Benvenuto, Ospite. Luglio 21, 2019, 11:33am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Temi in generale  ›  Dipinti su masonite Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Dipinti su masonite  (attualmente 6,021 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Sere
Agosto 25, 2005, 6:56pm Report to Moderator
Restauratrice di arte contemporanea
Utente anziano
Posts: 52
Location: Tra Como e Milano
Ho a disposizione due piccoli dipinti di masonite di scarso valore artistico che ho intenzione di utilizzare come "cavie"...

...entrambi presentano una vernice scura e sicuramente sono da pulire...

...in particolare uno è danneggiato ai lati (sono saltati pezzi della preparazione in gesso) in quanto molto probabilmente faceva parte di un dipinto più grande poi frazionato. Per ora ho fissato i pezzi sollevati con Acril33 diluito 1:4 in acqua con buon risultato. Inoltre questo dipinto presenta dei piccoli particolari eseguiti visibilmente a grafite sulla pittura a olio... potrebbero andare via con una pulitura?

Vorrei avere indicazioni generali su come effettuare un restauro conservativo di dipinti su masonite e, nei casi specifici, come procedere... so che ho dato poche indicazioni chiare, ma più di questo credo di non saper dire vista la mia ancora scarsa esperienza nel campo...

...altra cosa: dovendo integrare le lacune del secondo dipinto, visto che è eseguito ad olio e con stile impressionista.... come eseguire una selezione cromatica???

Grazie.


Serena Francone
Registrato Offline
Windows Live Messenger
Sere
Agosto 26, 2005, 10:19pm Report to Moderator
Restauratrice di arte contemporanea
Utente anziano
Posts: 52
Location: Tra Como e Milano


Serena Francone
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 1 - 7
Margherita
Settembre 24, 2005, 4:30pm Report to Moderator
Utente ospite
Ciao Sere,

mi dispiace che non ti abbia risposto nessuno e in verità nemmeno io posso farlo..perchè..sono solo una tua..compagna di classe!!!
Ho visto che giravi nel forum e ho pensato di aiutarti ma ovviamente i miei dubbi sono i tuoi e quindi purtoppo per adesso non credo che riceveranno risposte..hai visto il sito della "Edifir"?Potrebbe tornarci utile!

A presto

Margherita Russo
Registrato
E-mail Replica: 2 - 7
Jole Marcuccio
Settembre 25, 2005, 9:00am Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
ciao Sere,

non ti posso dare chissà quali indicazioni, devi trattare il dipinto come tratti un qualsiasi dipinto su tavola, ma tenendo conto che si tratta di un dipinto recente, quindi attenzione alla pulitura. Quando dici grafite cosa intendi? il colore minerale, quindi sì può venire via in fase di pulitura, oppure si tratta di un graffito?

Circa la selezione cromatica, il libro di Ornella Casazza della Nardini la spiega molto bene, con fotografie chiare


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 3 - 7
Sere
Ottobre 26, 2005, 9:58pm Report to Moderator
Restauratrice di arte contemporanea
Utente anziano
Posts: 52
Location: Tra Como e Milano
Per grafite intendo ovviamente segni fatti a matita... sopra alla parte dipinta... e sotto la vernice... sì, è molto strano!!! Cmq dovrò togliere la vernice... come? Soprattutto non sapendo di che vernice si tratti, mi risulterà difficile, immagino...

...premetto che conosco solo una piccola parte teorica sul restauro dei dipinti su tavola... qualcuno che ha studiato all'OPD o all'ICR mi sa consigliare qualche testo??? Tipo DIMOS o cose del genere??? Grazie...

P.S: ciao Marghe, hai visto che qualcuno mi ha risposto???


Serena Francone
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 4 - 7
Jole Marcuccio
Ottobre 27, 2005, 7:51am Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
l'approccio è sempre quello,  sia che si tratti di un dipinto su tela, su tavola su masonite o su ardesia o su qualsiasi altro supporto....primo rimuovi lo sporco superficiale con un tensioattivo, poi procedi con un triangolo delle solubilità, test di feller o l'altro triangolo con le miscele Ligroina-Acetone e Ligroina -Etanolo e in base alle risposte sui tamponcini procedi. Questo perchè ovviamente non conosci la natura del film di vernice, quindi devi testare vari solventi. Per i particolari a grafite quando provi la miscela saprai se resiste o meno, prima non puoi saperlo.

Ti Firmi futura restauratrice, penso quindi che queste cose  siano  state insegnate nella scuola che frequenti, perlomeno l'approccio metodologico o no?
parliamone.
ciao


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 5 - 7
Sere
Novembre 5, 2005, 7:01pm Report to Moderator
Restauratrice di arte contemporanea
Utente anziano
Posts: 52
Location: Tra Como e Milano
....mhm...mi chiedi di affrontare un argomento spinoso per me...e la mia compagna Margherita potrebbe confermare il disagio che ho nel rispondere a questa domanda...

Frequento il corso di restauro all'Accademia di Brera, dove ci insegnano a restaurare un pò di tutto (ciò è un vantaggio per certi aspetti, ma è anche un evidente svantaggio > vedi specializzazione dell'OPD). Di restauro pittorico abbiamo come insegnante un'ottima restauratrice di FIrenze... che purtroppo ahimè l'anno scorso non ci ha insegnato le tecniche di restauro dei dipinti (a parte qualche fotocopia sulla foderatura), ma ha dedicato le lezioni allo studio delle tecniche antiche e ci ha fatto fare la riproduzione di un dipinto a scelta del XIV secolo, con relativa doratura dello sfondo... Devo dire che comunque non mi lamento affatto, visto che ho sicuramente imparato delle cose (anche se per molti aspetti le ho imparate da sola) tant'è che ora mi sono messa a fare riproduzioni di dipinti del XIV secolo, con l'intenzione anche di venderle (sia chiaro, non sono una falsaria!!!!!!!!)

Quest'anno ho intenzione di biennalizzare il corso con la suddetta restauratrice... perché so che di cose ne sa fare, e ho intenzione di cercare di impararle... o per lo meno, ho la speranza di farlo... a dire il vero mi sarebbe piaciuto anche andare in qualche bottega, ma i ritmi di studio non credo me lo potrebbero consentire, per lo meno non giornalmente...

E così adesso hai capito per quale motivo non saprei da dove cominciare!!! E' paradossale, non trovi??? Va bhe, pian piano s'impara... ho molta voglia di farlo, ed è questo ciò che conta, no?


Serena Francone
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 6 - 7
Jole Marcuccio
Novembre 5, 2005, 7:53pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
sicuramente è la cosa più importante e come dici tu è ciò che conta.

vedi, spesso di fronte alle domande poste da chi si firma studente in restauro o fututo restauratore, rimango sconcertata. Non capisco perchè nozioni e conoscenze di base siano sconosciute, come sia possibile che una scuola non insegni come affrontare una pulitura o come materialmente eseguire un ritocco.
Poi certo su queste nozioni di base si costruirà, con tanta voglia e passione la propria professionalità, ma se mancano anche queste, tutto si complica e diventa più difficile.
Questa situazione è comunque generalizzata, la ritrovo in tanti studenti che arrivano in stage in laboratorio, la preparazione che hanno è sempre la fotocopia dei gusti e delle preferenze dell'insegnante di restauro purtroppo.


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 7 - 7
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Temi in generale  ›  Dipinti su masonite

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE