Benvenuto, Ospite. Settembre 18, 2020, 6:56pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  separazione pitture sovrapposte Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

separazione pitture sovrapposte  (attualmente 2,579 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
marcello13
Gennaio 10, 2007, 10:53pm Report to Moderator
Utente recente
Posts: 11
Volevo porre un quesito che spesso mi sono posto in occasione di un intervento di restauro condotto su una serie di ritratti olio su tela del XVIII-XIX secolo.
Le opere conservate all'interno di un Seminario rappresentano gli alunni illustri:prelati, vescovi,cardinali. I primi dipinti della serie risalenti probabilmente agli inizi-metÓ XVIII secolo sono stati completamente o in parte ridipinti (tale operazione risale forse al 1860 circa). Lascio da parte tutte le notizie storiche  e i motivi che hanno portato a tale scelta. La cosa singolare Ŕ che le ridipinture di qualitÓ mediocre presentano dei personaggi totalmente diversi da quelli originali sottostanti. Al di lÓ delle necessarie indagini diagnostiche multispettrali ( che in veritÓ hanno dato risultati poco soddisfacenti...) sarebbe possibile da un punto di vista tecnico distaccare o forse strappare le ridipinture?
Alcune indicazioni:
1. L'originale Ŕ in genere un buon olio su tela che non presenta problemi di consolidamento.
2. La ridipintura sempre ad olio Ŕ abbastanza spessa in alcuni casi; Ŕ stesa direttamente sulla vernice ossidata del ritratto originale.
Al di lÓ delle considerazioni sull'opportunitÓ o meno della rimozione delle ridipinture ( simili discorsi sono stati affrontati con la sovrintendenza locale), al mio professore giÓ docente per tanti anni all'ICR ho prospettato questa mia curiositÓ sulla possibilitÓ di un eventuale separazione delle due pitture sovrapposte.
Mi ha fatto fare dei piccoli saggi velinando con carta riso o giapponese con diverso spessore utilizzando come adesivi :
1 prova Paraloid B 72 a forte concentrazione
2 Dimetilformammide pura stesa a pi¨ mani
3 prova Cera carnauba.
Dopo l'essicamnto del collante ho provato a scalzare lentamente con l'ausilio di un bisturi i tasselli non riuscendo per˛ a raggiungere lo scopo prefisso.
Forse sar˛ stato poco chiaro, ma quello che mi premeva di pi¨ al di lÓ della specifica esperienza Ŕ se esistono tentativi  in tal senso  e se dal punto di vista tecnico un operazione simile pu˛ essere percorsa.
Conosco le problematiche che riguardano il distacco e lostrappo di dipinti murali, ma la possibilitÓ applicativa di simili sistemi su dipinti  ad olio su tela ha svegliatomolto la mia curiositÓ.
Nel caso specifico si potrebbe riscoprire il ritratto originale (un personaggio storico del settecento) e conservare su un nuovo supporto il personaggio ridipinto alla fine dellý ottocento.
Forse Ŕ fantarestauro...ma la mia Ŕ una curiositÓ, e lo ribadisco, prettamente tecnica.
Marcello13


Labate Marcello
Registrato Offline
Jole Marcuccio
Gennaio 11, 2007, 9:14am Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
non Ŕ assolutamente fantarestauro, e una operazione come quella prospettata Ŕ possibile, il problema Ŕ che non Ŕ certo il risultato.
la buona riuscita dipende da tante variabili, principalmente lo spessore della ridipintura e la forza del collante che sarÓ applicato sulla superficie.
a questo proposito mi incuriosisce la prova che hai fatto con la Dimetilformammide.
potresti spiegarmi perchŔ questo prodotto? scusa l'ignoranza, ma non pensavo che avesse caratteristiche adesive.
per ritornare al problema, come adesivo utilizzerei sicuramente un adesivo acquoso come la colla forte opportunamente diluita, perchŔ la contrazione stessa della colla durante l'essiccamente aiuta. Ovviamente va provata e testata.
come pure, incollerei della stoffa sopra la carta giapponese per effettuare lo strappo. certo il fatto che la ridipintura sia stata eseguita su uno strato ossidato di vernice Ŕ un'ottima cosa, aumenta sicuramente le possibilitÓ di riuscita dell'operazione.
un'analisi che sicuramente va fatta prima di iniziare una simile operazione Ŕ l'osservazione precisa e puntuale del cretto presente sia sulla pellicola pittorica di ridipintura, sia sulla pittura originale. l'analisi visiva delle caratteristiche della crettatura sicuramente pu˛ fornire molte notizie sul come e in che tempi fu eseguita la ridipintura, sulle caratteristiche di esecuzione e di invecchiamento del supporto, ossia della pittura originale e sul suo comportamento successivo.


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 1 - 2
marcello13
Gennaio 12, 2007, 9:57pm Report to Moderator
Utente recente
Posts: 11
Grazie Jole per i suggerimenti e i chiarimenti.
Sulla possibilitÓ dell'utilizzo della colla forte sono in sintonia con te. Nel caso specifico il professore in base alle sue esperienze ( per tanti anni Ŕ stato capo-restauratore all'Icr nel settore dei dipinti murali con diversi strappi e distacchi effettuati soprattutto in zone colpite da eventi sismici, in Friuli e a Tuscania(VT)) ha valutato che non avrebbe funzionato.
Per quanto riguardo l'impiego della Dimetilformammide suppongo che il suo uso Ŕ stato dettato principalmente dalla capacitÓ di forte penetrazione del solvente per farlo agire sul legante della ridipintura in modo da favorirne il distacco e non per il suo potere adesivo che non possiede.
Secondo il professore anche riuscendo a trovare un metodo per strappare o distaccare le ridipinture, difficilmente si potrebbe farlo per l'intera superficie. Nello specifico si tratta di ritratti delle dimensioni 80X65 cm circa.
Mi piacerebbe sapere se esistono casi in cui si Ŕ tentata qualche simile soluzione.
Sicuramente in passato era molto frequente dipingere nuovi personaggi su ritratti presistenti.Un caso che mi ha colpito Ŕ il ritratto olio su tela del Cardinal Baronio agli Uffizi che uno studioso ha attribuito al Caravaggio.
Grazie per gli eventuali suggerimenti
Marcello 13


Labate Marcello
Registrato Offline
Replica: 2 - 2
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  separazione pitture sovrapposte

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE