Benvenuto, Ospite. Agosto 24, 2019, 10:56am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Chimica per il restauro  ›  consolidamento pigmenti Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

consolidamento pigmenti   (attualmente 3,011 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Isabella Sagues
Novembre 11, 2008, 7:05am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
Location: conservatrice, the israel museum
Ciao a tutti questo e' il mio primo messaggio..
Io mi trovro a lavorare su un dipinto murale del periodo romano appena scavato e i colori sono quasi tutti a secco e tempera, non e' un affresco.
Il problema e' che il dipinto e' all'aria aperta e anche se e' protetto dalle pioggie, comunque c'e' bisogno di fissare i pigmenti e di consolidare l'intonaco.
Volevo sapere se qualcuno ha esperienza nell'uso dei materiali a base di fluori  come consolidanti o di materiali, senza far nomi, a base di acetato di vinile e estere acrilico.
In una successiva fase i dipinti saranno staccati dal muro e vorrei sapere che materiali consigliereste di usare.  
grazie dell'aiuto
Isabella Sagues


Isabella Sagues
Archeological Conservator
Registrato Offline
stefano_qi
Novembre 29, 2008, 9:24pm Report to Moderator
Restauro e conservazione Beni Culturali
Utente Attivo
Posts: 42
Location: Assisi (Pg)
Tempo fa ho utilizzato un copolimero fluorurato in acetone Akeogard CO (perh non fare nomi?) su pellicola pittorica a tempera ed intonaco disgregati; a distanza di 9 anni mi sembra che ambedue abbiano mantenuto un buon livello di compattezza. Non in questo caso ma comunque i prodotti fluorurati hanno l'inconveniente di attrarre polveri ed ingrigire col tempo ma essendo un prodotto reversibile questo dovrebbe consentire di essere eventualmente sostituito da altri prodotti pi evoluti. Utilizzare il Ciclododecano per consolidare il pigmento a tempera fino al momento della sua rimozione (magari rallentando la sua sublimazione sigillando le opere) pensi che potrebbe essere proponibile?


Stefano Petrignani
Registrato Offline
Replica: 1 - 3
Isabella Sagues
Novembre 30, 2008, 9:52am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 6
Location: conservatrice, the israel museum
ciao grazie per la risposta.
Il ciclododecano non sarebbe pratico per noi, poiche' abbiamo bisogno di consolidare i pigmenti per lungo tempo, siccome non so se e quando verra' effettuato lo stacco, quindi potrebbe essere che i dipinti murali rimanghino in situ.
Per ora abbiamo utilizzato il fluormet cp, ma mi e' stato consigliato di provare con aquazol o mowiol. Qualcuno ha esperienza con questi due materiali per un consolidamento di pigmenti ( a secco e tempera) e di intonaco?
grazie




Isabella Sagues
Archeological Conservator
Registrato Offline
Replica: 2 - 3
cinnabarin
Novembre 30, 2008, 10:04am Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
aquazol molte desiderabili caratteristiche per ha indice di rifrazione molto alto, praticamente quello del vetro, quindi l'effetto finale   che satura molto la superficie, spesso un fattore indesiderato sulle pellicole pittoriche a tempera. Poi idrosolubile ed igroscopico...non s se lo applicherei in esterno.


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 3 - 3
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    DIAGNOSTICA    Chimica per il restauro  ›  consolidamento pigmenti

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE