Benvenuto, Ospite. Maggio 19, 2019, 1:40pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Chimica per il restauro  ›  fissaggio pigmenti naturali su muro Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

fissaggio pigmenti naturali su muro  (attualmente 4,006 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Roberta 69
Agosto 13, 2008, 1:40pm Report to Moderator
restauratrice superfici pittoriche su muro
Nuovo utente
Posts: 2
Location: La Spezia
Ciao a tutti, questo ļæ½l mio primo messaggio!
Ho dovuto consolidare un intonaco di molti mq (circa 300) in esterno, molto cavillato e scagliato, decorato quasi certamente con pigmenti naturali,acqua e poco grassello di calce.
Utilizzando RC 80 (se non si possono fare nomi di prodotti: silicato di etile  con idrorepellente), l'intonaco si ļæ½onsolidato molto bene, ma il pigmento continua ad essere polveroso e incoerente come prima e se non viene fissato velocemente le piogge rischiano di dilavarlo totalmente.Come posso fissarlo? mi hanno parlato della caseina. E' il sistema giusto? Se si come si usa?


Roberta Ghelardini
Registrato Offline
Rossella Croce
Agosto 14, 2008, 9:40am Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Io non farei un fissaggio a caseina, a meno che non si intenda il caseinato di bario, ma dipende da che tipo di pigmento hai (colore e reale composizione chimica). In alcuni casi, anche se non amo la caseina, abbiamo eseguito questo intervento e (a distanza di anni) il risultato e' ancora valido. Si trattava pero' di intonaci e affreschi in interno.
Trovi tutte le informazioni sul procedimento sul libro 9quello vecchio)  di Botticelli.
nel tuo caso, nutro forti dubbi rispetto alla precedente applicazione di silicato d'Etile, nel senso che dovresti lasciar passare un certo tempo prima di procedere con nuovi interventi sulla superficie? Non puoi proteggere la superficie con opere provvisionali e rimandare il consolidamento della superficie a  Settembre? Con clima decisamente piu' favorevole?
Un consolidamento con Idrossido di Bario e' pensabile?


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 3
Roberta 69
Agosto 18, 2008, 12:14pm Report to Moderator
restauratrice superfici pittoriche su muro
Nuovo utente
Posts: 2
Location: La Spezia
gent.ma Rossella
era gią nelle nostre intenzioni quella di finire il consolidamento verso settembre -ottobre in modo da far bene asciugare il silicato di etile. Per quanto riguarda l'idrossido di Bario potrebbe essere un ottima soluzione, ma attaccherą sull'RC 80?
Ho gią usato l'Idrossido di Bario in passato per consolidamento di facciata pitturata a calce.Utilizzando la formula Acqua + Idrossido di Bario  al 20% + urea al 10%+ glicerina(se non ricordo male un bicchiere ogni 10 litri di acqua) e applicata a spruzzo avevo notato un lieve  imbianchimento delle superfici. E' possibile evitarlo? In questo caso la superficie č gią molto dilavata per cui il colore andrebbe piuttosto evidenziato anzichč abbassato. Grazie della gentile disponibilitą
Roberta Ghelardini


Roberta Ghelardini
Registrato Offline
Replica: 2 - 3
Rossella Croce
Agosto 18, 2008, 2:01pm Report to Moderator
Consulente Diagnostica e Restauratore d' Arte
Utente anziano
Posts: 537
Location: Venezia
Con molta sincerita' non so dirti con sicurezza se il risultato sara' quello sperato, ma vale la pena di fare un tentativo. Molto dipendera' da quanto silicato di etile avete applicato.
Rispetto agli sbiancamenti dipendono,  in genere,  da un'errata aopplicazione. Se  vuoi limitarli devi applicare l'idrossido di bario ad impacco.  Con il caseinato di Bario eviti questo problema: devi  aggiungerne una soluzione a circa il 5-10%  di caseina all'idrossido di Bario,  senza usare ne urea ne glicerina.
Come ti ho gia' detto, puoi trovare i dettagli sul libro di Botticelli.


Rossella Croce
Restauratore di Beni mobili ed Architettonici
Tecnico per la diagnostica dei beni culturali  
Esperto per la Sicurezza nel settore del Restauro

Cooperativa per il Restauro S.c.p.a.- Milano
http://www.cooprestauro.net

MODERATORE SEZIONE CHIMICA E DIAGNOSTICA


Registrato Offline
Sito Replica: 3 - 3
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Chimica per il restauro  ›  fissaggio pigmenti naturali su muro

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE