Benvenuto, Ospite. Marzo 26, 2019, 11:13pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Informatica Applicata  ›  Corso di cad applicato al restauro Moderatori: admin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Corso di cad applicato al restauro  (attualmente 3,689 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
mox
Dicembre 18, 2006, 10:19am Report to Moderator
retauratrice di dipinti
Nuovo utente
Posts: 4
Location: roma
Ciao a tutti, sono una restauratrice e quest'anno ho fatto un corso di Autocad 2d. Adesso avrei tempo e vorrei approfondire lo studio di autocad applicato alla documentazione grafica per il restauro. Sapreste indicarmi una strada? Se c'e' un corso specifico, o qualcuno che  mi pu˛ dare una mano??  


Monica Schivo
Registrato Offline
Architer
Dicembre 19, 2006, 5:59pm Report to Moderator
Architetto-Dottore di ricerca in Conservazione
Utente anziano
Posts: 101
Location: Palermo
Monica, non esiste didatticamente almeno finora un corso di cad applicato al restauro.
Il Cad Ú solo uno strumento, poi ognuno pu˛ adoperarlo come meglio crede, e fargli disegnare le cose che crede pi¨ interessanti.
Tu casomai parli di elaborati critici o di cartografia critica, che Ú altra cosa.
Ti faccio un esempio, come io ho utilizzato il cad, inteso quale documentazione grafica del restauro, ma non sta scritto da nessuna parte, diciamo.
Insegnavo in un corso di Formazione del addetti al restauro della pietra e del mosaico, qualche anno fa. L'oggetto applicativo era un mosaico di etÓ tardo-romana, conservato al Museo Archeologico di Palermo.
In questo senso il corso ha elaborato alcune piante tematiche:
- una pianta che documentasse lo stato delle integrazioni all'epoca del suo stratto e - conservazione nel Museo archeologico, i materiali adoperati per l'integrazione, le modalitÓ formali dell'integrazione;
- una seconda pianta che era generata dalal dismissione delle integrazioni di superficie e dal rinvenimento die materiali e della struttura di supporto dello strappo;
- una terza pianta, che documentava le diverse integrazioni nel tempo (in antico, ed i che forme - per analogia di forma, per sovrapposizione/cancellazione - per identitÓ della forma e distinzione della materia, etc...);
- altre piante che documentavano le fasi vere e proprie dell'intervento:
- per la segnalazione delle stuccature dei bordi, e delle velature protettive con un preconsolidante;
Per la rimozione del vecchio riempimento e la sostituzione con il nuovo materiale (specificandone la natura, tipo granilometria, etc..).

Etcetera

Non serve un corso, Monica, serve capire cosa vuoi comunicare o rilevare, attraverso una redazione tematica fatta sull'oggetto, secondo me.


Teresa Campisi
Registrato Offline
Replica: 1 - 4
mox
Dicembre 20, 2006, 2:13pm Report to Moderator
retauratrice di dipinti
Nuovo utente
Posts: 4
Location: roma

Ciao Teresa, l'esempio che porti ├Ę esattamente quello che vorrei poter fare con Cad.
Il mio problema ├Ę che non ho ancora dimestichezza col programma. Quello che ho imparato serve pi├╣ ad un architetto o ad un interior designer. Io vorrei invece applicarlo alla documentazine nel restauro di affreschi. Ho pensato quindi che qualche restauratore che gi├á lo usa, avrebbe potrebbe indicarmi qualcuno in grado di aiutarmi .


Monica Schivo
Registrato Offline
Replica: 2 - 4
Giancarlo_Buzzanca
Gennaio 15, 2007, 10:18pm Report to Moderator
Utente ospite
Documentazione del restauro dovrebbe voler dire mappature tematiche:quindi CAD a 2 dimensioni ed intenso uso di retini.
Il problema della base grafica lo teniamo un attimo da parte.

Mappatura tematica: ovvero le canoniche tavole relative a tecniche d'esecuzione, stato di corservazione, interventi precedenti, attuali e diagnostica.
Il CAD viene abitualmente utilizzato, ad esempio dagli allievi dell'ICR cui vengono impartite specifiche lezioni tese ad ammaestrare sull'uso del software e a rendere edotti i restauratori della necessitÓ di operare in questa maniera e quindi di  fare da se secondo questo modello o reperire le professionalitÓ adeguate.
Terreno questo ultimo particolarmente spinoso.... Piuttosto imbarazzante da trattare cosý e flagrante prova per provvedere alla fucilazione immediata di chi scrive.

Esempi di mappatute tematiche informatizzate si trovano sul Bollettino dell'ICR (le principali biblioteche con carattere storico-artistico a Roma dovrebbero avere tutte una copia del BICR)
Sul numero 1 c'Ŕ l'esempio della documentazione di un gigantesco murale di Davi Alvaro Siqueiros a Los Angeles (Buzzanca, Bishop, Palumbo, Rainer), sul numero 5 ci sono esemplificazioni su un tempio ad anghor wat compiute da S. Warrack.

Corsi specifici, tranne quelli ICR non so se esistono.

Sarebbe interessante saperne di pi¨ anche da altri. Che inviterei a partecipare.
In particolare allievi ICR che potrebbero meglio descrivere il metodo usato.
Registrato
E-mail Replica: 3 - 4
mox
Gennaio 21, 2007, 11:38am Report to Moderator
retauratrice di dipinti
Nuovo utente
Posts: 4
Location: roma
Ciao Giancarlo grazie per l'indicazione dei 2 numeri del bollettino ICR Vivo a Roma e quindi cercherò alla biblioteca dell'ICCROM . Ti faccio i complimenti per il grafico interattivo ( si dice cos? ) del triangolo delle solubilità. Lo trovo fantastico.
Ho pensato un'altra cosa: forse qualcuno mi pu├▓ mandare degli esercizi da svolgere, Ad esempio, se esistono, quelli del corso ICR o anche quelli del corso che ha fatto Teresa a Palermo. Mi potrei esercitare o altrimenti farmi aiutare da qualcuno che conosce cad e applicarlo alle mappature per il restauro.


Monica Schivo
Registrato Offline
Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Informatica Applicata  ›  Corso di cad applicato al restauro

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE