Benvenuto, Ospite. Agosto 26, 2019, 12:07am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  Deumidificazione con elettrosmosi passiva Moderatori: Edgardo Pinto Guerra
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Deumidificazione con elettrosmosi passiva  (attualmente 18,194 viste) Print
2 Pagine « 1 2 Tutti Raccommanda Thread
ing.minozzi
Aprile 23, 2007, 5:44pm Report to Moderator
Ingegnere libero professionista
Utente recente
Posts: 11
Non vorrei sembrare irriverente con chi pratica qs sistama, ma la risposta cha hanno dato èla dimostrazione del perchèil sistema non funziona, e quando l'umidità  tarda a ripresentarsi èmerito solo dell'intonaco deumdificante col quale viene abbinato.

Le barre sono "isolate chimicamente e elettricamente" e quindi la nuvola di elettroni sciolti NON viaggia dove vuole. Sebbene qualsiasi sistema chiuso sia di per sèneutro nel complesso.


Minozzi.  
Registrato Offline
Replica: 15 - 22
Edgardo Pinto Guerra
Aprile 24, 2007, 6:29pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Abbandono , e chiuderei la discussione.  Non possiamo sapere di più. Ma devo confessare che ho visto almeno un caso di muro in mattoni facciavsita dove sembra aver funzionato. Probalmente l'isolamento elettrico si riferisce al fatto che non ci sono fili o corrente.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 16 - 22
Edgardo Pinto Guerra
Dicembre 15, 2007, 10:30pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Salve e benvenuto - In questo tema stiamo parlando esclusivamente di elettrosmosi passiva o a "compensazione di carica" da non confondere con la e/o attiva che comporta il passaggio di corrente.
Quest'ultima funziona certamente, ed ègiustificata teoricamente nella scienza. Il risultato dipenderà  naturalmente anche  secondo gli operatori singoli.
Posso farti avere tantissime testimonianze.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 17 - 22
Edgardo Pinto Guerra
Dicembre 16, 2007, 11:27am Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Nessun muro sarà  mai 100% asciutto per il fatto che l'umidità  contenuta nel muro èsempre in equilibrio con quella dell'aria, che varia con UR dell'aria.
Perseguire lo 0% èutopico.
Detto ciò, più che corretto che la e/o attiva funziona anche con le argille ecc.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 18 - 22
Edgardo Pinto Guerra
Dicembre 17, 2007, 4:15pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Bene, prendiamo atto - per le percentuali considerate fisiologiche. Giusto il 3-7% in peso.
Per il resto, in realtà  molte cifre e molti calcoli sono convenzionali e vanno prese con scienza, coscienza e buon senso - ad esempio, èvero che se si confrontano le conducibilità  termiche di acqua e aria si ha un rapporto di 29 volte, ma da lଠa dedurre che si ha una determinata %tuale di perdita di calore attraverso il muro, ne passa d'acqua (sotto i ponti) - si sta dando per scontato che l'acqua nel muro sia sotto forma liquida, il che non è. All'interno dei pori/capillari si ha vapore d'acqua la cui conducibilità  termica non ècerto uguale all'acqua liquida!
Lasciamo fare agli specialisti, e alla sperimentazione, che sarà  valida solo per quel caso.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 19 - 22
ing.minozzi
Dicembre 21, 2007, 10:17am Report to Moderator
Ingegnere libero professionista
Utente recente
Posts: 11
Mi permetto di aggiungere che la funzione dell'elettrosmosi ( o elettroosmosi ) applicata alle murature èla deumdificazione di queste e sebbene questo comporti una notevole diminuzione della trasmittanza termica del muro non èpensabile di "puntare" a risolvere il "problema termico" di un edificio con la deumidificazione delle sue murature.

La mia esperienza nell'utilizzo di impianti elettroosmotici èormai consolidata e posso dire che ho ottenuto quasi sempre la deumidificazione voluta sebbene sia rarissimo in lavori privati avere la possibilità  di misurare scientificamente il valore residuo dell'umidità  interna alla muratura.
I casi in cui questo risultato non èstato pienamente ottenuto sono quelli in cui all'elevata presenza di sali era abbinata all'impossibilità  di un corretto trattamento antisale . Non se questo sia dovuto a un limite del motodo elettroosmotico o alla capacità  dei sali di trattenere l'acqua.


Minozzi.  
Registrato Offline
Replica: 20 - 22
matins
Febbraio 25, 2010, 2:18pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 1
Buongiorno a tutti, ho letto i vostri post molto interessanti sulla tecnologia a compensazione di carica di cui mi sto interessando per risanare un edificio con problemi di umidità di risalita nei muri. Da quello che leggo  su questo forum e dalle informazioni reperite su alcuni siti sembrerebbe che le barre metalliche inserite nella muratura, per evitare di essere aggredite dai sali, siano ricoperte di neoprene che essendo un materiale isolante non si capisce come faccia a condurre cariche elettriche ma il sistema sembra funzioni! tant’è che lo garantiscono 10 anni  con molti lavori già eseguiti. Quello che vorrei sapere è dove recuperare qualche barra di queste per fare una prova su un tratto di muratura per poi tenerla sotto controllo con un igrometro.
Un altro dubbio ma se il problema è l’aggressione dei sali sulle barre metalliche non sarebbe sufficiente usare acciaio inox come si utilizza normalmente per le barche? forse il neoprene svolge anche altre funzioni che disconosco.
Registrato Offline
Replica: 21 - 22
Renato Nobili
Maggio 16, 2010, 4:45pm Report to Moderator
Restauro conservativo
Utente Attivo
Posts: 35
Location: Roma-Ardea(RM)
Aggiungo solo una piccola isola di Humor:

L'aerodinamica e la fisica hanno sancito che l'ape con il suo goffo corpo e le sue piccole ali non può volare; le api però non conoscono la fisica e l'aerodinamica per cui se ne fregano e volano lo stesso.


Solo per dire che non tutto quello che qualcuno non riesce a giustificare è impossibile.


Dott. Ing. Renato Nobili cell 3355256992 email info@sonreb.com http://www.sonreb.com
Registrato Offline
Replica: 22 - 22
2 Pagine « 1 2 Tutti Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  Deumidificazione con elettrosmosi passiva

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE