Benvenuto, Ospite. Marzo 21, 2019, 4:51am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Materiali lapidei naturali ed artificiali  ›  restauro di un ancadramento in pietra Moderatori: admin
Utenti presenti
No Members e 5 Ospiti

restauro di un ancadramento in pietra  (attualmente 2,801 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Oana
Settembre 18, 2005, 11:23am Report to Moderator
restauratrice di pittura
Utente medio
Posts: 28
Location: roma
ciao
ho bisognio di aiuto riguardi a delle soluzioni per consolidare la pietra che e una gresie molto deteriorata che si sta transformando in silice .
l'acqua piovana sta danneggiando in profondita
non so che cosa fare di piu,ho tratatto con Remmers e con Ethil Silicat STEINFESTIGER
grazie
Registrato Offline
gian1
Settembre 25, 2005, 8:08am Report to Moderator
architetto e Conservatore
Utente Attivo
Posts: 44
per ottenere un consolidamento tessiturale omogeneo e in profondità senza creare la "crosta" consolidata in superficie (sovrasaturazione superficiale) è necessario procedere al sistema di sottovuto. questa tecnica abbastanza complessa permette di eseguire il consolidamento in laboratorio (trasporto dell'oggetto) o in sito (senza il trasporto dell'oggetto). l'esperienza maturata in questo campo è da oltre 25 anni, i primi sottovuoti sono stati eseguiti a venezia alla porta della carta tra il 1976 e il 1978. se può interessare posso inviare documentazione relativa.


Giancarlo Calcagno
Registrato Offline
Replica: 1 - 7
Oana
Settembre 25, 2005, 8:38am Report to Moderator
restauratrice di pittura
Utente medio
Posts: 28
Location: roma
grazie
ho bisognio di tutto il aiuto
se mi puoi inviare documentazione ti saro grata


grazie ancora
Registrato Offline
Replica: 2 - 7
gian1
Settembre 27, 2005, 4:28pm Report to Moderator
architetto e Conservatore
Utente Attivo
Posts: 44
per affrontare un processo di consolidamento in sito, occorre conoscere l'oggetto dell'intervento, il materiale, lo stato di degrado, la locazione, il volume, la massa, ecc... analisi dirette quindi e foto, tante.
dopo si può prevedere interventi mirati e calibrati per l'oggetto:
1- occorre solo un consolidamento tessiturale?
2- occorre anche un consolidamento statico strutturale?
3- è necessario intervenire anche con rinforzi strutturali?
i quesiti sono molti, e occorre avere più informazioni.
se vuoi qualche informazione su interventi già eseguiti (è dal 1976 che affronto questo problema..) mandami la tua  e mail e le tue richieste.
a presto Arch Giancarlo Calcagno
e mail calclaser@tin.it


Giancarlo Calcagno
Registrato Offline
Replica: 3 - 7
Oana
Settembre 28, 2005, 8:45am Report to Moderator
restauratrice di pittura
Utente medio
Posts: 28
Location: roma
Si tratta di 11 ancadramenti di una catedrale dall 1700.
La pietra e una gresie morbida che si sta trasformando in sabia con "l'aiutto" dell'aqua piovana.
Il lavoro non e mio,io sono statta solo per aiutare una amica mia
Adesso non si puo lavorare perche sta piovendo ma il lavoro comincera in primavera
Per questo voglio saperne di piu su la pietra e il suo restauro.
Non e necessario intervenire con rinforzi strutturali
Io non ho visto gli analissi chimiche
Lo stato di degrado e in funzione dalla posizione della finestra.Quelle che stanno sull S sono deteriorate di piu che quelle dall N.
La prossima semana andro a Bucarest e ti mandero delle foto

grazie

e.mail:  beta_splendis@yahoo.com
Registrato Offline
Replica: 4 - 7
gian1
Settembre 28, 2005, 11:44am Report to Moderator
architetto e Conservatore
Utente Attivo
Posts: 44
secondo una prima impressione, deduco che lo stato di alterazione sia abbastanza profondo e il supporto lapideo si presenti con una porosità alta. il consolidamento tessiturale (eventualemnet quello strutturale solo dopo un accurato esame in sito) deve dato il tipo di pietra, arrivare a connettersi con gli strati più interni più sani e compatti, occorre evitare l'effetto di consolidamento a cipolla.... il sistema a sottovuoto potrebbe risolvere questi problemi. siamo sulla strada buona..


Giancarlo Calcagno
Registrato Offline
Replica: 5 - 7
Oana
Settembre 28, 2005, 6:40pm Report to Moderator
restauratrice di pittura
Utente medio
Posts: 28
Location: roma
Si,penso che ci siamo(sulla strada buona)
La porosita e altissima
Tutti i prodotti che ho provatto non ano aiutatto a niente,non sono arivati in profondita


grazie



Registrato Offline
Replica: 6 - 7
gian1
Settembre 29, 2005, 3:31pm Report to Moderator
architetto e Conservatore
Utente Attivo
Posts: 44
il consolidamento in profondità è più in funzione alla tecnologia di applicazione (sistema in questo caso del sottovuoto) che non del prodotto. se poniamo un rapporto di penetrazione da 1 a 10, i sistemi di consolidamento si possono sintettizzare:
a- applicazione a pennello, valore 1
b- applicazione a percolazione lenta, valore 3
c- applicazione per osmosi diretta, valore 4
d- applicazione a camera a saturazione ambiente, valore 6
e- applicazione del sottovuoto, valore 10

questa differenza sostanziale della penetrazione è solamente in funzione alla tecnica che vuoi impiegare.


Giancarlo Calcagno
Registrato Offline
Replica: 7 - 7
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Materiali lapidei naturali ed artificiali  ›  restauro di un ancadramento in pietra

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE