Benvenuto, Ospite. Luglio 17, 2019, 9:24pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Diagnostica per il restauro  ›  analisi su manoscritti - Perugia Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

analisi su manoscritti - Perugia  (attualmente 2,456 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
onorina
Dicembre 21, 2006, 2:25pm Report to Moderator
Utente ospite
Ciao Rossella sono una studentessa dell'univ di perugia e sono stata da voi l'anno scorse per reperire materiale sugli inchiostri "ferrogallici" avendo trattato analisi chimiche di inchiostri moderni quale argomento di tesi.
Ho saputo dello stupendo manoscritto da voi restaurato e ora in mostra alla Biblioteca di perugia, ma poiche io da qualche mese non sono in loco per motivi di salute  (e purtroppo non ho potuto ancora ammirarlo) vorrei chiedere se era possibile avere qualche informazione in riguardo alle metodologie diagnostiche in questo caso  da voi messe in atto in vista del restauro.
Mi piacerebbe tanto avere notizie  pi?rofondite ( stato di conservazione del manufatto, analisi effettuate) dato che a breve riprenderņ ©® mano la mia tesi in vista della pubblicazione e, volendo ampliare il discorso introducendo analisi effettuate su cartaceo ( di cui materiale pochissimo, soprattutto analisi di inchiostri su carta), avrei potuto introdurre la problematica  partendo da un restauro recentissimo.
Spero tanto possate darmi qualche indicazione precisa.
Registrato
E-mail
Rossella Croce
Dicembre 21, 2006, 7:00pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Carissima onorina,
Credo ci sia un errore,
Non ho mai lavorato a Perugia...
Un caso di Omonimia?


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 4
onorina
Gennaio 9, 2007, 3:12pm Report to Moderator
Utente ospite
Scusami Rossella,  in realta' mi sono rivolta a te in quanto voce-moderatore.
So che il restauro stato effettuato dalla CooBeC di Spoleto. Proprio in mattinata mi sono recata alla Biblioteca augusta di Perugia dove il manoscritto conservato e mi stato riferito che a loro non ancora giunta la relazione del restauro.
Ho  potuto perņ ¶©sionare immagini che immortalavano lo stato del manoscritto prima e dopo il restauro .

Come si presentava?  Deteriorato soprattutto  nella parte inferiore dei fogli che un precedente intervento di "restauro" aveva cercato di risanare applicando lungo i bordi del singolo foglio strisce di manoscritto del XIV secolo.

Il restauro consistito nella rimozione di queste precedenti applicazioni,  nel risanamento delle lacune con carta giapponese e rilegatura  ex novo del manoscritto.

Mi chiedevo:" prima di intervenire sul manoscritto quali sono (in generale) e quali sono state (nel caso appena detto) le analisi chimico-fisiche preliminari al restauro?".


Grazie
Registrato
E-mail Replica: 2 - 4
Rossella Croce
Gennaio 9, 2007, 5:44pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Non ho  avuto modo di seguire il restauro che citi, ne ho mai visionato l'opera.
in genere, su questo tipo di opera si eseguono indagini sia di tipo conoscitivo che di tipo propriamente diagnostico.
In base al tipo di degrado descritto le piu comuni ( ma non le uniche!) indagini che possono venire eseguite  sono:
- indagini preliminari conoscitive  sul supporto originario e su quello applicato postumo ai bordi
-indagini sul tipo di  legante utilizzato per far aderire i due supporti
- analisi mirate alla caratterizzazione delle tipologie di degrado osservate del materiale originario ( e perche' no, di quello rimosso)
-analisi in grado di stabilire il grado di depolimerizzazione  e quindi di resistenza fisico-meccanica  del manoscritto
-indagini sui pigmenti-inchiostri utilizzati
-indagini atte a identificare eventuali interventi di restauro precedenti e di prodotti eventualmente utilizzati a tale scopo
-altre indagini specifiche in base al tipo di deterioramento trovato.
-campionature di intervento (auspicabilmente monitorate prima e dopo con dati diagnostici) al fine di scegliere  procedura e prodotti  piu adatti al restauro dell'opera

Cercherņ ¤© informarmi sul caso specifico per darti eventuali informazioni dettagliate sull'argomento.
Grazie per il tuo intervento.


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 3 - 4
onorina
Gennaio 14, 2007, 11:20am Report to Moderator
Utente ospite
Grazie Rossella, te ne sarei grata, sarei interessata nello specifico alle apparechiature utilizzate per queste analisi preliminari.

grazie ancora  
Registrato
E-mail Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Diagnostica per il restauro  ›  analisi su manoscritti - Perugia

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE