Benvenuto, Ospite. Ottobre 21, 2020, 4:55pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Fiere, Congressi e Convegni  ›  Roma: diagnostica, formazione e professione Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Roma: diagnostica, formazione e professione  (attualmente 2,552 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Adamantio
Novembre 26, 2006, 7:34pm Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
Convegno nazionale

“Scienza e beni culturali: la diagnostica, formazione e professione.”


Obiettivi

Il convegno, che si svolge in  un'unica giornata, intende instaurare un dialogo ed una prassi che dovrà divenire costante nel tempo, tra il mondo accademico rappresentato dagli studenti e dai docenti del corso di laurea in Scienze Applicate ai Beni Culturali e quello del lavoro, al fine sia di collaborare insieme nell’individuare le specifiche necessità formative in grado di trasformarsi successivamente in competenze professionali, sia di orientare gli studenti del corso sulle imprese, sulle possibilità di occupazione e sull’organizzazione del settore dei beni culturali.

Partendo da una ricognizione critica della formazione offerta dal corso e dello stato attuale del settore dei beni culturali, si affronterà il tema delle professioni operanti nel settore, arrivando a definire l’importanza dei beni culturali come settore occupazionale, la ricerca in questo settore nonché la figura del conservatore scientifico in Europa e del tecnologo della diagnostica applicata ai beni culturali

Esaurita l’analisi dello stato di fatto si procederà all’analisi delle aspettative degli studenti, delle tendenze formative del corso e delle necessità degli enti amministrativi territoriali e delle imprese.

Individuati gli aspetti teorici verranno presentate alcune realtà operanti nella diagnostica dei beni culturali.  


Destinatari

Il convegno, a carattere nazionale, è aperto a tutti coloro che da specialisti della conservazione, da studenti e docenti del corso di laurea in Scienze Applicate ai Beni Culturali, da ricercatori e professionisti nell’ambito delle scienze o da semplici interessati, intendono partecipare alla ricognizione critica dello stato attuale del settore e fornire pareri e suggerimenti per una migliore formazione e realizzazione della figura professionale del tecnologo della diagnostica applicata ai beni culturali.

Sede e data

Sede dell’incontro: Aula Ginestra Università di Roma “La Sapienza” Edificio di Chimica

Data: Mercoledì 31 gennaio 2007








Agenda dei lavori


Registrazione partecipanti 8.30
Saluti e apertura dei lavori 8.50
Andrea Macchia. Presidente Associazione Italiana Esperti in diagnostica Applicata ai Beni Culturali o altro  
    
Relazione introduttiva:. La diagnostica applicata ai beni culturali. Definizione e ruolo  9.00
Dott. N. Gabrielli o dott. Marisa Laurenzi Tabasso  
    
Offerta formativa. La figura derivante dal corso. Peculiarità e caratteristiche. 9.30
Prof.Luigi Campanella    
    
Situazione del settore dei beni culturali e delle professioni operanti in esso.  9.50
(fillea Cgil)  
    
Caratteristiche e necessità delle imprese operanti nel settore della conservazione 10.20
CNA  
    
Necessità delle istituzioni presenti sul territorio richieste ai laureati nella classe 41 10.50
Sovrintendenza  
    
Aggiornamento sulle principali nuove disposizioni normative di settore e della relativa formazione 11.20
Ministero dei Beni Culturali. Danielle Gattegno Mazzonis  
    
Indagine diagnostica come modernizzazione dell’intervento conservativo e sviluppo occupazionale.  11.50
Sen. Giovanni Battaglia  
    
Processo di valorizzazione dei beni culturali “nella sua definizione ampia” come potenziale mezzo di occupazione.  12.15
Civita Associazione  
    
L’importanza della ricerca nel settore scientifico come sbocco professionale. 12.45
CNR  
    
Pranzo 13.10
    
La situazione Europea. Il “conservation scientist” 14.10
    
Il tecnologo della diagnostica applicata ai beni culturali. Codice deontologico. 14.40
AIEDABC  
    
Due esempi di realtà private nel settore della diagnostica applicata ai beni culturali 15.05
Ars Mensurae………  
    
Imprenditoria giovanile 15.45
Sviluppo Italia/Sviluppo Lazio  
Aspettative degli studenti 16.15
Rappresentante  
    
Sviluppi del corso e conclusioni. 16.30
Prof. Gigante  
    
Tavola rotonda. Spazio di incontro tra i docenti e gli studenti del corso in Scienze applicate ai beni culturali 17.00/18.00


Convegno segnalato da IG-IIC


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito
mutsymina
Gennaio 18, 2007, 11:39pm Report to Moderator
studentessa universitaria
Nuovo utente
Posts: 6
Location: Firenze
Sì è vero!
Non avevo visto l'annuncio!
Chiedo ancora scusa!
Meno male che non ho avuto il tempo di aprire un altro thread!


Virginia Mazzini

Registrato
Replica: 1 - 1
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Fiere, Congressi e Convegni  ›  Roma: diagnostica, formazione e professione

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE