Benvenuto, Ospite. Marzo 21, 2019, 5:05am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  Restauro paretina armata Moderatori: Edgardo Pinto Guerra
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Restauro paretina armata  (attualmente 4,029 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
fraark
Novembre 10, 2007, 11:56am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Buongiorno a tutti. Avrei bisogno di un aiuto. Sto restaurando una piccola chiesa risalente circa al 1600, gi√† oggetto di un restauro negli anni 90. La chiesa √® a navata unica collegata con una saletta che funge da sagrestia. La parete su cui sorgono gli altari √® stata realizzata su un costone di roccia calcarea (l'architetto che realizz√≤ i lavori negli anni 90 mi ha confremato che la parete poggia proprio sul costone) ed √® sottoposta rispetto alla strada statale, che corre ad altezza copertura. Nel precedente intervento per consolidare la chiesa furono realizzate delle iniezioni e delle paretine armate sulle pareti, ma solo dove non c'erano stucchi. Inoltre, per marginare i fenomeni di umidit√†, furono realizzati un vespaio alle spalle degli altari (di altezza limitata, a me ad oggi ignota, ma fino a dove gli operai si erano potuti spingere) e un vespaio a livello della pavimentazione. Oggi la chiesa non ha problemi di tipo strutturale, ma, a causa della mancanza di manutenzione del drenaggio e dell'impermeabilizzazione del vespaio sono riemersi fenomeni di umidit√† di risalita e, soprattutto, la maglia in ferro delle paretine armate in molti punti si √® fortemente ossidata, arrivando addirittura a sgretolarsi, soprattutto sulla parete degli altari. Nell'intervento che vado a proporre revisiono e aggiusto i drenaggi, gli scannafossi e le impermeabilizzazioni, ma non so bene come comportarmi sulle pareti interne. Non  sono riuscita a reperire da nessuna parte un metodo per derestaurare l'intervento di paretina armata realizzato negli anni 90. Da una parte vorrei eliminare la parte ferrosa, visto che ho la netta impressione che l'intervento sia stato realizzato male (non a sandwich, ma su un'unico lato della parete, visto che dall'altro lato c'√® il vespaio), dall'altro, per non avere problemi con la soprintendenza, vorrei procedere ad una sostituzione della rete ossidata con un'altra rete, casomai trattata con qualche procedimento che la preservi dall'ossidazione, ma non so se la cosa sia fattibile e non ho idea di come procedere operativamente. Per l'umidit√† di risalita, invece, vorrei evitare il taglio chimico della muratura, utilizzando un intonaco a base di calce che possa assicurare la traspirabilit√† della parete. Vi sarei grata se qualcuno potesse dermi qualche indicazione in merito.
Ringrazio e porgo distinti saluti.
Francesca


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
cecilia
Novembre 10, 2007, 1:01pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 205
Car Francesca, quello che tu chiami "derestaurare" le paretine armate ha a che fare con il problema della reversibilit√† di cui tanto parliamo noi che ci occupiamo di restauro. Che tipo di intevento hanno subito le pareti della chiesa? Sono state inserite delle barre passanti legate alla la rete sui due lato e poi cementate? Se √® cos√¨ si tratta di un intervento molto invasivo che √® assai poco reveribile. Dare suggerimenti su come intervenire √® difficile senza aver valutato l'intervento precedente. In linea di massima, per√≤, se in poco pi√Ļ di dieci anni il ferro della rete si √® addirittura disgragato, cercherei di toglierne il pi√Ļ possibile riconsolidando le malte (con calce idaulica e non con cemento), se serve, ed eventualmetne procedendo ad interventi localizzati della muratura con il metodo del cuci e scuci.


Cecilia Sodano -††Moderatrice sezioni Lavori Pubblici, Museografia
Registrato Offline
Replica: 1 - 7
Edgardo Pinto Guerra
Novembre 11, 2007, 2:56pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Ciao - rispondere non è facile perchè bisognerebbe vedere almeno qualche foto -Admin docet.
Da quello che mi sembra di capire, la manutenzione dovrebbe fare molto ma non basta.
Come barriera, se c'è corrente Enel puoi fare un barriera di vera elettrosmosi attiva
Per le barre arruginite bisogna scrostare tutto e metterle in vista, grattare via la ruggine, pitturarle con gli appositi prodotti in commercio di resine passivizzanti e richiudere il tutto con il cemento di prima (lo dico in questo caso con scuse a Cecilia - )
Se non vuoi fare una barriera, prima di mettere costosi intonaci speciali deumidificanti, e se vuoi che abbiano una durata decente,  dovrai togliere dal muro con un impacco i sali che si accumulati in questi anni. (vedi sito mangiasali.it)



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 7
fraark
Novembre 13, 2007, 3:48pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Innanzitutto ringrazio tutti per l'attenzione. Provo ad allegare un paio di foto della parete contro muro (interno) dove la maglia metallica √® rovinata. Spero si veda che la situazione √® abbastanza incasinata e in alcuni punti la maglia √® pi√Ļ che arrugginita. Posso pensare di sostituirla con una nuova maglia? E se si devo prendere qualche accorgimento particolare per la sicurezza? Considerate che l'intervento non √® stato realizzato a sandwich, visto che posteriormente agli altari (parete est) c'√® un vespaio e sulle altre pareti, in particolare su quella esposta a nord e quindi pi√Ļ soggetta a degrado, esternamente non ci sono segni di rigonfiamenti n√® tantomeno di ossidazioni (ho provato anche a spicconare una piccola parte dell'intonaco e di maglia metallica nessuna traccia). Vorrei evitare una elettrosmosi attiva, mentre sicuramente cercher√≤ di deumidificare la parete prima di intervenire con intonaci (vorrei usare un intonaco tradizionale). Rimango in attesa di un vostro cordiale riscontro. Buon lavoro. arch. Francesca Cavaliere





arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Replica: 3 - 7
fraark
Novembre 13, 2007, 3:49pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Chiedo scusa per la visualizzazione delle foto, ma è la prima volta che allego qualcosa e non sapevo come fare.


arch. Francesca Cavaliere
Registrato Offline
Replica: 4 - 7
Edgardo Pinto Guerra
Novembre 14, 2007, 9:46am Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Ciao - allora, per ridurre le foto quandi sei sul tuo messaggio clicca "Modifica", e cancella le foto. Poi su un altro programma a parte, riduci le dimesioni delle stesse - ora sono di circa 17cm - a un 6x8cm e poi rimettile nel messaggio.

Nel merito, mi sembra impossibile recuperare una tale parete. Sanare la maglia vorrà dire massacrare tutto l'intonaco! Sostituirla vuol dire demolire tutto.
Il problema della formazione della ruggine e del rigonfiamento dei ferri nel cls è dovuto primariamente alla acidificazione della malta e alla penetrazione di cloruri dalle micro fessure della stessa. Non credo sia ancora stato trovato rimedio indolore esterno. Basta guardare le riparazioni ai viadotti delle nostre autostrade. Forse qualche lettore del Forum . . . .



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 5 - 7
admin
Dicembre 14, 2007, 11:31pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 731
Location: Palermo
Ho modificato le immagini



Allegati: stp80581_3126_8872.jpg
Dimensione: 27.82 KB

Allegati: stp80646_2891_4768.jpg
Dimensione: 11.02 KB

Allegati: parete_nord_esterno_5876_5051.jpg
Dimensione: 28.70 KB



Sergio TinŤ
Amministratore del forum

Registrato Offline
Sito Skype Replica: 6 - 7
admin
Dicembre 14, 2007, 11:38pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 731
Location: Palermo
Francesca,
Mi dispiace per non avere notato a suo tempo questo argomento e per non avere risposto.
Puoi aggiornarci sulle tue scelte ?
Il caso è molto interessante e gradirei altre foto.
Atendo tue ulteriori notizie.
Grazie


Sergio TinŤ
Amministratore del forum

Registrato Offline
Sito Skype Replica: 7 - 7
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE