Benvenuto, Ospite. Settembre 16, 2019, 8:06am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Lavori pubblici  ›  AIUTO!! DITTA INADEMPIENTE Moderatori: cecilia
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

AIUTO!! DITTA INADEMPIENTE  (attualmente 4,916 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
fraark
Febbraio 1, 2007, 10:28am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Buongiorno a tutti. Sono un giovane architetto alle prese con una situiazione molto delicata. Sono progettista, D.d.L. e respoinsabile per la sicurezza in fase di progettazione e direzione su un cantiere di restauro. I lavori sono stati consegnati il 15.09.2006.
Il giorno 15.12.2006, per un evento imprevisto ed imprevedibile, è crollato nelle ore notturne una parte del muro perimetrale dell'edificio. Fortunatamente nessun problema per gli operai, ma tanti problemi per me che sto cercando a poco a cpoc di risolvere. Purtroppo da uno di questi non riesco ad uscirne in nessun modo. Ho infatti notevoli problemi con la ditta esecutrice dei lavori (che si è appaltata gli stessi con un ribasso d'asta del 25% circa e mostrando una qualificazioneOG2): non riesco ad incontrarla di persona da circa un mese, telefono e non mi risponde, il direttore tecnico di cantiere (che è anche il rappresentante legale della ditta) è assente dal cantiere stesso dall'otto gennaio (dice per motivi di salute), gli operai (tre, di cui uno 16 enne!!) lavorano molto lentamente e male (pensate ch stanno ripristinando un muro in pietra calcarea a sacco di circa un metro di spessore senza tener conto dell'allineamento dei filari, delle ammorsature e mettendo grossi corsi di malta....nonostante i miei numerosi richiami verbali e scritti, sono solo riuscita ad interrompere il completamento del ripristino ma non hanno ancora provveduto a smontarlo e rimontarlo a regola d'arte), non ho sul cantiere un interlocutore tecnico...insomma una serie di problemi notevoli che non riesco più ad arginare.
Vi sarei grata se qualcuno fosse in grado di consigliarmi legalmente e tecnicamente come procedere (io pensavo ad una relazione riservata al RUP per richiedere la rescissione del contratto).
Sperando in un aiuto da voci esperte, porgo distinti saluti.


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Edgardo Pinto Guerra
Febbraio 1, 2007, 2:25pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Io incomincerei con il sospendere i lavori con Raccomandata R/R motivata con richiami alle specifiche del Contratto.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 10
Architer
Febbraio 1, 2007, 10:53pm Report to Moderator
Architetto-Dottore di ricerca in Conservazione
Utente anziano
Posts: 101
Location: Palermo
Decisamente. Sospensione dei lavori. immediata, con comunicazione al legale rappresentante dell'impresa, all'indirizzo che hai, tramite raccomdata.
Non puoi accettare questo stato di cose. Comunica anche p.c. sempre per raccomandata o per fax,la stessa lettera, con aggiunta p.c. al Committente dei lavori, sia se pubblico che se privato.


Teresa Campisi
Registrato Offline
Replica: 2 - 10
fraark
Febbraio 2, 2007, 10:24am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Innanzitutto vi ringrazio per avermi risposto. Mi sento un pò rinfrancata dall'avere un riscontro da persone competenti. Desideravo però una precisazione: una volta fatta la sospensione di lavori motivandola per inadempienze e per non ocrretta esecuzione dei lavori, cosa potrei fare?
Rimettere tutto nelle mani del RUP (committente pubblico)?
Per oggi sono stata convocata ad un incontro con la Ditta. E' la terza volta. Le volte precedenti lei non si è presentata. Nel caso non dovessero esserci novità procederò alla sospensione come consigliatomi. Spero di ricevere altre informazioni per avere sempre un riscontro su come procedere. Vi ringrazio nuovamente della cortese attenzione e delle indicazioni fornitemi. Vi terrò aggiornati sulle evoluzioni. Buon lavoro


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Replica: 3 - 10
cecilia
Febbraio 2, 2007, 9:28pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 205
Ogni volta che scrivi alla ditta manda la lettera anche al RUP, come pure devi mandargli copia degli ordini di servizio e di ogni altra comunicazione ufficiale (cosa che avrai certamente fatto). E' lui, infatti, il responsabile per la stazione appaltante dei tempi e dei costi dell'appalto.
Io, in questi casi,  mi irrigidisco con l'impresa e comincio con il far rispettare ogni norma alla lettera, per esempio controllo il libro matricola e verifico la presenza degli gli operai in cantiere, che devono avere per legge il cartellino ecc ecc. Questo per far capire all'impresa che o si lavora in un clima collaborativo o sono problemi per tutti... in genere funziona. E' comunque il RUP che deve aiutarti. In ultimo, se è del caso, si può rescindere il contratto per inadempienza. Questo, comunque comporta sempre dei problemi e contenziosi piuttoso lunghi.


Cecilia Sodano -  Moderatrice sezioni Lavori Pubblici, Museografia
Registrato Offline
Replica: 4 - 10
cecilia
Febbraio 2, 2007, 9:36pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 205
Un ultimo consiglio: in questi casi è bene agire regolamento alla mano. Mi riferisco al regolamento 554/99 di attuazione della L 109/94 (attualmente sostituita dal nuovo codice degli appalti), perchè probabilmente sorgeranno contenziosi e la ditta farà le sue riserve. Se decidi di sospendere i lavori dettaglia tutto nel verbale di sospensione, come indica il regolamento, ed in particolare quali macchine e materiali sono presenti in cantiere. Fai attenzione con le sospensioni, perchè le ditte spesso fanno riserve e mettono in conto quelle che secondo loro sono le spese sostenute, incluso il noleggio delle macchine e degli attrezzi. E' un'arma a doppio taglio che bisogna saper usare.


Cecilia Sodano -  Moderatrice sezioni Lavori Pubblici, Museografia
Registrato Offline
Replica: 5 - 10
fraark
Febbraio 3, 2007, 12:24pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Buongiorno a tutti e ancora grazie per i vostri preziosi consigli. Ieri la ditta come prevedibile non si è presentata. Come da voi consigliatomi sono alle prese con il CPS, la 554 e la 109 e la 163 per vedere come muovermi per fare almeno la sospensione dei lavori. Il problema però che mi pongo è: ogni volta che si parla di sospensione dei lavori si prevede che le comunicazioni vengano redatte in contraddittorio con la Ditta o con due testimoni e che ci siano cmq dei giorni da rispettare (art. 137 del 554) nell'attesa di controdeduzioni e comoplicazioni varie. In tale periodo il cantiere può cmq essere sospeso sempre nell'ottica dell'inadempienza della ditta e delle irregolarità nell'esecuzione dei lavori??
Per quanto riguarda invece il RUP purtroppo non posso fare troppo affidamento, visto che è l'unico tecnico dell'ufficio tecnico di un piccolo comune e deve sbrigare innumerevoli problemi.
Con l'Impresa ho assolutamente impuntato i piedi, richiedendo tutto o quasi ciò che per legge mi avrebbe dovuto comunicare o mostrare e che invece non ha fatto. Fatto sta che le mie comunicazioni rimangono inevase.
Spero che quest'incubo finisca presto...


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Replica: 6 - 10
cecilia
Febbraio 3, 2007, 5:40pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 205
Se l'impresa non si presenta alla sospensione (devi poter dimostrare di averla invitata, quindi, visto lo stato delle cose, tutto va fatto in forma scritta e mediante raccomandate o fax) si fa come quando non firma il registro di contabilità, il riferimento è l'art 165 (mi sembra) del DPR 554: la  inviti a firmare entro 15 giorni ecc ecc. I lavori sono comunque sospesi.
La legge 109 è stata abrogata dal nuovo codice degli appalti, meglio che usi quello anche se alcuni articoli sono rimasti invariati. Fai attenzione a cio che scrivi nel verbale, ci sono imprese poco serie che riescono a guadagnare non con il lavoro ma con l'avvocato...


Cecilia Sodano -  Moderatrice sezioni Lavori Pubblici, Museografia
Registrato Offline
Replica: 7 - 10
Edgardo Pinto Guerra
Febbraio 4, 2007, 9:54am Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Piccole note se non vuoi sospendere i lavori subito:
- sempre Raccomandate tutte A/R, con copia a tutti poi,
- intanto, una pioggia di Ordini di Servizio. Pretendi tutti gli adempimenti che trovi nel Contratto e nel Capitolato, sono infiniti, tipo (se ricordo bene): dalle copie dei versamenti di tutte le assicurazioni, alle certificazioni dei materiali, alle prove, al libro presenze, ai cessi in cantiere, agli assensi che avresti dovuto dare prima dei getti, ai metodi di eseguire le misure per gli S.A. ecc
- naturalmente contesta i più lavori possibili, sopratutto quelli che non vanno, ordinandone la singola sospensione   citando sempre abbondatemente l'Articolo .. . .  della *Buona Regola dell'Arte*
Auguri, è esperienza che ti servirà



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 8 - 10
fraark
Febbraio 7, 2007, 1:17pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Buongiorno a tutti. Ieri mi sono decicsa a redigere l'ordine di sospensione lavori per grave inadempienza della Ditta. Lunedì, infatti, ha ulteriormente "aggravato" la situazione, dal momento che alla mia richiesta di visionare i documenti da tenere in cantiere, telefonicamente ha detto agli operai di rifiutare e di lasciare il cantiere. I lavori continuavano a procedere in assenza di idonee opere di puntellamento (non sanno cosa significhi lavorare per cantieri alternati), male eseguiti etc... L'ho convocato per venerdì mattina per la redazione del verbale di consistenza. Ho anche comunicato al comune di far trovare pronti due testimoni nel caso non si presentasse. Sto valutando anche se è il caso si convocare per l'occasione il responsabile di zona della soprintendenza o cmq comunicare in qualche modo cosa sta avvnendo. Inoltre non so se sia il caso di presentarmi anch'io con un legale e se sia il caso di avvertire anche i carabinieri (essendo gli stessi preposti alla tutela e quindi, credo, coloro che devono assicurare la sorveglianza del cantiere durante il periodo di sospensione, o sbaglio?!).
Ho da chiedere un'ulteriore gentilezza: nella redazione del verbale, quando dovrò riportare la consistenza delle opere eseguite, dovrò riportare le misure? E nella contestazione come mi devo comportare? Mi spiego meglio: devo specificare nel verbale che lui ha eseguito il ripristino di un muro per tot metri di altezza ma che tale muro non è eseguito a regola d'arte e quindi non posso computarglielo? E in più, posso mettere nel verbale che tale muro mal realizzato è un danno per la committenza e quindi addebbitargli i costi per lo smontaggio ed il successivo rimontaggio (che mi farà l'eventuale nuova ditta)?
E per quanto riguarda il ponteggio e le puntellature? Come dovrò computargliele? Devo ordinare l'immediata rimozione del ponteggio? Visto che soprattutto le opere di presidio non potranno essere smontate per evitare danni, cosa dovrò prevedere? C'è un modo per ammortizzare i costi che l'amministrazione dovrà effettuare per i nuovi ponteggi? L'eventuale nuova ditta può rilevare (eventualmente pagandole) le opere di puntellatura dalla ditta che le ha predisposte?
Mi scuso ancora per la valanga di domande. Grazie per i vostri preziosi consigli. Spero possiate essere ancora così cortesi da darmi qualche consiglio anche in questa fase molto delicata.
Distinti saluti e buona giornata.


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Replica: 9 - 10
cecilia
Febbraio 7, 2007, 10:00pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 205
E' difficile rispondere alle tue domande senza aver visto i lavori; proverò a darti delle indicazioni di tipo generale.
La motivazione per la sospensione dei lavori non può essere "grave inadempienza della ditta"; quella è motivo di rescissione del contratto, ma devono esserci i documenti che la provano. Nel verbale di sospensione devi scrivere le motivazioni della sospensione, quindi devi citare quali sono le inadempienze che non permettono il proseguire dei lavori.
La Soprintendenza non entra nei contenziosi tra Comune ed impresa, ma enra nel merito se i lavori non proseguono secondo il progetto approvato o secondo le prescrizioni: semmai fai una comunicazione scritta.
I carabinieri??? Direi di no.
Il legale non ti serve in cantiere, ma ti serve certamente per gli atti scritti. L'impresa probabilmente contesterà punto per punto le motivazioni in verbale e chiederà i danni per la sospensione, quindi il legale può consigliarti cosa scrivere alla luce del constratto e del capitolato speciale. Riporta nel verbale le misure se lo ritieni utile.
Lo strumento per ordinare la demolizione ed il rifacimento di lavori mal fatti è l'ordine di servizio, quindi quello devi usare per contestare lavori fatti male, indicando come vuoi che siano eseguiti. Inonda l'impresa di ordini di servizio, ma sempre attenta a cosa scrivi: anche le imprese hanno i loro avvocati.
Per i ponteggi e le puntellaure non posso rispondere, non avendo mai visto il cantiere.
A questo punto ritengo che tu debba necessariamente coinvolgere il RUP ponendogli i problemi in forma scritta (li protocolli in Comune) e pretendendo ordini di servizio in cui ti dica cosa fare (art. 128 dpr 554); tu sei responsabile dei lavori, ma lui è responsabile dell'appalto, in particolare dei costi. Se non ti sente rivolgiti al dirigente ed, in ultimo, al Sindaco. Queste sono rogne anche per il Comuine, non solo per te e qualcuno deve aiutarti.


Cecilia Sodano -  Moderatrice sezioni Lavori Pubblici, Museografia
Registrato Offline
Replica: 10 - 10
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Lavori pubblici  ›  AIUTO!! DITTA INADEMPIENTE

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE