themes: Conference topics: Reinforced concrete structures; Bridges; Building structures: Ground motion and site effects: Seismic design criteria; Earthquake resistant design; Historical buildings and monuments; Soil structure interaction; Seismic isolation and control; Soil dynamics; Retrofit; Case studies; Steel structures; Underground and lifeline structures.

Organizers: Wessex Institute of Technology

Contact Information: Susan Hanley, Conference Secretariat ZIP:SO40 7AA

Department: ERES 2001 City: ASHURST, SOUTHAMPTON

Address  Wessex Institute of Technology Country: United Kingdom

Tel.prefix: 44  Tel.: (0238) 029 3223  Fax: (0238) 029 2853

Registration Information Reg.Fee

WWW: http://www.wessex.ac.uk/conferences/2001/eres01/

E-mail: shanley@wessex.ac.uk 

Torna sopra


Viareggio - Il restauro: Materiali metodi tecnologie. Il restauro del contemporaneo.

Periodo : 16.12.2000

Luogo : Viareggio. Centro Congressi Piemonte. Viale Marconi 130

 

Scarica programma in formato Acrobat (Depliant4.pdf - 20KB)

Torna sopra


Venezia Corso: Technology of Stone Conservation  

Periodo : Aprile/Giugno 2001

Luogo: Dipartimento di Storia dell'architettura - Venezia.

Lingua : Inglese

Partecipanti: 24 - architects, conservator-restorers, scientists and other professionals involved in stone conservation preferably with several years of practical experience in the field.  Preference will be given to candidates working in the public sector in the field of heritage preservation and training of experts.

Age: Generally between 25 and 45 years.  

Aims: The course has an interdisciplinary approach and is addressed to all professionals involved in the conservation of historic stone material. Through lectures, discussions, laboratory sessions, demonstrations and visits, participants will be informed about the state of the art of stone conservation and integrated site management. Active participation in a diagnostic worksite will create a platform for interdisciplinary cooperation among relevant fields. Extension of the participants' own expertise and contact with conservation professionals from other disciplines will help them to act more effectively in this field.  

Contatti : Training & Fellowship Office 13 Via di San Michele I-00153 Rome, Italy
Tel: (+39-06) 585 531, Fax: (+39-06) 5855 3349 e-mail 
training@iccrom.org  

Per inviare il curriculum fare il download application form in pdf format  application form in rtf format

Torna sopra


Paris - International Pilot Course on the Design and Implementation of Scientific Research Projects in Conservation of Cultural Heritage

Data: 8 June - 6 July 2001
Working language: English and French. Fluency in one of the languages and ability to understand and read the other is required.
Place: Paris, France
Application deadline: 15 November 2000

Participants: The course is designed for scientists with at least 3 years experience in conservation research and for conservators-restorers with at least 3 years practical experience. Art historians, archaeologists or curators actively involved in current conservation research project are also invited to apply. Participation is limited to 18, with 9 from the scientific fields (chemistry, physics, biology, etc.).
Selection will be based on scientific research proposals submitted by candidates in their application dossiers. The candidate’s proposal should be in the form of an abstract of 500 words including the objectives and a description of the project. It should be innovative, important for the field, and should require the collaborative contribution of the various disciplines involved in conservation.
Lecturers: International team of conservation scientists, art historians, and conservators-restorers

Organization: Ecole Nationale du Patrimoine-Institut de Formation des Restaurateurs d’Oeuvres d’Art (ENP-IFROA); International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property (ICCROM); 
French Associate Institutes: CRMF (Centre de Recherches et de Restauration des Musées de France); CRCDG (Centre de Recherches sur la Conservation des Documents Graphiques); LRMH (Laboratoire de Recherche des Monuments Historiques)

Objective: Participants will learn, debate and implement in cooperation the necessary skills to design and carry out conservation research projects.
The purpose of the course is to improve the quality and the relevance of research projects in conservation of cultural heritage. The course will be structured to strengthen the methodological approach in the various fields of conservation science. These include investigation of materials, study of deterioration processes, research on conservation material and processes, study of the influence of environment and use of collections.
Issues such as project formulation, sampling, artificial ageing, immediate and long-term evaluation of conservation material and processes, survey and monitoring, will be critically discussed and reviewed in dialogue with all disciplines involved.

Course: The course will include a balance of lectures, practical work, study visits and group works and discussions. Most of the sessions promote interactive learning rather than passive learning. Therefore, in order to ensure successful completion of the course, each module is entrusted to one tutor, who complements, strengthens and links the information and messages presented by the guest lecturers. Throughout the week, and under the supervision of the tutor, participants will critically analyze key steps in the development and implementation of scientific research projects in conservation (problem formulation, evaluation of condition, applicability of research results, immediate and long-term evaluation of conservation materials and processes, etc.). In conclusion to each module, the tutor will lead an evaluation seminar, revisiting the issues and topics of the week in view of the development of new research strategies. These sessions will be nurtured by the contribution of selected guest lecturers and will also include tutored practical works to set up and implement subject-related experiments and case-studies.

Each week will be the occasion to learn and debate:

1. One aspect of the values of cultural heritage

  • Week 1 - authenticity, in relation to investigation of materials,
  • Week 2 - material history of the object, in relation to study of deterioration processes,
  • Week 3 - conservation-restoration ethics and principles, in relation to research on conservation material and processes,
  • Week 4 - Objects in context, in relation to study of the influence of environment and use of objects and collections.

These sessions of lectures and discussions will be run by conservation scientists, art historians, archaeologists, architects, and conservator-restorer well known in the field. The relationship between those values and scientific research in conservation will be illustrated through the study of a variety of objects and collections, in collaboration with the professional team (conservator, curator, scientist) in charge of their conservation:

  • Week 1 - C2RMF- Musée du Louvre (authenticity and investigation of materials)
  • Week 2 - Un Musée d'Art Moderne (material history of the object and study of deterioration processes)
  • Week 3 - C2RMF- Département de Conservation-Restauration, Versailles (conservation-restoration ethics and principles and research on conservation material and processes),
  • Week 4 - LRMH- (objects in context, and study of the influence of environment and use of objects and collections).

2. One of the critical aspects in scientific research projects in conservation

  • Week 1 - the question of sampling - investigation of materials,
  • Week 2 - artificial ageing processes -study of deterioration processes,
  • Week 3 - testing of conservation materials and processes -research on conservation material and processes,
  • Week 4 - survey and monitoring -study of the influence of environment and use of objects and collections.

Course fee: US$ 800

Applications: Please use the general ICCROM application form, with in attachment the 500 words proposal for a scientific research project in conservation (see the former paragraph on participants).

Per inviare il curriculum fare il download application form in pdf format  application form in rtf format

ICCROM - Training & Fellowship Office Via di San Michele 13 I-00153 Roma RM, Italia
Tel: (++39.06) 585-531 - Fax: (++39.06) 5855-3349
E-mail: training@iccrom.org

Torna sopra


Firenze : Corso di perfezionamento - Applicazione dei sistemi di qualità nel recupero del patrimonio edilizio - 

Periodo :Gennaio/Marzo 2001

Luogo : Firenze

Programma:

Sistemi di Garanzia di Qualità nella programmazione e progettazione di un intervento edilizio : esempi di implementazione del Manuale di Qualità di imprese edili operanti nel settore del recupero edilizio.

Organizzazione e gestione dei Sistemi di Qualità nel processo di diagnostica del degrado e dei danni sul patrimonio edilizio

Visita tecnica ad un cantiere di restauro, previa illustrazione del progetto

Strumenti e metodi  finalizzati alla valutazione dello stato conservativo dei materiali lapidei naturali ed artificiali in architettura

Qualità e interrelazioni tra fasi diagnostiche ed interventi nel settore del restauro delle costruzioni e manufatti in muratura

Danni da umidità nei manufatti in muratura

Diagnostica dello stato di conservazione e di degrado di strutture e manufatti lignei con metodi visuali e/o strumentali

La  lezione sarà seguita da visite in cantieri di restauro con dimostrazioni strumentali in situ.

Controlli di qualità in strutture lignee

La  lezione sarà seguite da visite in cantieri di restauro con dimostrazioni strumentali in situ.

Danni strutturali e interventi di ripristino/rinforzo in edifici situati in zone sismiche

Materiali fibrorinforzati per il restauro e/o rinforzo delle strutture in muratura ed in cemento armato

Applicazioni pratiche in cantiere di restauro

Edifici storico-monumentali: Tecniche diagnostiche con strumentazione radar

Strumenti e metodi di conoscenza e datazione degli edifici 

Edifici storico-monumentali: Interpretazione e correlazione dei risultati diagnostici

La qualità come sicurezza dell’intervento

Analisi e gestione dei rischi sul patrimonio architettonico

Quantificazione dei costi per il recupero edilizio

Modelli di processo sostenibili per la gestione degli interventi sul patrimonio costruito

Tecniche avanzate di rilievo di stati fessurativi in pareti murarie in regime di Qualità

Il ruolo dell’analisi storica nel recupero del patrimonio edilizio

Sono programmate esercitazioni e dimostrazioni in situ ed in laboratorio di sistemi di rilevamento e tecniche di intervento.

 

Ai frequentanti verrà rilasciato attestato di frequenza.

INFO: Dip.to PMPE dell’Università degli studi di Firenze

Tel.: 055-2491.527/2491.523/2280.216 - R.M.: 03332510400 – 03476714074; fax: 055-2491523/2280216

Torna sopra


Servizio prenotazioni per l'ingresso ai musei

Come prenotare:
Collegandovi al sito siete pregati di compilare il form di prenotazione in ogni sua parte. La presenza di campi vuoti od equivoci comporterà il rigetto della richiesta. Una volta verificata la disponibilità dei posti in oggetto, il Servizio Prenotazioni invierà una risposta all'indirizzo e-mail da Voi indicato.

Il Sistema consente di:

  • emettere un biglietto definitivo e valido per l'ingresso;
  • gestire il flusso dei visitatori razionalizzando gli ingressi per fasce orarie, per tipologia di visitatori ecc.;
  • controllare in modo assoluto e completo sia la vendita che la prevendita in tempo reale e dai propri terminali;
  • gestire simultaneamente un numero illimitato di transazioni: dall’entrata gruppi all’ingresso singolo, dalla prenotazione al biglietto multiplo;
  • effettuare la vendita dei biglietti contemporaneamente per ingressi a configurazione mista;
  • gestire diversi livelli di prezzo (interi, ridotti, per scuole, speciali ecc.);
  • in caso di biglietti multipli o giornalieri, monitorare il percorso degli spettatori e il tempo di percorrenza attraverso la lettura del codice a barre stampato sul biglietto;
  • valorizzare i siti o gli eventi minori con conseguente aumento del turismo in zone decentrate;
  • organizzare ed effettuare la vendita e la distribuzione di materiale (dai cataloghi ai gadgets) collegato all’evento;
  • agevolare politiche commerciali o di marketing tendenti ad aumentare il flusso di presenze o a regolamentarlo;
  • facilitare la creazione di attività collaterali o di supporto all’evento principale (oltre al merchandising anche la consulenza, la comunicazione e la sicurezza);

Luoghi d'Arte con biglietteria on-line



TORINO
Museo Egizio

VENEZIA
Villa Pisani

FERRARA
Casa Romei

RAVENNA
Basilica di S. Apollinare in Classe
Mausoleo di Teodorico
Museo Archeologico Nazionale

AREZZO
Affreschi di Piero della Francesca

ROMA
Galleria Borghese
Galleria Corsini
Galleria Nazionale d'Arte Antica di Palazzo Barberini
Galleria Spada
Museo Etrusco di Villa Giulia
Cerveteri (Rm)  
Necropoli della Bandidaccia

Ostia (Rm) 
Scavi di Ostia Antica


VITERBO
Tarquinia (VT) 
Museo Archeologico

Tarquinia (VT) 
Necroopli dei Monterozzi


NAPOLI
Palazzo Reale


Torna sopra

PIANO STRAORDINARIO SICUREZZA,1177 INTERVENTI BENI CULTURALI

(ANSA) - ROMA, 24 NOV 00:12 - Il piano straordinario degli interventi che per il Ministero per i beni-attivita' culturali ha predisposto per la sicurezza del patrimonio, consentira' la realizzazione di 1177 interventi sui beni archeologici, architettonici, artistici e storici, archivistici e librai, per un totale di 159 miliardi finanziati dalla legge 237 del '99. Questi interventi,realizzati dalle sovrintendenze con il coordinamento delle Direzioni generali, si aggiungono - e' detto in un comunicato del Ministero - agli altri interventi, gia' previsti dal piano di utilizzo, e finanziati dalla legge 293 del 1999 per 176 miliardi. L'iniziativa e' stata illustrata da Gianpaolo D'Andrea, sottosegretario ai Beni-attivita' culturali, intervenendo a Milano, al convegno su 'Sicurezza nelle citta'. Dati, esperienze e impatto economico'. ''Si sta compiendo un grande sforzo - ha detto - per la sicurezza del patrimonio nazionale: passare dalla fase di gestione delle emergenze all'affermazione di una cultura della sicurezza che ha come elemento portante la prevenzione. Il Piano della per si affianca al potenziamento del Comando dei Carabinieri per la tutela del patrimonio artistico''. ''Finalmente questo Ministero dispone di una strategia definita, articolata ed operativa che consentira' - ha concluso - di elevare notevolmente lo standard di sicurezza del patrimonio culturale, statale e non, e di interagire positivamente, anche attraverso contributi e incentivi fiscali con le iniziative messe a punto dai privati per la sicurezza del patrimonio di loro proprieta'''. Una quota del piano e' riservata, oltre agli interventi necessari per la protezione di alcuni siti e istituzioni, alla realizzazione di un censimento delle rilevazioni delle esigenze in materia di sicurezza, ed alla dotazione di sensori collegati a centrali di sintesi dei dati ed a unita' del pronto intervento in caso di emergenza, il cui costo sara' di 51 miliardi e l'organizzazione a cura del Servizio tecnico per la Sicurezza del Patrimonio culturale. Il progetto e' realizzato anche nell'ambito del piano di riutilizzo di una quota di lavoratori socialmente utili attualmente impegnati presso il Ministero Beni-attivita' culturali.

Torna sopra


CODACONS SICILIA: NUMERO SOS PER DIFESA BENI CULTURALI

(ANSA) - CATANIA, 24 NOV - Il Codacons Sicilia lancia l' operazione ''Sos Sicilia Beni Culturali'' e raccogliera' segnalazioni dei cittadini sul loro degrado o cattiva conservazione. Le segnalazioni, fatte allo 091 - 6258845, saranno inviate all' assessorato regionale Beni Culturali e alle Soprintendenze dell' isola perche' siano avviate le procedure per la verifica dei danni. ''Il patrimonio culturale siciliano, unico nel suo genere deve non solo essere valorizzato ma salvaguardato con il costante impegno di tutti i cittadini che devono responsabilizzarsi per favorirne la conservazione e la fruizione''.


Torna sopra

Un viaggio alla scoperta degli Etruschi
(a cura del Ministero BB.CC)

Nella mappa a fianco sono raccolte le informazioni di base e le immagini dei 90 luoghi etruschi presenti in Italia. Sono insediamenti, necropoli, musei a volte importanti e grandi, a volte piccoli e non troppo noti. Tutti i luoghi recensiti sono fondamentali per ricostruire il contesto di una grande civiltà che non cessa di riservare sorprese.

Ciccare sulle regioni per visualizzare le informazioni

 


Torna sopra