Benvenuto, Ospite. Agosto 24, 2019, 7:51am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  diluizioni resine sintetiche Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

diluizioni resine sintetiche  (attualmente 2,441 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
luigi73
Febbraio 18, 2007, 10:25am Report to Moderator
restauratore opere d'arte OS2 A
Utente anziano
Posts: 65
sono un pò confuso sulle diluizioni delle resine sintetiche.
nello specifico ho dovuto diluire del paraloid b72 in butilacetato per consolidare del legno tarlato. La diluizione è stata fatta al 3%.
ora non essendo molto ferrato in matematica è corretto se in 1 litro i solvente ho messo 3 gr. di paraloid (cioè una decina di grani)?
Mi è venuto il dubbio perchè mi è capitato altre volte di osservare notevoli quantità di resina disciolte nella stessa quantità di solvente.
Inoltre potrei avere un esempio pratico di cosa significa diluire in proporzione peso/volume?
Grazie e scusate per la frivolezza dell'argomeno.


Luigi Franchi - Pescara
Registrato Offline
Sito
Jole Marcuccio
Febbraio 18, 2007, 12:56pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo
un litro è 1.000 ml quindi il 3% è 30 gr, non 3 gr.

circa il diluire in peso/volume, provo a risponderti io, ma aspettiamo comunque il contributo dei chimici presenti sul forum.

le quantità di soluto e di solvente in una soluzione, possono essere misurate in peso e in volume ( che sono unità fisiche, poi ci sono le unità chimiche es. la molarità)

Percentuale in peso, indica la quantità di soluto  disciolta in 100 gr di di soluzione. Così ad esempio, 100 gr di una soluzione acquosa al 10% di Klugel è costituita da 10 gr di Klugel (soluto) e da 90 gr di acqua (solvente). la notazione per esprimere questa concentrazione è : % in peso

percentuale in volume, indica i ml di soluto disciolti in 100 ml di soluzione. L'alcol etilico a 95° è ad esempio una soluzione che contiene, in 100 ml, 5 ml di acqua e 95 ml di alcol. la notazione usata è: % in volume

ne consegue che rapporto peso/volume indica che il soluto lo misuro in peso (gr.), e il solvente lo misuro in volume (ml).


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 1 - 9
Adamantio
Febbraio 18, 2007, 5:18pm Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
Esattamente Jole,
in particolare le percentuali peso/volume si calcolano in g/ml cioè grammi/millilitri (questi ultimi detti anche cc o cm3 ovvero centimetri cubici).
La dizione corretta sarebbe grammi di soluto/millilitri di soluzione...
bisognerebbe infatti tenere conto che se ad esempio prendo 1000 ml di butile acetato e 30 g di Paraloid allora avrò una soluzione contenente 30 g di Paraloid ma di volume in generale diverso da 1000 ml in quanto la dissoluzione del soluto fa cambiare il volume della soluzione...
Tuttavia possiamo trascurare questo fenomeno per grandi diluizioni e possiamo dire che in generale se prendiamo 30g di Paraloid e 1000 ml (=1 litro) di butile acetato compiamo una approssimazione accettabile per i nostri usi e otteniamo una soluzione circa 3% peso/volume


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 9
Jole Marcuccio
Marzo 3, 2008, 4:31pm Report to Moderator
Restauratrice dipinti, scultura lignea, affreschi
Utente anziano
Posts: 441
Location: Bergamo


Jole Marcuccio
Registrato Offline
Replica: 3 - 9
satyaahimsa
Dicembre 3, 2008, 5:56pm Report to Moderator
Collaboratrice restauratrice
Utente recente
Posts: 13
Location: Luino(Varese)
Buonasera a tutti...volevo chiedere a qualcuno se ha esperienza nell'utilizzo del plextol come consolidante per i dipinti su tela(usato puro o in che diluizione, con cosa)e che differenze ci sono con il plexisol(che ho già utilizzato in precedenza diluito al 20%in white spirit). Il loro utilizzo dipende da che variabili delle caratteristiche della tela?e quali invece quelle della superficie pittorica/preparazione?
Mi hanno detto di utilizzare questo consolidante e non posso fare altrimenti ma vorrei capire meglio le motivazioni dietro alla scelta.Grazie anticipatamente a chiunque mi possa aiutare.
Valentina Lisanti


Valentina Lisanti
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 4 - 9
cinnabarin
Dicembre 4, 2008, 11:36am Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
ciao Valentina, ho usato il Plextol qualche volta sia per il fissaggio delle scaglie di gesso sulle cornici, in quel caso qualche volta anche puro, opure addensato con klucel G o con un aromatico come si prepara per la foderatura a freddo, per il fissaggio di parti pericolanti di pastiglie etc. magari attraverso un incollaggo per punti.
Per il fissaggio di cromie l'ho usato diluito al 5% in acqua per piccole o piccolissime fermature di colore su dipinti dell'800 dove mi serviva apportare un poò di umidità e anche avere un adesivo non proteico, in genere in situazioni d'urgenza dove non avevo a disposizione un fornelletto per scaldare la colla.

Plexisol in genere lo impiego come adesivo per trattamenti  generali del supporto mentre plextol per fissaggi localizzati, ma sicuramente altri faranno in modo diverso e altrettanto corretto. Detto questo sono due adesivi che sto usando sempre meno ma forse è solo questione di mode passeggere.


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 5 - 9
satyaahimsa
Dicembre 7, 2008, 10:51am Report to Moderator
Collaboratrice restauratrice
Utente recente
Posts: 13
Location: Luino(Varese)
Grazie molte per la cortese risposta...proverò a diluirlo del 5% in acqua anche se solitamente preferisco evitare il veicolo acquoso.
Potrei altrimenti usare il white spirit?Mi chiedo infatti se posso sostituire il toluene(suo diluente per eccellenza ma estremamente tossico)con questo etere di petrolio o se vi siano altri prodotti più indicati.
Comunque è mia intenzione utilizzarlo nel consolidamento di un dipinto dal retro.
In precendenza su un altro caso avevo usato il plextol in(in white spirit) una concentrazione maggiore e mi sono trovata male, il quadro si è piuttosto irrigidito così ora vorrei provare il plextol in concentrazioni inferiori a quella miscela per vedere se ho un risultato più elastico.
Alla prossima...

Valentina Lisanti


Valentina Lisanti
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 6 - 9
cinnabarin
Dicembre 7, 2008, 4:12pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
attenzione ....plextol b 500 è un emulsione acrilica in dispersione acquosa e non può essere diluito con solventi: l'aggiunta di toluene (ma funziona anche white spirit se ha alto contenuto di aromatici) in quanto solvente della fase interna dell'emulsione serve ad addensare non a diluire, e questo si fà per mantenere l'adesivo il più posibile dove lo si mette, come nel caso della foderatura a freddo.
Su un dipinto su cu non si poteva applicare acqua è stato provato per fissare le scaglie vicino agli strappi diluendolo con alcool, se l'alcool è troppo puro non funziona ma se è tipo a 90° è possibile usarlo, ammesso che il dipinto lo regga.

Plexisol P-550 è una resina in soluzione di solventi viene generalmente applicato con una miscela di white spirit contenente un pò di aromatico, ma alla fine anche white spirit da solo funziona perchè la resina come venduta contiene gia solvente ed aromatico. ma plexisol in acqua proprio non è possibile.


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 7 - 9
satyaahimsa
Dicembre 9, 2008, 5:08pm Report to Moderator
Collaboratrice restauratrice
Utente recente
Posts: 13
Location: Luino(Varese)
Credo di essere stata fraintesa o molto più probabilmente di essermi espressa male.
Non intendevo assolutamente diluire il plexisol in acqua(impossibile)ma in white spirit(infatti ho detto di averlo utilizzato in precedenza al 20%proprio in white spirit per un consolidamento) e per quanto riguarda il plextol(come dice lei si tratta di un' emulsione acrilica in dispersione acquosa)intendevo diluirlo ulteriormente in acqua(al 5%)su suo suggerimento.
Ho chiesto un parere perchè non sapevo si utilizzasse nel consolidamento di un intero dipinto e volevo un'altra opinione e consiglio di utilizzo ed in definitiva quali fossero le differenze d'impiego con il plexisol.
La ringrazio di nuovo per la puntuale risposta.

Valentina Lisanti


Valentina Lisanti
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 8 - 9
sarah massaia
Marzo 24, 2010, 11:46am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
buongiorno, vedo che si parla ri resine sintetiche e avrei bisogno di un aiutino da restauratori e chimici....
mi occorre sapere dove posso trocvare informaszioni sulle prime sperimentazioni delle resine, quando hanno iniziato ad usarle nel campo del restauro e altre nozioni simili (sto preparando la tesi finale del corso di restauro)
grazie mille

sarah massaia
Registrato Offline
Replica: 9 - 9
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Pulitura  ›  diluizioni resine sintetiche

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE