Restauro News
|Restauro News n. 42
Normativa Congressi Corsi Web Varie
Restauro News - Editoriale

La certificazione energetica degli antichi edifici

Come meglio specificato in seguito, il Decreto 192/2005 rende obbligatoria la certificazione energetica anche per gli antichi edifici.
Le vie perseguibili per adeguare questi edifici alla vigente normativa sono costituite dalle seguenti operazioni :

  • installazione di caldaie a condensazione e di pannelli solari;
  • esecuzione di lavori d'isolamento termico;
  • sostituzione o modifica degli infissi esistenti,

Mentre la coesistenza tra le modifiche dovute all'istallazione di impianti tecnologici e le istanze della conservazione ha trovato recentemente un suo punto d'equilibrio, la stessa cosa non sembra possibile se rapportata alle soluzioni perseguibili per quanto concerne le tecniche d'isolamento termico delle pareti.
Escluso per ovvi motivi il cappotto termico, siamo consapevoli che, nei casi in cui sia possibile isolare dall'interno, questa soluzione non appare certamente quella tecnicamente più corretta ed efficiente.
Si teme quindi che per l'edilizia diffusa (ovvero per quella che risula essere la maggioranza degli edifici storici presenti sul territorio e da alcuni maldestramente definita "minore") la soluzione più adottata sarà quella della automatica e costante sostituzione degli infissi esterni.
Che fine faranno i manuali del recupero (Roma, Palermo, Città di Castello, ecc.) tanto cari a Paolo Marconi ?
Che fine faranno le tecniche tradizionali locali ?
Sarà possibile modificare gli infissi senza mutarne l'aspetto ?
Sarà possibile (al di là delle dispute teoriche sulle tipologie) produrrre infissi a taglio termico simili agli esistenti ?
Siamo di fronte ad un ulteriore ed irrefrenabile processo di globalizzazione dell'immaggine ?
Se notiamo quanto sin'ora è avvenuto in seguito alla acritica ed antistorica moda dei piani del colore temiamo proprio di si,

Testo delle News

Normativa

Continua dalla New n. 1

Decreto 192/2005. La certificazione energetica degli edifici è obbligatoria anche per gli antichi edifici.

Per l' ’obbligatorietà della certificazione energetica degli edifici, già operativa dalgiorno 8 ottobre 2006, il Governo promuove una soluzione-ponte al fine di evitare complicazioni burocratiche.
Uno schema di decreto legislativo, ( http://www.insic.it/allegati/notizia_bozza1.pdf ) approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri, riscrive le norme sull’efficienza energetica in edilizia correggendo il precedente decreto 192/2005, entrato in vigore l’8 ottobre 2005. http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/05192dl.htm
Lo schema conferma per il giorno 8 ottobre 2006 la data d ’entrata in vigore dell’attestato di efficienza energetica degli edifici, e prevede soluzioni temporanee elaborate al fine di consentire l’osservanza delle nuove regole. Si prevede la sostituzione temporanea della certificazione energetica con un “attestato di qualificazione” elaborato dal progettista o dal direttore dei lavori, (Non esiste un modello standard cui fare riferimento ma sarà sufficiente seguire le metodologie indicate nella Legge 10/1991) sintantoché non saranno state emanate e rese operative le "linee guida" (vedi l'art. 5 dello schema di decreto).
La parcella del professionista rischia una decurtazione sino al 70% in caso di false dichiarazioni.
La soluzione temporanea dell’attestato di qualificazione non rappresenta l’unica novità introdotta dallo schema di decreto. Il provvedimento estende l’obbligo della certificazione energetica anche ai vecchi edifici, attraverso un percorso graduale:

  • dal 1° luglio 2007 il certificato che attesta la capacità di risparmio energetico diventerà obbligatorio anche per gli edifici esistenti o in fase di costruzione alla data di entrata in vigore del dlgs 192/2005. Ma solo nel momento della compravendita;
  • dal 1° luglio 2007 diventa obbligatorio il “bollino verde” per gli edifici superiori ai 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell’intero immobile;
  • dal 1° luglio 2008 l’obbligo verrà esteso agli immobili di superficie inferiore ai 1000 metri quadrati, ma sempre nel caso di compravendita dell’intero immobile;
  • dal 1° luglio 2009 l’attestato di efficienza energetica sarà obbligatorio anche nelle compravendite di singoli appartamenti.

Il decreto introduce diverse nuove misure per incentivare il risparmio energetico.
Vengono anticipati al 1° gennaio 2008 i livelli di isolamento termico previsti per il 1° gennaio 2009.
L’introduzione di un nuovo modello di isolamento consentirà di ridurre entro 3 anni i fabbisogni termici dei nuovi edifici di una percentuale superiore al 40% rispetto ai valori obbligatori fino al 2005 e questo grazie ai nuovi livelli di isolamento previsti entro il 2010”.
Per i nuovi edifici scatterà l’obbligo del solare termico per il riscaldamento dell’acqua sanitaria per una frazione pari ad almeno il 50% del fabbisogno di acqua calda, e di un impianto fotovoltaico la cui potenza sarà definita in un apposito decreto ministeriale. L’eventuale violazione di tale disposizione comporterà l’obbligo di presentazione di una relazione tecnica che fornisca le necessarie motivazioni.
Per gli immobili di nuova costruzione e per ristrutturazioni di edifici di superficie superiore ai 1000 metri quadrati scatterà inoltre l’obbligo di sistemi schermanti esterni. Tale disposizione è finalizzata a ridurre i consumi di energia prodotta dai condizionatori per i quali negli ultimi anni la domanda estiva ha superato persino quella invernale.
Per agevolare il risparmio energetico, la nuova Finanziaria prevede incentivi fiscali per gli interventi finalizzati al risparmio energetico: detrazione Irpef del 55% sulle spese per la sostituzione degli infissi, l’installazione di caldaie a condensazione e pannelli solari, lavori di isolamento termico.
A partire dal 1 gennaio 2007, l’attestato di certificazione energetica degli edifici sarà necessario “per accedere agli incentivi ed alle agevolazioni di qualsiasi natura, fiscali o a carico di fondi pubblici” (art. 2 dello schema di decreto).

 

Continua dalla New n. 2

Detrazione Irpef 36% e Iva 10%
La Finanziaria proroga per il 2007 le agevolazioni sugli interventi di ristrutturazione del patrimonio edilizio. Il Disegno di Legge Finanziaria, approvato dal CdM nei giorni scorsi, prevede la proroga per l’anno 2007 della detrazione dall’Irpef del 36 % delle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, fino ad un massimo di 48.000 euro per unità immobiliare, e dell’aliquota Iva del 10% sui lavori di manutenzione ordinaria.
Queste agevolazioni sono attive anche nel periodo che va dal 1° ottobre al 31 dicembre 2006, per effetto del decreto Bersani (Legge 248/2006).
L’articolo 29 del ddl Finanziaria prevede che le agevolazioni si applicano agli interventi di cui all’art. 2 comma 5 della Legge 289/2002; il suddetto articolo richiama gli interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell'articolo 31 della legge 457/1978, che sono:

a) "interventi di manutenzione ordinaria", gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;

b) "interventi di manutenzione straordinaria", le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;

c) "interventi di restauro e di risanamento conservativo", gli interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio;

d) "interventi di ristrutturazione edilizia", gli interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, l'eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi elementi ed impianti. Nell'ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia sono ricompresi anche quelli consistenti nella demolizione e successiva fedele ricostruzione di un fabbricato identico, quanto a sagoma, volumi, area di sedime e caratteristiche dei materiali, a quello preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica.

Sono agevolabili gli interventi di cui alle lettere a), b), c) e d) sulle parti comuni di edificio residenziale e gli interventi di cui alle lettere b), c) e d) effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, possedute o detenute e sulle loro pertinenze.

È prorogata anche l’aliquota Iva ridotta al 10% sulle prestazioni aventi per oggetto interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui alle suddette lettere a), b), c) e d), realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.
Le agevolazioni sono concesse a condizione che il costo della manodopera sia evidenziato nella fattura.


Congressi - Seminari - Concorsi

Continua dalla New n. 3

Amsterdam.  "METAL 07" 12-21 September 2007

At the mid-point between general sessions of the ICOM-CC Triennial conferences, metals conservators and (conservation) scientists from around the world will meet in Amsterdam during the METAL 07 conference to share knowledge and discuss last development in metal conservation. The current programme foresees five days of plenary sessions grouped according to the following themes:

  1. Where archaeometry and conservation meet
  2. Use of electrochemical techniques
  3. Innovative investigation of metal artefacts
  4. Protection of metal artefacts
  5. Study and conservation of composite artefacts

A joint session with WOAM 07 around materials involving both metal and waterlogged organic materials elements is planned on the 16th of September 2007. The WOAM 07 will be held in Amsterdam between the 11 and 14th of September 2007.
Paola Letardi National contact persons - Italy
http://rsc.anu.edu.au/~hallam/METALConsn-info.html
http://www.metal07.org

Continua dalla New n. 4

International Conference Conservation Science 2007 will take place on 10-11 May 2007, at the Politecnico di Milano

DEADLINE  Oral 30 October 2006 Poster 30 November 2006
The Institute of Conservation Science, in collaboration with the Centre for Conservation and Promotion of Cultural Heritage of the Politecnico di Milano and the Department of Food Science, Technology and Microbiology (DiSTAM) of the University of Milan, is organising an international conference, building on the earlier ICS conference held at the National Museums of Scotland, Edinburgh, Conservation Science 2002.
Conservation science is an international discipline which involves a great deal of international
collaboration among scientists coming from all over the world. The venue has been chosen to reflect the links between the sciences and the humanities,and between architects and scientists.
The hosting institutions have carried out research into the conservation of the cultural heritage for many years, and they offer good conference facilities in the university quarter of Milan.
Themes
The Conference will open with a plenary session
• From science laboratory to conservation practice: the role of conservation scientists.
The discussion on what defines conservation science will be key to the program. The opening session will include 6 short, invited presentations. Papers are invited on the following topics:

  • Planning and monitoring conservation works
  • New trends for architectural heritage: projects and case studies
  • New, non-invasive techniques for analysis
  • Polymers in cultural heritage - deterioration andpreservation.

Call for papers & deadlines
Abstracts of 500 words maximum, in English, should be sent to joyce.townsend@tate.org.uk for selection by the scientific committee, by 30 October 2006. Poster abstracts should be submitted by the later date of 30 November though acceptance may be possible until 30 December, depending on the numbers received.
It is intended to publish fully refereed postprints (Archetype) within 12 months of the conference.
The Conference fee will be 200 euros for delegates
(170 euros before 31.12.2006) and 75 euros for students; this includes coffee breaks, lunches and a copy of the postprints (not for students).
The fee does not cover the social dinner on 10th May, which is an optional event with an additional charge of € 80.
Scientific Committee
CHAIR Graham Martin, V&A, Icon, Conservation Science section Joyce Townsend, Tate, Icon, Conservation Science section Jim Tate, National Museums of Scotland, Icon Conservation Science section. Lucia Toniolo, Politecnico of Milan. Maurizio Boriani, Politecnico of Milan
Pietro Pedeferri, Politecnico of Milan. Francesca Cappitelli, University of Milan. Claudia Sorlini, University of Milan. Pasquale Tucci, University of Milan, Brera Astronomical Museum. Maria Perla Colombini, University of Pisa. Marco Martini, University of Milan Bicocca, Centre for Dating
Bruno Brunetti, University of Perugia, EUArtech Coordinator. Yvonne Shashoua, The National Museum of Denmark.
info: CS2007@chem.polimi.it
paper and poster abstracts: joyce.townsend@tate.org.uk
registrations: ccowin@icon-org.uk
Website http://www.icon.org.uk/

Continua dalla New n. 5

Wessex Institute of Technology, UK. STREMAH 2007. Prague, Czech Republic 4 - 6 July, 2007 Tenth International Conference on Studies, Repairs and Maintenance of Heritage Architecture, incorporating the Maritime Heritage Seminar.

STREMAH 2007 is the tenth International Conference on Studies, Repairs and Maintenance of Heritage Architecture. The meeting, which has taken place on a regular basis over the last twenty years, has become an event attracting specialists from all over the world. It offers a channel for the state-of-the-art technology and the most up-to-date scientific discoveries to be applied to the conservation of our architectural heritage.
The importance of the architectural heritage for the historical identity of a region, town or nation is now widely recognised throughout the world. In order to take care of our heritage we need to look beyond borders and continents to benefit from the experience gained from others and to gain a better understanding of its cultural background.
This series of conferences marks an important contribution as each meeting gathers the most recent advances in research and up-to-date studies of heritage buildings and makes them accessible to wide circles of interested people. STREMAH is now well established as the most important conference of its type.
The meeting incorporates the International Seminar on Maritime Heritage following the success of two previous meetings in Malta (2003) and Barcelona (2005). This part of the conference focuses on the state of the art and most up to date discoveries that can be applied to the preservation of our maritime heritage.
The conference will aim to bring together scholars and professionals to discuss a variety of topics related to architectural and maritime heritage. In addition to the regular topics covered during STREMAH conferences, the meeting will discuss the future of historic harbours, dockyards another similar maritime structures in today’s world, as well as the function of historic vessels and their heritage value. This leads to problems such as the role of development schemes and relationship between tourism and maritime heritage and the need to protect the latter by suitable legislation and support initiatives.
http://www.wessex.ac.uk/conferences/2007/stremah07/index.html


Corsi

Continua dalla New n. 6

Aggiornamento professionale - Censimento dei corsi e delle scuole di restauro

Nel Forum "Restauro & Conservazione", già presentato in altro numero delle news, sono attive delle sezioni dedicate interamente all'aggiormamento professionale.

L'accesso al forum, per la sola lettura dei messaggi, è aperto a tutti.
Coloro che intendono partecipare alle discussioni tematiche e vogliono inserire messaggi devono necessariamente iscriversi.
Una volta completata la procedura di accesso occore attendere una e mail di conferma (generata dal forum) in cui è inserito un link con cui dovete confermare la vostra richiesta (il tutto per evitare che altri utilizzino il vostro indirizzo e mail per false iscrizioni).
Dopo che avete confermato la vostra richiesta d'iscrizione, un amministratore provvederà ad approvare il vostro ingresso.
Prima di inviare messaggi è obbligatorio inserire nel proprio "Centro utente" una firma completa di nome e cognome.
Le istruzioni per l'uso del forum sono visibili, oltre che nell'apposita sezione Istruzioni, alla pagina: http://www.tine.it/blahdocs/helpdoc/index.html

Continua dalla New n. 7

Online course: Preservation Environments (Formerly Museum Environmental Control Systems) November 14 through December 8, 2006
Instructor: Ernest A. Conrad Price: $395
http://www.museumclasses.org
Preservation Environments is essential for anyone considering a new building or expanding or retrofitting an old one. Participants learn about methods for controlling temperature and humidity and the advantages and disadvantages of each. Preservation Environments does not try to turn museum professionals into engineers, but it does equip them with the vocabulary and basic knowledge necessary to represent the interests of the collection with facilities engineers and maintenance professionals.  Learn when and how to monitor, how to read psychrometric charts, how to determine the environmental control capacities of your building, and where the future might lead museums.
Course Outline

    1.  Introduction
    2.  Climate Control Basics
    3.  Monitoring and Psychrometrics
    4.  Water, The Enemy
    5.  Preservation Tomorrow
    6.  Conclusion

Logistics: Participants in Preservation Environments work at their own pace through six sections and interact through online chats. Instructor Ernest Conrad is available at scheduled times during the course for email support. Preservation Environments includes online literature, slide lectures and student-teacher/group-teacher dialog.
The course is limited to 20 participants.

Preservation Environments runs four weeks. Sign up at http://www.museumclasses.org and pay for the course at :http://www.collectioncare.org/tas/tas.html. If you have trouble completing an on-line order, please contact Helen Alten at helen@collectioncare.org or Eric Swanson at eric@collectioncare.org

Continua dalla New n. 8

Online course on exhibitions November 6, 2006 - December 1, 2006
Exhibit Fundamentals: Ideas to Installation Instructor: Lin Nelson-Mayson November 6, 2006 - December 1, 2006
Cost: $395
http://www.museumclasses.org
Description: Nearly every museum develops exhibits, but how can we improve communication with visitors while taking care of our objects? Exhibit Fundamentals explores exhibits from idea to final installation in a variety of settings. Topics include exhibit theory, the role of the museum's mission, creating a timeline, accessibility and script writing. Also covered are design elements,
installation techniques, object safety and security, visitor safety and evaluations. Each student develops an exhibit plan for his or her museum.

Course Outline

    1.  Introduction: Exhibition Theory and the Museums Mission
    2.  Intellectual and Physical Accessibility and Exhibition  Evaluations
    3.  Creating a Timeline and Writing Texts
    4.  The Role of Design Elements and Basic Installation Techniques
    5.  Object and Visitor Safety
    6.  Conclusion

Logistics: Participants in Exhibit Fundamentals work at their own pace through six sections and interact through online chats.
Instructor Lin Nelson-Mayson is available at scheduled times during the course for email support. Exhibit Fundamentals includes online literature, slide lectures and student-teacher/group-teacher dialog.
The course is limited to 20 participants.

Required texts are:

    Lord, Barry and Gail Dexter.
    The Manual of Museum Exhibits. Walnut Creek, CA: AltaMira Press
    (A Division of Rowman and Littlefield Publishers, Inc), 2002.

    Serrell, Beverly.
    Exhibit Labels: An Interpretive Approach. Walnut Creek, CA:
    AltaMira Press, 1996.

(Both are good resources; if you don't have them in your library, they can be ordered on line from Alta Mira at http://www.altamirapress.com/
Exhibit Fundamentals runs four weeks. Sign up at http://www.museumclasses.org and pay for the course at http://www.collectioncare.org/tas/tas.html.
If you have
trouble completing an on-line order, please contact Helen Alten at
helen@collectioncare.org or Eric Swanson at eric@collectioncare.org


Varie

Continua dalla New n. 8

Primavera 2007 Progetto di Viaggio a Mosca e San Pietroburgo sul Restauro e la Conservazione dei beni artistici e architettonici.
L'associazione Italia Russia all'interno delle proprie molteplici attività comprende anche l'organizzazione di viaggi (individuali o di gruppo) per specialisti, con itinerari culturali e scientifici esclusivi, garantendo un elevato livello culturale grazie alla sua consolidata esperienza e alla partecipazione di consulenti ed esperti italiani e russi.
Per la primavera 2007 Italia Russia Lombardia ha in programma un viaggio a Mosca e a San Pietroburgo che avrà per tema "Il Restauro e la Conservazione dei beni artistici ed architettonici" rivolto agli specialisti e agli studiosi del settore.
L'Associazione è in grado di preannunciare il programma scientifico del viaggio mentre la parte organizzativa degli aspetti logistici e tecnici sarà precisata in seguito.
Il viaggio prevede un programma speciale di visite alle più importanti Istituzioni, Accademie e Scuole russe di restauro e incontri con i maggiori esponenti di questo settore:

A Mosca sono in programma le seguenti visite:
-Laboratori dell'Istituto Statale di ricerca scientifica per il restauro del Ministero della Cultura
-Laboratori dell'Istituto Panrusso "Grabar" per la ricerca del restauro conservativo,
-Scuola Superiore di restauro conservativo "Surikov" e gli incontri con Inna Mokrecova PhD. e con l'accademico prof. Savva Jamshikov

A San Pietroburgo sono in programma le visite:
-Soprintendenza Statale del Restauro dei Beni Culturali e incontro col direttore Vera Dementeva
-Istituto di Progettazione dei Lavori di Restauro e incontro col direttore arch. Victor Fomin
-Accademia delle Belle Arti che comprende la Facoltà di Restauro degli interni (quadri, stucchi, bassorilievi, sculture)
-Scuola di Restauro del Museo Ermitage (quadri, arazzi di proprietà del Museo)
-Accademia del design Muchina (specialisti nel restauro di tessuti, orologi, libri, ecc.).
Università dell'Edilizia - Facoltà di Architettura e Dipartimento di Progettazione dei lavori di Restauro e della Ricostruzione di Palazzi Storici.

Tra i Palazzi storici dei dintorni di Pietroburgo sarà possibile visitare
-A Tsarskoe Selo (ex Palazzo Pushkin) dopo il restauro della Sala d'Ambra è in corso il restauro della Sala di Agata
-A A Oranienbaum (ex Palazzo Lomonosov) il Grande Palazzo Men'shikov di cui stanno portano alla luce le facciate, i pavimenti, gli stucchi, e il sistema di ventilazione originali dell'architetto Rinaldi che lo costrì tra il 1765 e il 1775
-Nella stessa località il Padiglione della Montagna Russa e il Padiglione Cinese sempre di Rinaldi

Chi fosse interessato a ricevere informazioni dettagliate può rivolgersi alla Segreteria dell'Associazione Italia Russia Lombardia tel. 02 8056122
http://www.italiarussia.it info:.associazione@italiarussia.it  


News
1) Decreto 192/2005. La certificazione energetica degli edifici è obbligatoria anche per gli antichi edifici.. Continua>>

2) Detrazione Irpef 36% e Iva 10% La Finanziaria proroga per tutto il 2007 le agevolazioni sugli interventi di ristrutturazione del patrimonio edilizio . . Continua>>

3) Amsterdam.  "METAL 07" 12-21 September 2007 .. Continua>>

4) International Conference Conservation Science 2007 will take place on 10-11 May 2007, at the Politecnico di Milano .. Continua>>

5) Wessex Institute of Technology, UK. STREMAH 2007. Prague, Czech Republic 4 - 6 July, 2007 Tenth International Conference on Studies, Repairs and Maintenance of Heritage Architecture, incorporating the Maritime Heritage Seminar. .. Continua>>

6) Aggiornamento professionale: Censimento dei corsi e delle scuole di restauro .. Continua>>

7)Online course: Preservation Environments (Formerly Museum Environmental Control Systems) November 14 through December 8, 2006 ... Continua>>

8)Online course on exhibitions November 6, 2006 - December 1, 2006 ... Continua>>

9) Primavera 2007- Progetto di Viaggio a Mosca e San Pietroburgo sul Restauro e la Conservazione dei beni artistici e architettonici .. Continua>>


© 2005 Sergio Tinč
Elenco delle New | Home Page | Iscrizione | Annulla l'iscrizione