Restauro News
|Restauro News n. 36
Normativa Congressi Corsi Web Varie
Restauro News - Editoriale

Normativa antisismica:
è ufficialmente prorogata l'entrata in vigore
Firmata l'ordinanza che dispone la proroga di sei mesi

E’ stata firmata l'ordinanza che dispone la proroga della entrata in vigore della normativa antisismica. Di conseguenza l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2003 n. 3274 relativa a "Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica" non entrerà più in vigore l'8 novembre 2004 bensì fra sei mesi.
Questo permetterà di apportare alcune modifiche al testo cosi come sollecitato da molti organi competenti ed esperti del settore.
L’ordinanza, che dispone la proroga dell'entrata in vigore della normativa antisismica di altri sei mesi, èstata pubblicata sulla G.U del 16.11.04 n. 269
In particolare la nuova normativa antisismica prevista dall'ordinanza 3274/2003 prevedeva che gli operatori del settore avrebbero potuto usufruire di 18 mesi (scaduto l'8 novembre scorso) per adeguarsi alla normativa fermo restando la possibilità comunque di applicarla laddove fossero stati pronti a farlo. Con questa ordinanza il termine di 18 mesi è stato prorogato di altri 6; in particolare l'art. 6 recita "Ferma restando la possibilita' di continuare ad applicare ed utilizzare le normative tecniche allegate all'ordinanza di protezione civile n. 3274 del 2003 e successive modificazioni, nei termini e per
le finalita' ivi previste, il periodo di diciotto mesi di cui all'art. 2, comma 2, della medesima ordinanza e' prolungato di sei mesi."
Avevamo anche annunciato delle modifiche sostanziali alla nuova normativa antisismica e avevamo allegato anche le modifiche all'allegato 2 e 3 della ordinanza 3274/2003 che sono state apportate da una apposita Commissione di studiosi e esperti che si sta occupando di questo.
Ulteriori modifiche sono in discussione e sicuramente saranno apportate ma, com'è noto, la loro ufficialità e obbligatorietà nascerà esclusivamente con la pubblicazione su Gazzetta Ufficiale dei provvedimenti che dispongono queste modifiche.


Testo delle News

Normativa

Continua dalla New n. 1

Testo unico sicurezza e salute sul lavoro

Consiglio dei Ministri approva in via preliminare il maxi decreto che estende le norme obbligatorie sulla sicurezza e la salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.
Questo provvedimento, che costituisce un vero e proprio testo unico, riforma e rivisita l'impianto normativo precedente in modo da estendere al maggior numero dei lavoratori le norme obbligatorie sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
L'elemento di novità del decreto sta nel fatto di rendere obbligatorie le misure di prevenzione in esso previste a tutti i datori di lavoro, sia che operino in settori pubblici, sia che operino in settori privati e indipendentemente dal tipo di contratto che i lavoratori hanno con il loro datore di lavoro. Quindi rientrano nella tutela anche i lavoratori assunti a tempo determinato come i collaboratori, gli stagisti e i tele lavoratori.
Restano esclusi invece dalla tutela i lavoratori domestici, i badanti, gli insegnanti privati e i lavoratori delle cave e dei marittimi.
Misure particolari sono state dettate a favore dei settori agricoli, forestali e zootecnici.
Inoltre il nuovo testo unico avrà il vantaggio rispetto alla disciplina precedente di essere applicabile anche alle piccole realtà produttive, laddove la precedente disciplina, a causa degli elevati costi di realizzazione, meglio si adattava alle grandi realtà industriali.
Tuttavia, nonostante questi buoni propositi, il provvedimento non è rimasto senza aspre critiche da parte soprattutto delle associazioni sindacali le quali hanno ritenuto che l'ampia riduzione di obblighi ai fini della prevenzione ha provocato una de-responsabilizzazione dei datori di lavoro e drastiche riduzioni della tutela dei lavoratori.
Scarica il testo approvato dal Consiglio dei Ministri (pdf 282 KB)


Continua dalla New n. 2

Regolamento CEE sulle nuove soglie d'applicazione in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti.
E' stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 29.10.2004 un nuovo Regolamento CEE che contiene le nuove soglie di applicazione in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti.
In particolare la CEE ha deciso di abbassare le soglie contenute in due direttive precedenti che vengono in questo modo modificate.
La soglia dei servizi di progettazione per es. passa da 249 mila a 236mila nei settori classici e nei settori speciali passa da 499mila a 473mila.
L'intenzione del legislatore comunitario è quello di allargare a quanti più appalti possibili l'obbligatorietà della applicazione della normativa comunitaria che appunto scatta a partire da determinate soglie.

REGOLAMENTO (CE) N. 1874/2004 DELLA COMMISSIONE del 28 ottobre 2004 che modifica le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio riguardo alle soglie di applicazione in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, vista la direttiva 2004/17/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, che coordina le procedure di appalto degli enti erogatori di acqua e di energia, degli enti che forniscono servizi di trasporto e servizi postali (1), in particolare l'articolo 69,
vista la direttiva 2004/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, relativa al coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi (2), in particolare l'articolo 78,
sentito il comitato consultivo per gli appalti pubblici, considerando quanto segue:

(1) Con decisione 94/800/CE del 22 dicembre 1994 relativa alla conclusione a nome della Comunità europea, per le materie di sua competenza, degli accordi e dei negoziati multilaterali dell'Uruguay Round (1986-1994) (3), il Consiglio ha approvato l'accordo sugli appalti pubblici ripreso all'allegato 4 di detta decisione, qui di seguito denominato «accordo». Secondo tale accordo, esso si applica agli appalti che raggiungono o superano gli importi, qui di seguito denominati «soglie», fissati nell'accordo ed espressi in diritti speciali di prelievo.

(2) Le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE del Parlamento europeo e del Consiglio perseguono, fra l'altro, l'obiettivo di permettere agli enti aggiudicatori e alle amministrazioni aggiudicatrici che le applicano di adempiere al tempo stesso gli obblighi dell'accordo. A questo scopo, le soglie da esse previste e alle quali si applica l'accordo devono essere verificate e, se del caso, rivedute verso l'alto o verso il basso dalla Commissione, in modo che corrispondano al controvalore in euro, arrotondato al migliaio inferiore, delle soglie di cui all'accordo. Gli importi delle soglie sopraindicate delle direttive non equivalgono ai controvalori delle soglie dell'accordo ricalcolate per il periodo 1o gennaio 2004-31 dicembre 2005 (4). Pertanto è necessario rivederli.

(3) Per ridurre il numero di soglie da rispettare, le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE hanno allineato le soglie che non derivano dall'accordo a quelle derivanti dall'accordo. Al fine di conservare invariato il numero di soglie, la Commissione deve effettuare un allineamento in caso di variazione di queste ultime.

(4) Tali modificazioni fanno salve le norme nazionali d'attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE che ne prevedono l'applicazione a partire da soglie inferiori alle soglie indicate in dette direttive.

(5) Le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE devono pertanto essere modificate di conseguenza,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1
La direttiva 2004/17/CE è modificata come segue:
1) L'articolo 16 è modificato come segue:
a) alla lettera a), l'importo «499 000 EUR» è sostituito da «473 000 EUR»;
b) alla lettera b), l'importo «6 242 000 EUR» è sostituito da «5 923 000 EUR».

2) L'articolo 61 è modificato come segue:
a) al paragrafo 1, l'importo «499 000 EUR» è sostituito da «473 000 EUR»;
b) al paragrafo 2, l'importo «499 000 EUR» è sostituito da «473 000 EUR».

Articolo 2
La direttiva 2004/18/CE è modificata come segue:
1) L'articolo 7 è modificato come segue:
a) alla lettera a), l'importo «162 000 EUR» è sostituito da «154 000 EUR»;
b) alla lettera b), l'importo «249 000 EUR» è sostituito da «236 000 EUR»;
c) alla lettera c), l'importo «6 242 000 EUR» è sostituito da «5 923 000 EUR».

IT 29.10.2004 Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 326/17

(1) GU L 134 del 30.4.2004, pag. 1.
(2) GU L 134 del 30.4.2004, pag. 114.
(3) GU L 336 del 23.12.1994, pag. 1.
(4) GU C 309 del 19.12.2003, pag. 14.

2) L'articolo 8, primo comma, è modificato come segue:
a) alla lettera a), l'importo «6 242 000 EUR» è sostituito da «5 923 000 EUR»;
b) alla lettera b), l'importo «249 000 EUR» è sostituito da «154 000 EUR».
3) All'articolo 56, l'importo «6 242 000 EUR» è sostituito da «5 923 000 EUR».
4) All'articolo 63, paragrafo 1, primo comma, l'importo «6 242 000 EUR» è sostituito da «5 923 000 EUR».

5) L'articolo 67, paragrafo 1, è modificato come segue:
a) alla lettera a), l'importo «162 000 EUR» è sostituito da «154 000 EUR»;
b) alla lettera b), l'importo «249 000 EUR» è sostituito da «236 000 EUR»;
c) alla lettera c), l'importo «249 000 EUR» è sostituito da «236 000 EUR».

Articolo 3
Il presente regolamento entra in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.
Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 28 ottobre 2004.
Per la Commissione
Frederik BOLKESTEIN
Membro della Commissione
IT L 326/18 Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 29.10.2004


Congressi - Seminari - Concorsi

Continua dalla New n. 3

Seminario di restauro Conoscere per restaurare venerdì 3 dicembre 2004 TRENTO Castello del Buonconsiglio

seminario di restauro organizzato dall'rfa-sezione.
per ulteriori informazioni: http://www.rfa-italia.it/
Invito: http://www.rfa-italia.it/invito_seminario.pdf

ISCRIZIONI E INFORMAZIONI
fax 0461242608
RFA sezione di Trento
trento@rfa-italia.it
Giorgia Gentilini archigen@tin.it

Continua dalla New n. 4

The symposium "Materials Science and Cultural Heritage" will be held as part of the European Materials Research Society (E-MRS) 2005 Spring Meeting, which will take place in Strasbourg, France, from May 31 to June 3, 2005.
This symposium will consist of four half days, and will also include a joint session on synchrotron studies on cultural heritage to be held in conjunction with another symposium entitled "Synchrotron Radiation and Materials Science".
More information can be found at
http://www-emrs.c-strasbourg.fr/2005_SPRING/2005_Q.pdf
Anyone interested in presenting a paper at this symposium must submit their abstract by January 12, 2005. Online submission will be available as of December 2004.

Continua dalla New n. 5

British Museum, London 9-20 May 2005 Conference on mounting and housing art on paper

Mounting and Housing Art on Paper for storage and display: History, science and present-day practice. Conference at the British Museum, London 19-20 May 2005.
Mounting and housing art on paper for storage and display: This two day international conference hosted by the British Museum will bring together a range of experience and expertise to focus on the mounting and storage of art on paper:

Day 1
Opening speech: The archaeology of the mount Antony Griffiths (The British Museum, London, UK)

    Why mounts matter--historical mounting

        The Royal mount: 250 years of mounting practice in the
        British Royal Collection
        Alan Donnithorne (The Royal Collection, Windsor, UK)

        The photographic mount: a brief historical outline
        Laura Downey Staneff (University Art Museum, University of
        New Mexico, USA)

    Historical mounting within its context

        The developing approach to the treatment of framed paper in
        historic houses of the National Trust
        Andrew Bush (The National Trust, UK)

        Mounting papyri at the British Museum
        Bridget Leach (The British Museum, London, UK)

        Artists' books--art on paper in the library
        Almuth Corbach and Katharina Mahler (Herzog August
        Bibliothek, Wolfenbuttel, Germany)

    Contemporary mounting and housing practice

        Conservation mounting at the V&A: an overview of techniques
        Clair Battisson, Chris Gingell and Simon Fleury (V&A,
        London, UK)

        2-D or not 2-D--that is the question?--the storage and
        display of rolled wallpapers
        Nicola Walker (The Whitworth Art Gallery, The University of
        Manchester, UK)

        Big paper, big problems: storage solutions for large format
        works on paper
        Michelle Facini (National Gallery of Art, Washington, DC)
        and Debra Evans (Fine Arts Museums of San Francisco,
        California, USA)

    Contemporary practice--case studies

        East meets West--solutions for housing papyri and thangkas
        Nicky Lewis (Conservation Centre, Liverpool, UK)

        Mounting fragile Tibetan and Asian material at the British
        Library: exhibition and storage
        Ian Swindale (British Library, London, UK)

        Mounting and housing solutions for four book of hours
        bi-folios
        Jordi Casasayas (University of Melbourne, Australia)

        Passive conservation--mounting and framing of works by the
        Cobra movement
        Jan Stokmans and Piet van Dalen (Art Conservation,
        Vlaardingen, Netherlands)

        The display of single-sheet material: two recent exhibitions
        at the Bodleian Library, Oxford
        Andrew Honey  (Bodleian Library, Oxford, UK)

Day 2

    Materials and microenvironments

        Mountboards, tapes and adhesives for conservation and
        framing--the quest for acceptable standards
        Barry Leveton (Levetons Conservation Studio, Norwich, UK)

        Print frame microclimates
        David Thickett (English Heritage, UK)

        The 'Charters of Freedom': case study of inert gas
        encasement
        Catherine Nicholson and Mary Lynn Ritzenthaler (National
        Archives and Records Administration Maryland, USA)

        Argon-filled containers for the display of paper
        Nancy Purinton (Harpers Ferry Centre, National Park Service,
        USA) and Joan Irving (Conservation Center for Art and
        Historic Artifacts, Philadelphia, USA)

        Anoxic framing investigations at Tate
        Katharine Lockett and Brian McKenzie (Tate Gallery, London,
        UK)

        "Suppressed storage" What is it?
        Ian Moor and Angela Moor (The Centre for Photographic
        Conservation, London, UK)

    Preservation concepts in traditional Japanese mounting


        Advantages and disadvantages of the hanging scroll format
        from a conservation viewpoint
        Yasuhiro Oka (Oka Bokkodo Co. Ltd, Kyoto, Japan)

        Don't throw away the box--wooden storage boxes and cabinets;
        a traditional Japanese craft
        Simon Fleury (V&A, London, UK)

    Mounting/housing as a strategy in preservation planning

        Wellcome moves: a strategy for rehousing and storing a
        prints, drawings and paintings collection
        Caroline Checkley-Scott and Julia Nurse (Wellcome Institute,
        London, UK)

        Developing a preservation programme for unframed and
        unglazed photographic and digital artworks
        Angels Arribas (National Galleries of Scotland, Edinburgh,
        UK)

        Mounting and housing in a modern collection: Moderna Museet
        Alison Norton and Ellen Cronholm (Moderna Museet, Stockholm,
        Sweden)

Comprehensive conference preprints will be produced and there will
also be a major poster display, an exhibition of historical
mounting, a reception and a trade fair.
Registration fee:
    Before 1st March 2005 UKP175.00 after 1st March 2005 UKP205.00
Details:
http://www.thebritishmuseum.ac.uk/whatson/events/conferences.html


Corsi

Continua dalla New n. 6

Course on laser cleaning Laser Cleaning in Conservation Liverpool
March 7-8, 2005 - May 23-24, 2005 - Sept 8-9, 2005 - Nov 21-22, 2005

Conservation Technologies (NML) offers two day courses in laser cleaning at the award winning Conservation Centre in Liverpool, UK.
Participants gain expertly guided hands on experience of practical laser cleaning on a range of test materials as well as an understanding of the underlying science.  Laser cleaning is a non-contact, safe, versatile, selective and controlled process, providing an ideal tool for a variety of conservation needs.
The course is aimed at practitioners and senior decision-makers seeking to understand more about this aspect of conservation.
Previous clients include representatives of globally renowned museums and galleries from the UK, Europe, Australia, North America and Asia,  and private conservators.
To register or find out more, please contact
Dr Martin Cooper: martin.cooper@liverpoolmuseums.org.uk

Continua dalla New n. 7

Training school on synchrotron analysis of ancient materials Saint-Aubin Dec 14-18.2004

The Synchrotron SOLEIL will organize the first COST G8 training school on the synchrotron analysis of ancient materials from the 14th to the 18th of December 2004 in Saint-Aubin (Paris region, France).
The school will aim at providing scientists working on the analysis of ancient artifacts with an in-depth presentation of the new possibilities offered by synchrotron radiation techniques. The program will include:

- lectures on the current challenges regarding the study of ancient metals, ancient pigments and organic materials and
- courses focussed on synchrotron techniques
- case studies, visits and tutorials to combine these two approaches.

For more information please consult
http://www.synchrotron-soleil.fr/anglais/industrie/patrimoine/newlights.html
Candidates are invited to apply through
http://www.synchrotron-soleil.fr/anglais/industrie/patrimoine/inscription.html

Subscription to the training school is free and candidates whose application has been approved will receive a grant from the EU COST office. Please note that the subscription deadline is November 15th, 2004.
Do not hesitate to forward this message to colleagues who could be interested. For the organizing committee,
Loic Bertrand, PhD Synchrotron SOLEIL Archaeology and cultural heritage officer
L'Orme des Merisiers Saint-Aubin - BP48 91192 Gif-sur-Yvette cedex France

Continua dalla New n.8

Rome, Italy June 6-24, 2005 Course on preventive conservation

Preventive conservation: Reducing risks to collections
Organization:
ICCROM (International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property)
CCI (Canadian Conservation Institute) in collaboration with the CNM (Canadian Museum of Nature) and the
ICN (Netherlands Institute for Cultural Heritage)
Preventive Conservation: Reducing Risks to Collections
http://www.cci-icc.gc.ca
http://www.iccrom.org

Rob Waller, Agnes Brokerhof, Catherine Antomarchi, and myself will be instructors, alongside others to be confirmed.
This course is a descendant of the first ICCROM-CCI preventive conservation course, offered in Ottawa in 2002. We studied extensively the results of that course, its strengths and weaknesses, through follow up interviews with participants and their supervisors, as well as instructors. We have listened, learned, and
built on its core strengths.
The purpose of the course is to discuss and practice the risk management approach to conservation of collections. Risk management can be understood not only as the management of rare catastrophes,
but also as the management of slow continual hazards, and everything between. It becomes an integrated view of all expected damages and losses to collections. The course will review the risk management
concept and its various current interpretations and applications in the field of cultural heritage. Participants will be introduced to a practical method to carry out a risk assessment survey for collections in museums and archives. The course will also examine recent research that is critical to better estimates of risk, and
thus to establishing priorities. Special focus will be given to dynamic and high-risk situations such as travelling exhibitions. In this context, environmental standards and transit guidelines will be critically discussed in the light of recent knowledge.
Course Methodology:
The course will provide a wide range of learning and teaching methods, such as workshops, case studies, seminars, and presentations. Opportunities will be provided for participants to
share in a variety of large and small group activities. Significant time will be allocated for participants to consult with the course staff, or to work in the ICCROM library on individual projects of their choosing, related to the course topic.
Objective:
By the end of the course, participants will be conversant with the risk management approach and able to apply it to their collections.
Participants: The course is designed for collection managers, curators, registrars, and conservators and for directors of small to medium size museums, galleries, and archives. The course will also interest educators and professionals who teach collection management and preventive conservation, in either an academic or a vocational environment. Candidates are invited to submit with their formal application a 500-word summary of their experience, and how they anticipate the course will relate to their current or future projects. A maximum of 18 participants will be selected.
The teaching team will be drawn from ICCROM, CCI, CMN, ICN, and associated professionals.
Working Language: English
Course Fee: Euros 900

The organizers can offer scholarship support in a limited number of circumstances. However, candidates are expected to seek financial aid from other sources, such as governments, employers, and foundations. ICCROM is prepared to offer advice on efforts to seek scholarship support. A minimum of Euros 1200 for living costs would be required for the three-week duration of the course in Rome.
Application: Please use the general ICCROM course application form which is available at the address below or at http://www.iccrom.org
Preventive Conservation--Collections Unit
ICCROM 13, via di San Michele I-00153 Rome Rm Italy
+39 6 585531 Fax: +39 6 58553349   preventiveconservation@iccrom.org


News
1) Testo unico sicurezza e salute sul lavoro. Consiglio dei Ministri approva in via preliminare .. Continua>>

2) Nuovo regolamento CEE sulle soglie d'applicazione in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti .. Continua>>

3) Seminario di restauro: Conoscere per restaurare, venerdì 3 dicembre 2004 TRENTO Castello del Buonconsigli.. Continua>>

4) Symposium "Materials Science and Cultural Heritage" Strasbourg, France, from May 31 to June 3, 2005. .. Continua>>

5) Conference on mounting and housing art on paper British Museum, London 9-20 May 2005 .. Continua>>

6) Course on laser cleaning Laser Cleaning in Conservation Liverpool .. Continua>>

7) Training school on synchrotron analysis of ancient materials Saint-Aubin Dec 14-18.2004 (Paris region, France). .. Continua>>

8) Rome, Italy June 6-24, 2005 Course on preventive conservation Reducing risks to collections .. Continua>>

9) Online courses on disaster planning .. Continua>>


© 2004 Sergio Tinč
Elenco delle New | Home Page | Iscrizione | Annulla l'iscrizione