Benvenuto, Ospite. Agosto 12, 2020, 10:27pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro metalli  ›  letto in ferro antico Moderatori: admin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

letto in ferro antico  (attualmente 20,658 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
bixjelly
Agosto 27, 2008, 11:09am Report to Moderator
Utente ospite
ho trovato un antico letto in ferro, seconda metà dell'800, molto sporco.
In realtà è un letto con struttura in ferro e lamiera nella testata, con inserti di madreperla quasi tutti presenti.
e' in ottime condizioni per cui vorrei soltanto pulirlo ed eventualment einserire le piccole foglioline , quasi scaglie, di madreperla mancanti.
Ho  crecato in giro ma non ho trovato nessuno che mi spiegasse sia il procedimento di pulitura che i materiali da impiegare.
C'è qualcuno che possa aiutarmi?
Grazie
Bixjelly
Registrato
E-mail
adry
Settembre 11, 2008, 9:39am Report to Moderator
fabbro ferraio
Utente recente
Posts: 19
Sono un fabbro ferraio, nell’attesa di una brillante risposta scientifica data da qualche esperto, posso dirti dove un fabbro cercherebbe la soluzione al tuo problema.Sono consapevole che probabilmente sei a conoscenza delle baggianate che ti dirò. Dire che un manufatto in ferro è della seconda metà del 1800 significa mandare in confusione qualsiasi fabbro, per un motivo molto semplice, in quel periodo a parte naturalmente L’acciaio Linz Donowiz gli altri c’erano tutti.e venivano usati tutti, ovviamente in percentuali diverse da zona a zona.Nella tua domanda forse per una svista tu non lo specifichi il tipo di acciaio e non specifichi che tipo di sporco ricopre il letto,  sono dettagli di cui può fare a meno un esperto ma per gente di scarsa cultura come me sono importanti.Quindi la prima cosa che farei sarebbe quella di consultare il “Iron Corrosion; Anti-Fouling and Anti-Corrosive Paints” di Andes poi naturalmente (si fa per tradizione)  il Metallrestaurierung, si proprio quel manuale che vende (a caro prezzo) la casa editrice Hephaistos lo trovi in vendita anche sul sito di metall active, io me lo farei prestare.Poi ovviamente consulterei il Mezger, che come tutti sanno non è un manuale di restauro, ma al contrario un manuale per lavorare il ferro, tra i fabbri è mitico, spiega tutte le lavorazioni sul ferro e anche le sue protezioni, siccome è della prima metà del 900 include certamente il tipo di lavorazione in cui è costruito il tuo letto.Dimenticavo il titolo è; Die Kunstschlosserei. Se vuoi approfondire sulle conessioni o disegni del periodo, dai un’occhiata anche al libro di Theodor Krauth (battute sul nome dell’autore né ho sentite diverse) Das Schlosserbuch.A questo punto darei un’occhiata a cosa è stato pubblicato in lingua italiana ma gira e rigira l’opuscoletto che può servire è quello di Marabelli Conservazione e restauro dei metalli d’arte.Purtroppo questo libro parla di tutti i metalli e la parte dedicata alle leghe ferrocarbonio è minima (l’opuscolo non ha neanche 200 pagine e tratta tutti i metalli in più è stampato a caratteri grandi) ed è anche datato per cui molte cose non sono presenti.Leggendo questo opuscolo farei un po’ di attenzione, ad esempio il primo paragrafo del decimo capitolo della seconda parte, è scritto un pò alla carlona, confonde tipologie di acciai e tipi di lavorazioni, ma devo tener  presente che l’autore aveva messo le mani avanti in una nota a piè pagina all’inizio della seconda parte del opuscolo, poi mi ricordo che queste informazioni sono per studenti o professori oppure tecnici di livello molto più alto della media cultura di un fabbro,  per cui l’autore non ha ravanato su cose scontate che questi specialisti conoscono a menadito.Quando parla di pulizia meccanica va avanti un po a naso e buon senso e quando parla di pulizia con solventi è appiatito sulgli studi di Stambolov, quindi va da se che dopo aver sbattuto il naso un centinaio di volte su questo nome mi sembrerà ovvio leggere il The corrosion and conservation of metallic antiquities and work of art Dopo aver dato un  occhiata a questo comincerei ad avere una leggera rottura di scatole, poi mi ricorderei che a dicembre dovrebbe uscire il libro di Scott Iron and Steel: Corrosion, Colorants, Conservation, per la folle cifra di 90 dollari la copia (prima o poi dvranno smetterla di fare i libri solo per i ricchi) dopo aver avuto questa folgorazione rimanderei il lavoro alla data in cui posso aver letto questo libro.Poi mi pentirei della mia indolenza, e cercherei la soluzione più semplice al problema, naturalmente con una certa ovvietà andrei nel sito (guarda che so benissimo che è una catalanata) finishing.com e cercherei la soluzione.Nel forum troverai subito il  Topic 33416 Quel portoghese ha lo stesso tuo problema solo che lui ha un letto più antico, quindi più facile, leggi le risposte così a occhio non sono male, poi anche il Topic 30094 sui metodi di pulizia poi vai avanti da solo li di solito trovi tutto quello che ti serve.Fai attenzione a ciò che trovi su internet ad esempio mi sono imbattuto in un articolo di Doug Wicklund curatore del national firearms museum, sulla conservazione delle armi dimostra ampiamente di non conoscere l’uso delle cere microcristalline  e riporta gli svantaggi della cera d’api, sono anni che si utilizza la cera con il metodo di Much. (io ho ancora dei dubbi sul toulene)Saluti Adry


Adriano Cortiula
Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 2
piesse restauro
Maggio 16, 2010, 10:28pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 3
prova questo sito..

http://www.piesserestauro.com/

spero che troverai ciò di cui hai bisogno...
ciao
Registrato Offline
Replica: 2 - 2
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro metalli  ›  letto in ferro antico

Valutazione del tema

Qui risulta 1 voto per questo argomento.
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE