Benvenuto, Ospite. Marzo 24, 2019, 1:53pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  contrad Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

contrad  (attualmente 14,317 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
samy
Gennaio 7, 2006, 1:44pm Report to Moderator
restauratore dipinti (tele e tavole)
Utente anziano
Posts: 93
Location: Pitesti, Romania
ciao.
chi sa dirmi qualcosa del Contrad C2000? come si usa e a che serve esattamente, so che e` una emulsione acquosa, alcalina, complessa costituita
da :
tensioattivi anionici e non ionici, agenti stabilizzanti, alcali,
attivatori/detergenti (a base non fosfatica)  ed agenti sequestranti.


sapete dirmi come si usa in prattica... proporzioni... cose varie...?
agisce anche sulle resine?


Registrato Offline
YIM
Adamantio
Maggio 4, 2006, 10:14am Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
Il contrad è una miscela di tensioattivi anionici e non ionici in acqua possibilmente addizionato di altri non ben specificati eccipienti in quantita comunque non elevata.
Per ulteriori informazioni puoi richiedere una scheda tecnica a un produttore.
Per le mie impressioni riguardo al prodotto mi autocito da :
http://www.tine.it/cgi-bin/blah/Blah.pl?m-1108509029/s-20/highlight-/#num20

Il contrad 2000 alcuni lo definiscono "soda travestita". Misurando il pH con il mio pHametro l'indicatore si è fermato a 12,30... un pH decisamente elevato. Viene consigliato anche dai produttori di usarlo diluito (anche se spesso i restauratori lo usano puro) ma anche diluendolo di 10 volte si otterebbe comunque un pH ancora al di sopra dell'11  poichè la scala dei pH è logaritmica. Diciamocelo, al di là del potere solubilizzante dei tensioattivi quello che realmente lavora è il pH e basta provare a lavorare con tensioattivi non ionici per scoprire quanto sia intenso il fattore pH.
"Contrad 2000" comunque è un nome commerciale quindi non credo che vi possano essere molte variazioni nella composizione (è come dire Nutella, la Nutella è sempre Nutella) tuttavia sappiamo dall'etichetta e dalla scheda tecnica che contiene tensioattivi anionici e non ionici a cui potrebbero anche essere aggiunti altri additivi minoritari (tra i quali non escluderei a priori l'EDTA). Neutralizzarlo non dovrebbe in teoria essere difficile basta addizionarlo a un buffer a ph neutri qualsiasi. Sotto un certo pH il tensioattivo si protona perdendo la sua caratteristica struttura e la sua efficacia...
attenzione però che con procedimenti simili vengono introdotti sali solubili quindi soprattutto se si sta parlando di lapideo o di murature potrebbero insorgere dei problemi, risolvibili, se possibile, con un prolungato lavaggio con acqua distillata.  


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 11
laura67
Marzo 6, 2014, 10:37am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 7
ma è esatto che dopo aver pulito un dipinto col contrad 2000 debba essere passato un battuffolo imbevuto di white spirit o acquaragia?
Registrato Offline
Replica: 2 - 11
cinnabarin
Marzo 6, 2014, 6:56pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
laura 67 inserisca per favore la firma completa nel centro utente. grazie!


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 3 - 11
laura67
Marzo 15, 2014, 6:22pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 7
Mi scuso per non aver inserito la firma completa.
Il mio problema è che al posto del contrad 2000  che non ha dato nessun risultato nella pulitura, sono dovuta passare all'acetone. Questo solvente provoca sul dipinto degli aloni bianchi che con acquaragia passata sopra diminuiscono.
Mi chiedo se oltre ad acetone abbastanza agressivo posso utilizzare un altro solvente che magari non conosco.

grazie Laura peviani
Registrato Offline
Replica: 4 - 11
cinnabarin
Marzo 16, 2014, 12:16pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
diciamo che dalle modalità tradizionali di pulitura sono circa, 10 se non 15 anni che si sono diffuse anche in italia metodologie cosiddtte innovative di pulitura che fanno riferimento  in italia  a Paolo cremonesi, che ha molto pubblicato su questo argomento.

Ti rimando al libretto: "l'uso dei solventi Orgranici" e all'"uso dei tensioattivi e i chetanti" nella collana i Talenti della Casa editrice il prato o a un corso di aggiornamento sulle tematiche di pulitura, http://www.cesmar7.org docenti: Erminio Signorini e Ilaria Saccani.

Per rispondere alla tua domanda iniziale, no non è corretto passare white spirit dopo l'uso del contrad, a mio parere, un materiale oramai desueto (il contrad) e soggetto  a moltissime critiche per via del fatto che il suo Ph è molto elevato, 12,5 mi pare di aver misurato, qualcosa che si avvicina un po' troppo a essere come qualcuno l'ha definito, una soda caustica mascherata (meno aggressiva di quest'ultima tuttavia)
servirebbe forse un lavaggio acquoso. ma meglio sarebbe muoversi in intervalli di pH più bassi e sicuri di solito sui dipinti si dice tra pH5 e pH9.


Nelle attuali modalità di approccio alla pulitura, l'acetone è l'ultimo solvente da provare, si utilizza un test di solubilità con aumenti graduali di polarità,  partendo da solventi a passa polarità come Ligroina , arrivando alle massime polarità di alcool e acetone per passi graduali, in modo da identificare la minima polarità necessaria a eseguire la pulitura.

per cui per rispondere alla tua domanda, dovresti informarti sulle miscele del test, è pubblicato su progetto restauro, non ricordo quale numero un articlo dal nme un nuovo test di solubilità autori Cremonesi e Signorini

questo link la tabella delle miscele

http://unicum.cat/it/2011/03/reflexions-sobre-la-neteja-de-les-superficies-policromades-2/


qui trovi al tabella con le miscele del test

http://w3.uniroma1.it/chemo/ftp/test_di_solubilita_final.pdf

in sostanza si prende la Ligroina, la prima miscela è ligroina pura, poi si fa 90 ligroina e 10 acetone, 80 lgroina e 20 aceto,e 70 ligroina e 30 acetone, etc fino 100% acetone  

seconda serie LE  si parte da ligroina, e si fa la stessa oca aggiungendo alcool etilico (alcool 99° non rosa )

le miscele si preparano in piccoli barattoli (20-30 ml) vanno preparate con un certa accuratezza (pipette da graduate da 3 ml) e conservate in contenitori per solventi da laboratorio (costano poco) no plastica o barattolo dei capperi sottaceto.


Usare solventi di qualità, reagenti per analisi....il comune acetone non và bene, se vecchio  come spesso capita , contiene acqua. la prova per vedere questo è preparare una miscela klucel G acetone se il klucel si addensa è chiaro segnale della presenza di acqua....

spero ti sia utile

in caso sono qui chiedi pure

ciao


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 5 - 11
laura67
Marzo 17, 2014, 3:05pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 7
grazie 1ooo per i consigli.

Infatti il contrad mi era stato consigliato ma io non amo utilizzarlo. stamattina purtroppo l'ho provato prima di leggere i tuoi consigli e mi è venuta una pulitura maculata.....

va beh passando acqua tutto torna normale e il colore non se ne andato.

Sto riutilizzando acetone puro perchè anche lui fa fatica a rimuovere la patina spessa (non so dire che vernice finale sia stata applicata ma è terribilie). e la pulitura è soddisfacente.

(neanche acetone puro rimuove tutto)


ringrazio per i consigii molto utili  e precisi
laura peviani
Registrato Offline
Replica: 6 - 11
cinnabarin
Marzo 17, 2014, 11:12pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
contrad fà ma male, acetone fà ma male...

io fossi in te farei test con acqua, acqua e triammonio citrato e varie soluzioni addensar a pH 5,7, 8 e 9. o anche e gel di carbopol.

e in ogni caso il test è essenziale per capire, per es se ci fosse della cera, l'acetone la scioglie magari, ma forse non bene come farebbe una polarità più bassa, magari puoi anche pensare ad addensare.


ciao


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 7 - 11
laura67
Marzo 18, 2014, 2:17pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 7
Grazie 1000
laura peviani
Registrato Offline
Replica: 8 - 11
ValentinaM
Marzo 20, 2014, 9:26pm Report to Moderator
Restauratrice
Utente anziano
Posts: 54
Location: Teramo
Concordo e sottoscrivo quanto detto da Cinnabarin! Il Contrad è purtroppo troppo usato perché spesso "comodo", ma pericolosissimo! Molti restauratori lo usano illudendosi di "neutralizzarlo" con acqua o acquaragia, ma è impossibile neutralizzare una sostanza che ha ph oltre 12 con un'altra che ha ph 7! Chimicamente impossibile. Se poi per "neutralizzare" intendiamo erroneamente "diluire", "sciacquare", è comunque un'illusione, dal momento che il ph del Contrad è così elevato da non poter limitare gli effetti quando penetra negli strati pittorici.
Il fatto di sciacquare il C2000 con acquaragia lo sconsiglio ancor più dello sciacquarlo con acqua, dal momento che, pur essendo un tensioattivo (che facilita il legame), è comunque diluito in acqua, quindi chimicamente l'opposto dell'acquaragia che è un idrocarburo.
Ti consiglio anch'io di documentarti sui nuovi metodi di pulitura di Cremonesi, lo dico per la salute delle opere d'arte, ma soprattutto della tua salute (il che non è poco!).


Valentina Muzii
Registrato Offline
Replica: 9 - 11
laura67
Marzo 24, 2014, 8:30pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 7
Quando ho fatto la scuola di restauro tanti anni fa , si parlava di contrad e di acetone, ammoniaca e via.
Mi accorgo ora che i tempi sono cambiati e che devo rifarmi un'esperienza.

Ho sentito anche parlare di Active come pulitore??? visto che siete stati cosi gentili cosa ne pensate??
laura peviani
Registrato Offline
Replica: 10 - 11
ValentinaM
Marzo 25, 2014, 11:29am Report to Moderator
Restauratrice
Utente anziano
Posts: 54
Location: Teramo
mi dispiace, non so dirti nulla, mai utilizzato...


Valentina Muzii
Registrato Offline
Replica: 11 - 11
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE