Benvenuto, Ospite. Settembre 18, 2020, 5:15pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  Busto in gesso Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Busto in gesso  (attualmente 10,353 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Letizia
Giugno 18, 2005, 10:11am Report to Moderator
restauro dipinti su tela, tavola, affreschi
Utente medio
Posts: 29
Location: Cesena
Ho in laboratorio un busto in gesso che era stato patinato ad imitazione del bronzo probabilmente con colore ad olio. Purtroppo nel tempo è stato più volte ridipinto  (a tempera) e il colore originale viene via insieme alle ridipinture con qualsiasi mezzo abbia provato ad intervenire (dopo un fissaggio preliminare). La committenza vuole ripristinare il colore e applicare una cera per lucidare. Qualcuno ha mai affrontato qualcosa di simile?


Maria  Letizia Antoniacci
Registrato Offline
Jole Marcuccio
Giugno 21, 2005, 9:55am Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
ciao Letizia come va la pulitura?

la pulitura di stucchi e gessi è spesso difficoltosa, perchè sono opere considerate minori, quindi gli interventi di manutenzione sono sempre stati condotti con mano pesante, senza troppi riguardi. Dici che il colore ad olio viene via con la ridipintura a tempera, forse ha poca aderenza?


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 1 - 6
Letizia
Giugno 21, 2005, 3:38pm Report to Moderator
restauro dipinti su tela, tavola, affreschi
Utente medio
Posts: 29
Location: Cesena
E' praticamente inconsistente, come una velatura e quando si rimuove la tempera si stacca tutto insieme. Sto pensando di procedere ad un vero e proprio ripristino, dato che  le lacune sono sulla maggior parte della superficie e dove c'è il colore c'è la ridipintura.


Maria  Letizia Antoniacci
Registrato Offline
Replica: 2 - 6
gian1
Settembre 27, 2005, 4:36pm Report to Moderator
architetto e Conservatore
Utente Attivo
Posts: 44
sono intervenuto su sculture in gesso e bassorilievi in stucco (statue del Canova e stucchi del 500 a venezia) con una pulitura molto delicata mediante sistema fisico laser. il problema che si è presentato:
1- nel primo caso (statua in gesso) la pulitura è stata eseguita con laser a braccio articolato in doppia sorgente e coassiale, il controllo è stato precedentemente eseguito attraverso il test di efficacia (che ha permesso di ascludere alcuni laser non idonei alla pulitura) e successivamente il test di efficienza che ha permesso di valutare il livello di pulitura e i tempi d'intervento.
2- nel secondo caso (stucchi) data la presenza di tre strati di colore diversi (grigio, rosso e nero) e di composizione estremamente più consistente e tenace rispetto allo stucco sottostante, ho dovuto utilizzare esclusivamente un laser (dopo il test di efficacia) con modo a "delaminazione " controllata. cioè non sono arrivato alla completa fotoablazione per singolo spot. i risultati sono stati ottimi.


Giancarlo Calcagno
Registrato Offline
Replica: 3 - 6
Jolie
Ottobre 31, 2005, 11:49pm Report to Moderator
Commessa d giorno, restauratrice d sera e festivi
Nuovo utente
Posts: 4
Location: Mantova
Ciao a tutti dalla qui presente nuova utente!

Per quel che concerne le opere in gesso, proprio in questi giorni mi hanno portato una piccola statua (niente di che artisticamente; dovrebbe avere non più di un secolo) in gesso, la cui superficie risulta compromessa ad opera, a mio parere, di umidità o analoghi problemi. Alcune parti risultano superficialmente omogenee, ma le poche zone pigmentate risultano "sbavate" e tali sbavature sono state assorbite dal gesso. Altre parti mancano dello strato omogeneo soprastante e la superficie risulta estremamente porosa. Il tutto compromette la leggibilità dell'opera.
E' un materiale che non conosco e non so come sia meglio agire. Devo tener conto della committenza - privata - che mi richiede ovviamente di poter riavere un'opera gradevole all'occhio...
Qualche consiglio sui metodi di pulitura e sui criteri di scelta per la resa della leggibilità?

...tenendo presente che non ho grandi mezzi di lavoro, per ora...

Grazie a tutti

Jolie


Giorgia Ravenoldi
Registrato Offline
Replica: 4 - 6
Jole Marcuccio
Novembre 2, 2005, 12:16pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
forse il tuo problema è simile a quello di Letizia,

se ci sono tracce di microrganismi ossia funghi (muffe) devi necessariamente rimuoverle, anche a secco. poi le zone pigmentate sono molte? che tipo di legante è presente? devi consolidare perchè ha perso compattezza, o la porosità è data solo dal tipo di impasto?


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 5 - 6
Jolie
Novembre 2, 2005, 2:46pm Report to Moderator
Commessa d giorno, restauratrice d sera e festivi
Nuovo utente
Posts: 4
Location: Mantova
Le zone pigmentate sono fortunatamente poche (occhi e sopracciglia della Vergine, rosario e bordi di veste e manto: sono questi ultimi, verdi, che hanno creato aloni verdi (orribili) in zone evidenti quali il collo e parte del viso). Ho pensato potesse trattarsi di ritocchi a tempera, eseguiti successivamente (e grossolanamente, fuorchè gli occhi, molto precisi)
E' come se la statua si stesse "scrostando". Sotto lo strato di gesso omogeneo, vi è uno strato di gesso poroso (il 40% circa della superficie è a questo livello). Non conosco i metodi di lavorazione delle opere in gesso, per cui non so spiegarmi se questa doppia stratificazione sia normale e se rientri nella logica d'esecuzione. Fra l'altro si tratta palesemente della Vergine di Lourdes, pertanto è assai verosimile che, benchè relativamente datata, sia un'opera di fattura industriale. Non so se questo comporti ulteriori differenziazioni.

L'anziano committente sottolinea soprattutto (come spesso accade con questi oggetti) il forte valore affettivo della statuina, ma nonostante il suo relativo valore ho intenzione di agire con i criteri più sensati, perchè tutto fa esperienza. A maggior ragione, per quel che concerne un materiale di cui esperienza non ho.

Sono davvero tanti i quesiti che mi sto ponendo...
Quale metodo di pulitura è meglio eseguire su una superficie come il gesso (a secco? o... altro? )
Ha senso mantenere le ridipinture eseguite successivamente?
Va eventualmente consolidato lo strato superficiale e mantenuto così com'è, accanto allo strato sottostante poroso?
Oppure dovrei ricreare lo strato superficiale mancante (ma proprio mi sembrerebbe illogico... benchè il committente possa esserne più felice...)?
Come restituire eventualmente leggibilità (o, meglio, gradevolezza visiva) ad un'opera che presenta ormai questa duplicità di superficie?

Mi rendo conto che ha poco senso presentarvi queste problematiche senza toccare con mano l'oggetto (d'altronde di forum si tratta...), tuttavia penso che chi ne ha avuto già esperienza (cosa penso probabile) possa capire comunque sia la tipologia di degrado (e la conseguente metodologia di recupero) sia la difficoltà nel conciliare, anche in questo caso, la dicotomia restauro-committenza, che spesso vanno a cozzare...

Vi ringrazio di cuore e spero con ciò di contribuire anche alle dovute riflessioni in materia...  


Giorgia Ravenoldi
Registrato Offline
Replica: 6 - 6
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  Busto in gesso

Valutazione del tema

Qui risulta 1 voto per questo argomento.
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE