Benvenuto, Ospite. Luglio 17, 2019, 4:24pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Diagnostica per il restauro  ›  Microscopia Raman ed Ftir Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Microscopia Raman ed Ftir  (attualmente 6,185 viste) Print
3 Pagine 1 2 3 » Tutti Raccommanda Thread
Rossella Croce
Gennaio 18, 2005, 10:57pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Mi piacerebbe sapere se qualche frequentatore del forum utilizza o ha utilizzato la Microscopia Raman ( da sola o associata ) per indagini diagnostiche su beni culturali.
L'argomento mi appasiona molta e mi piacerebbe approfondirlo, visto che la tecnica non è ancora molto diffusa.


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito
Jole Marcuccio
Gennaio 20, 2005, 1:32pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
no, io non ho mai usato la Microscopia Raman, ma ne hanno parlato difusamente al corso sulla "conservazione delle superfici ..."che si tiene a Milano al politecnico, dovrei avere anche del materiale su questa tecnica, provo a cercarlo. Comunque puoi chiedere al "Gino Bozza" sempre al politecnico, oppure alla D.ssa Mannucci che segue il corso.
ciao


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 1 - 40
Rossella Croce
Gennaio 21, 2005, 12:21pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Ti ringrazio tantissimo per la gentile risposta. Non sapevo chi se ne occupasse direttamente  al politecnico e dattagli in più possono essere sempre utili. In realtà io sto cercando un confronto diretto con qualcuno che utilizza la tecnica per scambiare opinioni su metodi, affidabilità, esecuzione, limiti...ma non è facile perchè i ''colleghi'' che la usano sono spesso molto gelosi, essendo una tecnica nuova e complessa. Il corso che citi è per restauratori (teorico) o strumentale? (per chimici)


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 40
Jole Marcuccio
Gennaio 21, 2005, 1:07pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
Il corso del politecnico è un corso di formazione permanente, dura sei mesi ed è rivolto essenzialmente agli architetti che si occupano di conservazione e restauro. L'argomento è proprio la conservazione delle superfici in architettura, non si affrontano le problematiche del costruito. Si parla molto invece di diagnostica perchè è tenuto dai docenti di chimica  e ingegneria chimica ( vedi prof. Zerbi), dal centro CNR "Gino Bozza" che si occupa proprio di diagnostica . é comunque molto teorico, ma non specifico per restauratori e a volte anche scontato, se posso fare qualche critica. Il centro Gino Bozza usa la Microscopia Raman e sono per mia esperienza disponibili.


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 3 - 40
giuseppe de benedetto
Febbraio 21, 2005, 12:16pm Report to Moderator
Chimico
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Lecce
Sono Giuseppe De Benedetto, chimico, Università di Lecce. in laboratorio ho uno spettrometro Raman. è una tecnica semplice ed affidabile per l'individuazione di pigmenti, qualunque sia il supporto. il fatto che sia lo strumento più utilizzato del laboratorio, assieme al GCMS, credo sia indicativo delle potenzialità.

giuseppe de benedetto


Giuseppe De Benedetto
Registrato Offline
Replica: 4 - 40
Rossella Croce
Febbraio 21, 2005, 4:56pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Cosa puoi dirmi del Raman associato all'FTIR? Hai provato altre applicazioni oltre che per i pigmenti ?


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 5 - 40
giuseppe de benedetto
Febbraio 22, 2005, 10:33am Report to Moderator
Chimico
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Lecce
nulla perche' al momento non ho le tecniche accoppiate in un solo strumento oppure un gran bene pensando alle potenzialità, dove il raman va meno bene ecco il soccorso dell'IR. Ormai tutti i venditori più famosi di raman dispersivi hanno in listino raman e ftir su unico microscopio, ma, in base alla mia esperienza di utilizzatore di micro raman e micro ftir su banchi ottici separati, è bene averli entrambi non importa se implementati sullo stesso microscopio. per quanto riguarda i campioni, ho analizzato sia composti organici che inorganici di differente tipo, ad esempio prodotti di degrado di argenti e bronzi mentre i composti organici degradati sono quelli che danno meno soddisfazioni.
giuseppe de benedetto


Giuseppe De Benedetto
Registrato Offline
Replica: 6 - 40
Rossella Croce
Febbraio 26, 2005, 10:55am Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Questa estate faro un trainee in cui avrò la possibilità di approfondire  anche la tecnica Raman e Raman accoppiata, (N.B. non intendevo nello stesso strumento!) per cui mi sto documentando, sarebbe interessante, per me, tenersi in contatto, ti può interessare? Conosci qualche testo valido?


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 7 - 40
giuseppe de benedetto
Febbraio 28, 2005, 5:23pm Report to Moderator
Chimico
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Lecce
assolutamente si.
venendo ai riferimenti: vi sono libri in cui l'effetto Raman è spiegato da un punto di vista teorico come Introduction To Infrared And Raman Spectroscopy, Norman B. Colthup, Lawrence H. Daly, Stephen E. Wiberley oppure Infrared and Raman spectra of inorganic and coordination compounds in due volumi di Kazuo Nakamoto.
Secondo me articoli come "Raman microscopy in archaeological science" smith e clark J. Arch. Sci 31 (2004) 1137-1160 sono una ottima introduzione. sul sito della kosi, http://www.kosi.com/raman/resources/index.html si può trovare un breve tutorial, o anche la pagina http://www.gre.ac.uk/~wr02/conference/. alla pagina http://www.chem.ucl.ac.uk/resources/raman/index.html puoi trovare un elenco di spettri acquisiti su standard, utile per l'identificazione di pigmenti incogniti.
saluti
giuseppe de benedetto


Giuseppe De Benedetto
Registrato Offline
Replica: 8 - 40
Rossella Croce
Marzo 15, 2005, 8:56pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Un'informazione per i "cultori del raman"  Ho conosciuto or ora ad una conferenza il prof. Baraldi, dell'università di Modena, lui si occupa da anni di Raman  ed FTIR. Nel caso dei pigmenti, ha studiato  in particolare la cartterizzazione in situ dei pigmenti pompeiani. Credo sia rintracciabile sul sito dell'università di Modena.  


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 9 - 40
danilo
Marzo 23, 2005, 12:54pm Report to Moderator
fisico "ramanista"
Nuovo utente
Posts: 1
Location: Parma
Ciao a tutti, mi chiamo Danilo Bersani e sono un "ramanista" dell'Università di Parma.
Sono capitato per caso su questo forum, speditovi da Google mentre cercavo l'indririzzo di RamanArt2005.
Io lavoro, tra le altre cose, su beni culturali, percio' mi metto anch'io a disposizione per eventuali chiarimenti.
Segnalo ad Antonio il nostro sito (http://www.fis.unipr.it/raman/index2.htm) in cui ci sono un po' di spettri standard di minerali (e quindi anche di pigmenti):  per i pigmenti organici ho altri standard non ancora pubblicati. Comunque esiste una discreta bibliografia che copre molti dei pigmenti, soprattutto antichi (puoi cercare i lavori di Robin Clarck e Lucia Burgio, oppure di Peter Vandenabeele).
Mi pare che Rossella Croce, su un altra discussione, chieda se qualcuno fosse disponibile a recuperare materiale del congresso di Parigi: io spero di andare.

Saluti

Danilo  
Registrato Offline
Sito Replica: 10 - 40
antonio_appio
Aprile 6, 2005, 10:29am Report to Moderator
tecnico per la diagnostica del restauro
Utente medio
Posts: 23
Location: matera
ripopongo il mio help me!!!
sto cercando standar di pigmenti ottenuti mediante FT IR
ovvero in un campo compreso tra 4000 e 400 cm-1
in Raman ne ho trovati gia tanti,
chiunque puo' aiutarmi con un link oppure consigliandomi un testo in cui possa trovare spettri di minerali o pigmenti,
purtroppo in rete ho trovato solo siti a pagamento ed anche a prezzi elevati,
siete a conoscenza di una open source o di un sito che vende handbook a prezzi ragionevoli ?
grazie 100000
ciao a tutti antonio


Antonio Appio
Registrato Offline
Replica: 11 - 40
Rossella Croce
Aprile 7, 2005, 6:02pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
mi spiace antonio, non ho altre info ( a parte materiali riservati che non posso condividere) al momento. Se vuoi spendere un pò di soldini, prova ad ordinare ssu Amazon i volumi in inglese Artist's Pigments ( se non sbaglio sono 4 volumi) sono un pò costosi, ma ci sono tra le altre cose molti spettri di pigmenti


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 12 - 40
Rossella Croce
Giugno 11, 2005, 11:29am Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Per gli interessati , posso dire che su Studies in  Conservation si trovano, negli ultimi dieci anni ,diversi interessanti articoli sulla tecnica raman applicata a materiali diversi


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 13 - 40
Francesca.Cardinali
Giugno 15, 2005, 8:08pm Report to Moderator
Utente ospite
Ciao a tutti....sono una studentessa di un corso di laurea in tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali. A breve ho un esame di chimica dell'ambiente e dei beni culturale e vi chiedo se qualcuno ha del materiale da mandarmi riguardo le tecniche di indagine XRF,XRD,Microscopia ottica e elettronica, di Imaging e spettroscopia RAMAN e IR in riflettanza... vi ringrazio tanto...mi fareste un gran favore...
Registrato
E-mail Replica: 14 - 40
3 Pagine 1 2 3 » Tutti Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Diagnostica per il restauro  ›  Microscopia Raman ed Ftir

Valutazione del tema

Qui risulta 1 voto per questo argomento.
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE