Restauro News
|Restauro News Speciale Normativa
Normativa Congressi Corsi Web Varie
Restauro News - Editoriale

Numero speciale - Aggiornamento Normativa

Mettiamo a disposizione i testi dei recenti Decreti Legislativi relativi a:

Testo delle News

Normativa

Continua dalla New n. 1

Modifiche al Codice dei Beni culturali
Nel Suppl. Ord. n. 102 alla G.U. n. 97 del 27.4.2006 è stato pubblicato il D. Leg.vo 24.3.2006, n. 156, recante «Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali».
Il provvedimento è stato predisposto in attuazione dell’art. 10, comma 4, della L. 137/2002, che delegava il Governo ad apportare modifiche al Codice dei beni culturali entro due anni dalla sua entrata in vigore, e quindi entro l'1.5.2006.
In particolare il provvedimento modifica il procedimento per la verifica dell’interesse culturale dei beni pubblici o appartenenti a persone giuridiche private senza scopo di lucro realizzati da oltre cinquanta anni, e quindi sottoposti dal Codice a misure di tutela in via cautelare fino all’emanazione del provvedimento di vincolo.
Viene dunque soppressa la norma che in caso di mancata pronuncia da parte dell’amministrazione competente nel termine di legge prevedeva il formarsi del silenzio-assenso, e quindi la non sussistenza dell’interesse pubblico del bene.
Il provvedimento introduce inoltre una procedura per il controllo preventivo della compatibilità d’uso del bene vincolato con il suo carattere storico-artistico, attraverso l’obbligo di comunicazione dei mutamenti della destinazione d’uso alla competente Soprintendenza.

Continua dalla New n. 2

Nuovo Codice dei contratti pubblici.
E' stato pubblicato sul Suppl. Ord. n. 107 alla G.U. 2.5.2006, n. 100, il D. Leg.vo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE».
Il provvedimento, che entrerà in vigore decorsi 60 giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, e quindi il giorno 1.7.2006, riunisce in maniera organica le regolamentazioni relative agli appalti sopra e sotto la soglia comunitaria, coordinando ed abrogando ben 29 tra leggi, regolamenti e decreti ed oltre 100 articoli sparsi in circa 30 diverse norme.
Accanto al recepimento delle norme comunitarie (si legge nel comunicato stampa di Palazzo Chigi) si è provveduto ad innovare in settori in cui maggiormente la disciplina nazionale si discostava dagli indirizzi europei, prevedendo perciò, tra l'altro, oltre ai nuovi istituti di derivazione comunitaria dell'avvalimento degli accordi quadro, del dialogo competitivo e delle aste elettroniche, la scelta non più predeterminata per legge tra criterio di aggiudicazione del prezzo più basso e criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa.
E' stato stabilito un più preciso accoglimento delle direttive comunitarie in tema di tutela giurisdizionale e pre-contenziosa.
Il codice prevede, infine, che i requisiti per la qualificazione delle imprese siano acquisiti esclusivamente tramite l'Autorità di vigilanza sui lavori pubblici, contribuendo così a qualificare realmente le imprese stesse ed eliminando ogni fenomeno distorsivo.
E' stata fatta salva la vigente disciplina antimafia e di sicurezza dei cantieri.


News
1) Modifiche al Codice dei Beni culturali Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali .. Continua>>

2) Nuovo Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE .. Continua>>


© 2005 Sergio Tinč
Elenco delle New | Home Page | Iscrizione | Annulla l'iscrizione