Benvenuto, Ospite. Agosto 24, 2019, 8:21am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  vecchie dispense i.c.r. HELP! Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

vecchie dispense i.c.r. HELP!  (attualmente 4,148 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
alessiazaccaria
Maggio 8, 2008, 7:23pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
so che esistono delle dispense, che tra l'altro hanno anche un nome ben preciso, che mi sfugge, di cui mi ha parlato il mio relatore, che tratta dei metodi di pulitura, illustrati in uno dei vecchi corsi che si tenevano all'i.c.r. ho bisogno di procurarmeli perchè la mia tesi verte proprio sui metodi di pulitura delle opere lignee policrome ed ho una parte semi-teorica sulla pulitura di tali manufatti. sapete se esistono pubblicazioni in merito? qualcuno può procurarmeli? ce li ha la biblioteca (a.venturi)? ce li ha ancora il centro fotocopie a fianco alla biblioteca a. venturi? sono di napoli ma non ho problemi ad andarli a cercare in tutta roma se necessario: mi devo LAUREARE! vi ringrazio per il prezioso aiuto.
ah! per caso l'opificio delle pietre dure ha fornito agli studenti dispense simili? sarebbe interessante, ai fini della tesi, metterli a confronto. grazie!
aspetto delucidazioni...aiutate questa povera laureanda...


alessia zaccaria
Registrato Offline
alessiazaccaria
Maggio 9, 2008, 2:27pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
le dispense dell'icr si chiamano dimos, e per quanto ho letto da internet sono solo per gli affreschi. c'è qualcosa anche per la statuaria lignea e per i dipinti su tela e tavola???


alessia zaccaria
Registrato Offline
Replica: 1 - 9
Adamantio
Giugno 25, 2008, 8:07pm Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
Se ti interessa c'è una dispensa ICR che riguarda soprattutto i solventi e la loro pericolosita (il rischio chimico). Si parla anche di miscele solventi che erano e/o sono in uso  presso l'ICR.

Vista l'importanza dei solventi e delle loro miscele nella pulitura forse ti può essere utile... comunque te la linko magari servirà a qualcun'altro. Sapere cosa si ha tra le mani può sempre fare comodo.

La dispensa è opera di Maurizio Coladonato che peraltro è anche un utente di questo forum e che ringrazio perchè rende questo materiale di libera consultazione.

Risalgono a qualche anno fa quindi forse i valori e le classificazioni possono essere da rivedere... mi è saltato ad esempio all'occhio che nelle dispense la trielina non è classificata come cancerogena. In verità nel 2001 la trielina è stata riclassificata e ora è considerata cancerogena (R45).

il link è questo:
http://www.icr.beniculturali.it/finalita/altri/rischiochimico.htm


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 9
mauriziocoladonato
Luglio 7, 2008, 2:26pm Report to Moderator
Utente recente
Posts: 19
Sono un utente poco frequentante, mi hanno segnalato questa discussione e quindi  ringrazio Marco Nicola per le sue parole e in particolare per la segnalazione della Trielina, che avrei già voluto correggere, se non che il sito dell'ISCR (ex ICR) è da tempo in ristrutturazione e quindi è "congelato", dobbiamo aggiornare anche il programma del "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilità".

Il problema dell'adeguamento dei valori di TLV e delle classificazioni è reale, in quanto tutto evolve verso attribuzioni di tossicità più elevate: ad es. sulle dispense citate da Marco Nicola, nel caso applicativo di pag. 8, ho lasciato didatticamente il valore di TLV della Butilamina a 15 mg/m3 anzichè ai 5 attuali (salvo smentite odierne), proprio per far notare, a lezione, tale passaggio nel tempo.

Approfitto inoltre di questo spazio per segnalare gli atti di due convegni ai quali ho partecipato:

"Il restauro visto da vicino-Università la Sapienza, Roma - Giugno 2004- ed Albatros 2005"

"La conservazione dei beni culturali tra restauro e sicurezza,  Restaura - II Salone del Restauro dei Beni Culturali, Venezia 2006 - I prodotti chimici usati nel restauro: rischi per l'operatore, impatto ambientale, normative di sicurezza"


Infine un invito a tutti gli utenti di segnalarmi, anche privatamente,  gli aggiornamenti riguardo i parametri di sicurezza delle sostanze chimiche in uso nel restauro, sarà mia cura  adeguare, se possibile e per quanto mi compete, il materiale divulgativo che sarà come sempre a disposizione di tutti.

grazie


maurizio coladonato
docente di chimica ICR
Registrato Offline
Replica: 3 - 9
alessiazaccaria
Settembre 16, 2008, 7:32pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
ringrazio entrambi per essere intervenuti in questa discussione. purtroppo non ho avuto modo di ringraziarvi prima. il link che mi hai inviato, è sicuramente utilissimo anche ora che la tesi è terminata. anche perchè una volta laureata è ovvio che con queste sostanze continuo ad averci a che fare...

credo che conoscere la pericolosità di un solvente ci aiuta anche a comprendere meglio come e quando utilizzarlo. personalmente mi trovo in disaccordo con quanto ha scritto il cremonesi riguardo al DIMETILFORMAMMIDE, ad esempio: a parte le innumerevoli controindicazioni che ha il DIMETILSOLFOSSIDO sulla policromia, la DMF se usata con le dovute precauzioni è un solvente che risolve molti problemi...naturalmente non bisogna farne un abuso.
guarderò all'nterno delle sezioni se ci sono discussioni proprie sull'argomento, altrimenti credo che sia necessario approfondire l'argomento "pericolosità e scelta dei solventi".
facciamo un lavoro meraviglioso.


alessia zaccaria
Registrato Offline
Replica: 4 - 9
alessiazaccaria
Settembre 16, 2008, 7:33pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
il link non funziona più!!!!
puoi ripostarlo???


alessia zaccaria
Registrato Offline
Replica: 5 - 9
Adamantio
Settembre 17, 2008, 11:37am Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
effettivamente il link non funziona più e non riesco a trovare le dispense in nessun punto sul nuovo sito dell'ISCR.

Forse sono io che non riesco a trovarle e invece ci sono.

In ogni caso se aspettiamo qualche tempo forse saranno nuovamente disponiili.


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 6 - 9
ciprya
Febbraio 6, 2009, 10:40am Report to Moderator
impiegato galleria d'arte
Utente recente
Posts: 14
Location: laurea st. dell'arte; museologa; operatore BB CC
Ciao A tutti..
volevo chiedere maggiori notizie sul DIMETILFORMAMMIDE in particolare sulle precauzioni che devo adottare per usarlo..è da poco che frequento un restauratore e non vorrei sottovalutare i rischi..grazie a tutti coloro che mi risponderanno.
Mary


Maria Vaiano

Lurea in storia dell'arte
specializzazione in museologia
specializzazione come opratore tecnico dei BB CC
consulente presso galleria d'arte.
Registrato Offline
Replica: 7 - 9
cinnabarin
Febbraio 6, 2009, 4:39pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
ma se posso permettermi, eviteei proprio per principio di usare DMF.
Precauzioni Maschera pe solventi e soprattutto guanti adatti, la dmgf evapora poco ed è altrettanto pericolosa per contatto cutaneo. Non sottovalutarla questa è una bestia pericolosa. Suggersci dimetil solfossido, stesso potere solvente, minore tossicità (nessuna spesa per  filtri) . Come da anni predicato dal buon Paolo Cremonesi, ideale sono preparazioni al 5-10-15-20-40 % di dimetil solfossido in butil acetato seguito da lavaggi dello stesso butil acetato da solo. Questo per evitare di usare un solente puro così tanto aggressivo e poco volatile (più della DMF), cercando di graduarne l'azione.


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 8 - 9
mauriziocoladonato
Marzo 19, 2009, 12:01pm Report to Moderator
Utente recente
Posts: 19
Il link sulle dispense ICR "Rischio chimico nel laboratorio e nel cantiere di restauro è stato ripristinato, e si trova nella stessa pagina iniziale del "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilità"

ecco i due indirizzi:


http://iscr.beniculturali.it/flash/progetti/TriSolv/TriSolv.html

http://iscr.beniculturali.it/images/stories/file/TriSolv/doc/rischio_chimico.pdf

saluti
maurizio coladonato


maurizio coladonato
docente di chimica ICR
Registrato Offline
Replica: 9 - 9
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  vecchie dispense i.c.r. HELP!

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE