Benvenuto, Ospite. Maggio 19, 2019, 1:43pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  Diventare restauratori Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Diventare restauratori  (attualmente 29,469 viste) Print
13 Pagine « 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 » Tutti Raccommanda Thread
fel
Marzo 27, 2008, 1:33pm Report to Moderator
collaboratore restauratore
Utente anziano
Posts: 79
Hai ragione in tutto!
Mi sono iscritta all'università non per diventare una restauratrice ma per avere il famoso "pezzo di carta" che mi permetterà di cambiare lavoro!!
Non penso che se si è restauratori sulla carta lo si è a tutti gli effetti. Io lavoro come "collaboratore" da 4 anni e le situazioni in cantiere sto imparando a gestirle; una persona con la mia preparazione dopo un tot di esperienza sul campo dovrebbe passare di diritto alla categoria di restauratore senza mezzi termini!
Non sono daccordo sul fatto che il restauratore deve essere un chimico, un fisico, un biologo: deve avere cognizioni relative a questo, ma il restauratore deve fare il restauratore!!


Valentina Coppetta
Registrato Offline
Replica: 135 - 188
jonny
Marzo 27, 2008, 9:19pm Report to Moderator
restauratore
Utente anziano
Posts: 81
Location: palermo
occhio alle lauree classe 41 e 12s da quello che ne so io nel 2010 verranno abolite informati bene ,anche se per il momento sono l'unico modo di proseguire . ma tu di dove sei? ciao buona fortuna .


giuseppe di ganci
Registrato Offline
Replica: 136 - 188
fel
Marzo 29, 2008, 7:05pm Report to Moderator
collaboratore restauratore
Utente anziano
Posts: 79
Laurea triennale classe 13-scienze dei beni culturali-,
studio a roma...purtroppo!!Ma ti ripeto prenderò la laurea per mettermi dentro un ufficio e dimenticare i cantieri al freddo e al gelo o sotto il sol leone!!
Comunque se hai qualche altra dritta per me l'accetto volentieri...


Valentina Coppetta
Registrato Offline
Replica: 137 - 188
jonny
Marzo 29, 2008, 9:04pm Report to Moderator
restauratore
Utente anziano
Posts: 81
Location: palermo
ammazza non mi dire cosi di roma ......... fra 2 anni ci verro' ad abitare e lavorare poi la conosco bene ed e' meravigliosa a roma ho restaurato il cassettonato ligneo della basilica di san pancrazio a monteverde accanto villa panfili. navata laterale destra e le tre absidi in ogni caso non demordere . intanto vai avanti cosi .ciaoooo


giuseppe di ganci
Registrato Offline
Replica: 138 - 188
fel
Marzo 30, 2008, 11:47am Report to Moderator
collaboratore restauratore
Utente anziano
Posts: 79
Te ne accorgerai!!No, non voglio spaventarti dai...solo che io non ci lavoro più semplicemente perchè è difficile lavorarci se non con ditte "discutibili" a livello di etica professionale!Per questo lavoro nella provincia di latina.
Comunque grazie ancora e in bocca al lupo per tutto!


Valentina Coppetta
Registrato Offline
Replica: 139 - 188
jonny
Marzo 30, 2008, 12:58pm Report to Moderator
restauratore
Utente anziano
Posts: 81
Location: palermo
lo sai dove mi trovo in questo momento ? al circeo .giusto per la coincidenza te lo dico . non e' vicino latina?  cavolo ce una giornata bellissima a parte il vento. ciao in bocca a lupo anche a te . e un bacio alla vita


giuseppe di ganci
Registrato Offline
Replica: 140 - 188
marti
Marzo 31, 2008, 11:22pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 1
salve sono una studentessa iscritta all'orientale di napoli e sto per conseguire la triennale in beni archeologici, vorrei pero' diventare una restauratrice e volevo capire quale percorse seguire dopo questa laurea.
ero interessata ad un corso biennale di un istituto di formazione Politeia,un corso sul restauro di affreschi. qualcuno lo conosce???puo' aiutarmi???
Registrato Offline
Replica: 141 - 188
Adamantio
Aprile 1, 2008, 9:11am Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
Gentile "marti", benvenuta!
In qualità  di moderatore di quest'area ti invito a regolarizzare la tua firma per poter continuare a scrivere serenamente (per informazioni vedi: http://www.forum-restauro.org/forum/b-firma/m-1104087421/).

Ricordo che in questo Forum è obbligatorio specificare la propria situazione professionale e il proprio nome e cognome pena l'esclusione dal forum e la cancellazione di messaggi e account.


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 142 - 188
Vale-n-Tina
Aprile 9, 2008, 7:10pm Report to Moderator
collaboratrice restauratore
Utente recente
Posts: 15
Location: roma
ciao a tutti!
sono valentina, diplomata collaboratrice restauratore e studentessa al primo anno di scienze applicate ai beni culturali...posso avere qualche delucidazione?
davvero tra qualche anno cancelleranno le classi di laurea dedicate a scienze applicate ai beni culturali?
ma ne metteranno di sostitutive?
e poi perché hanno creato tanti corsi di versi ma sotto la stessa classe di laurea se poi gli insegnamenti sono completamente opposti?
io ho scelto il corso a la sapienza perché mi sembrava fosse ben strutturato per le diagnosi nel restauro anche se poi l'unica pratica che si fa dipende dal tipo di tesi che si sceglie!so che al momento non ci sono strade che ci conducano ad essere restauratori, allora tento di aprirmi più strade e rendermi più completa...o almeno lo spero!
ma comunque concordo completamente col fatto che la maggior parte di questi corsi di laurea siano degli specchietti per allodole...perché hanno nomi e fanno promesse che poi nn mantengono!
grazie mille

valentina paribelli


Valentina Paribelli
Registrato Offline
Replica: 143 - 188
primadellalba
Maggio 7, 2008, 3:39pm Report to Moderator
studente
Nuovo utente
Posts: 2
Location: roma
e per chi come me ha un corso di qualifica professionale come restauratore di 1800 ore più un corso di specializzazione di 450 ore; un diploma all'accademia di belle Arti (4 anni); e una laurea specialistica in storia dell'arte (conservazione e valorizzazione del museo e del territorio) quasi conseguita e dulcis in fundo mesi e mesi di lavoro comme assistente RIGOROSAMENTE IN NERO c'è la forca??? sono sempre più scoraggiata...


Aurora Cassibba
Registrato Offline
Replica: 144 - 188
matilde
Maggio 10, 2008, 1:50am Report to Moderator
aspirante restauratrice
Utente recente
Posts: 16
Location: viterbo
Io mi sto per laureare in conservazione dei beni culturali laurea vecchio ordinamento e da 3 anni svolgo attività di formazione-collaborazione (non regolarizzata) presso una ditta di restauro. Con questi requisiti è pensabile poter svolgere un giorno la professione di restauratrice?


Aura Colelli
Registrato Offline
Replica: 145 - 188
Gabriella_Silvestre
Maggio 16, 2008, 8:17am Report to Moderator
Restauratrice di dipinti
Nuovo utente
Posts: 2
Location: Roma
Salve a tutti.
Sono nuova del forum e spero con questo intervento di esservi di aiuto in questo mare di confusione legato a questo argomento.
Per prima cosa vorrei riportare l'elenco dei decreti legislativi che riguardano la formazione dei restauratori e collaboratori restauratori, di modo che chi ne ha voglia e, soprattutto, pazienza possa risalire all'iter legislativo fino ad oggi:
Decr. Ministeriale n° 294, 3 agosto 2000
Decr. Ministeriale n° 420, 24 ottobre 2001
Decr. Legislativo n°42, 22 gennaio 2004 ossia il Codice dei Beni Culturali o Codice Urbani
sue modifiche (relative a i Beni Culturali):
Decr. Legislativo n° 156, 24 marzo 2006
Decr. Legislativo n° 62, 26 marzo 2008.
Quest'ultimo, in particolare, ha apportato nuove modifiche al codice, a questo link lo potete trovare (in nota c'è il testo incluso di modifiche e con la funzione ricerca si può andare direttamente a cercare 'restauratore')

http://www.beniculturali.it/Pdf/DECRETO_LEGISLATIVO_26Marzo2008_62.pdf

Questa è la teoria... E il cambio dei governi non aiuta.
In pratica può capitare di tutto: si può lavorare presso ditte di restauro con qualsiasi titolo, anzi, direi che non fa alcuna differenza se sei laureato o meno, e si può lavorare in proprio. Per avviare un'attività basta aprire la partite iva, iscriversi alla Camera di Commercio e dell'Artigianato e via... Io mi sono laureata un anno fa ad Urbino e con tanto di Laurea Specialistica, anni di studio e sacrifici, esperienza lavorativa maturata nel corso degli anni, precedente corso di restauro di durata di tre anni, mi ritrovo sempre un po' allo stesso punto.
Un ultima considerazione generale riguarda il fatto che nel restauro e nel settore dei beni culturali, in genere, è completamente assente una intenzionalità di progettazione unitaria e, soprattutto, la lungimiranza delle iniziative. A questo si è aggiunta la grave responsabilità delle Università, le quali hanno creato corsi che con la stessa denominazione ma piani di studio completamente differenti, ma, soprattutto, corsi i cui laureati con relativa professionalità non sono richiesti da nessuno. Scusate la retorica e la banalità, mail momento non è dei più rosei...
In bocca al lupo a tutti e resistete, resistete, resistete...

Gabriella


Gabriella Silvestre[color=black][/color][/face][face=Times]
Registrato Offline
Replica: 146 - 188
fel
Maggio 18, 2008, 1:45pm Report to Moderator
collaboratore restauratore
Utente anziano
Posts: 79
Ciao a tutti,
Ho saputo che molto presto sarà attivo un corso di laurea quinquennale a Roma che formerà CONSERVATORI-RESTAURATORI (quindi un titolo equivalente all'ICR).
Notizie ufficiose..
Qualcuno ne sà di più?


Valentina Coppetta
Registrato Offline
Replica: 147 - 188
valia88
Maggio 31, 2008, 7:20am Report to Moderator
studentessa
Nuovo utente
Posts: 5
Location: venezia
Citato da Varieh
Avrei anchio una domanda da porre come studentessa liceale. Vorrei anchio diventare una restauratrice ma non avendo frequentato l'istituto di belle arti o il liceo artistico dubito di poter entrare all'istituto nazionale di restauro o all'opificio e così sono più propenza ad una laurea in tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali. Vorrei saper le principali differenze tra questi "corsi" e quale tipo di percorso consigliate essere il migliore. Spero che mi facciate sapere presto. Grazie


ciao, mi chiamo valentina e sono al primo anno dell'istituto di conservazione e restauro dei  beni culturali di Botticino (BS), certo non sarà prestigioso come l'opificio o l'ICR, ma comunque è un nome tra i resturatori. E' un corso che dura 3 anni e ci sono 2 o 3 settori a seconda dell'anno in cui entri: dipinti (affreschi e tele) legno (statue policrome e tavole) e manufatti tessili (arazzi tappeti e tessuti) quest'ultimo parte ad anni alterni.
per entrare c'è un esame d'ammissione pratico e teorico...e ti ho detto tutto questo perchè prima di fare questa scuola io non venivo esattamente dall'artistico, anzi! e al mio anno ho più di un compagno di corso che viene dal liceo, quindi l'unica cosa che serve è un po' di impegno ma ce la dovresti fare senza problemi anke in una scuola che fa moltissima pratica. spero di esserti stata d'aiuto i bocca al lupo per la tua scelta



Valentina Lombardo
Registrato Offline
Replica: 148 - 188
Lara Gini
Giugno 27, 2008, 10:14pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 1
Ciao,
vorrei provare il concorso per l'OPD appena viene riattivato.
Se c'è QUALCHE EX-ALLIEVO ICR O OPD mi potrebbe dire qualcosa a proposito di:
- ci sono reali possibilità di lavoro dopo la scuola? è difficile inserirsi nel mondo del lavoro?
- secondo voi con la riforma la qualità dell'OPD e dell'ICR diventerà più bassa? oppure il contrario?
Grazie mille  Ciao tutti
Registrato Offline
Replica: 149 - 188
13 Pagine « 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 » Tutti Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  Diventare restauratori

Valutazione del tema

Qui risulta 3 voto per questo argomento.
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE