Benvenuto, Ospite. Maggio 19, 2019, 2:29pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  Pulizia e mantenimento Statuto Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Pulizia e mantenimento Statuto  (attualmente 2,086 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Schuster
Dicembre 12, 2008, 5:46pm Report to Moderator
Studente universitario
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Paganico (GR)
Salve, sono nuovo del sito e mi scuso se ho scritto in una parte non consona.
Sono in possesso (naturalmente non io ma la mia associazione) di uno Statuto del 1400 che ormai da qualche anno è lasciato a se stesso senza le dovute cure. E' intenzione dell' associazione pulirlo, visto che si sono create macchie di umidità e conservarlo in una teca climatizzata per non peggiorare lo stato in modo anche da esporlo. Vorrei chiedervi se potete darmi qualche informazione riguardo a chi posso rivolgermi per il restauro e su un'azienda che produce teche climatizzate in Toscana o anche in altre regioni.
Vi ringrazio
MS


Marco SCUSSEL

Studente universitario
Presidente Pro Loco Paganico (GR)
Registrato Offline
eflaia
Dicembre 17, 2008, 8:32pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Caro Schussel,

Posso immaginare che il tuo statuto sia in pergamena. Parte del problema è legato al tipo di intervento che richiedi. In teoria la semplice pulitura superficiale non dovrebbe essere un intervento troppo impegnativo... però parli anche di restauro e la cosa si fa meno chiara. Tra l'altro parli di macchie di umidità... sei sicuro che siano tali? Potrebbe trattarsi invece di lateraziojni cromatiche di origine batterica?
Potresti forse inviare qualche immagine?
Comunque rimango molto perplesso quando parli di teca climatizzata: si tratta di sistemi di conservazione estremamente costosi che potrebbero perfino superare il valore di mercato del vostro manufatto. Tieni presente inoltre che non basta mettere il vostro statuto nella teca e dimenticarselo fino alla successiva esposizione.
Ovviamente senza conoscere il manufatto quindi le mie affermazioni sono del tutto opinabili.
In ogni caso, visto che comunque mi sembra un oggetto con un certo valore affettivo (oltre che di mercato) potreste anche prendere in considerazione soluzioni alternative. Un classico sistema a passe-partout, magari con un sistema di finestre mobili per l'esposizione, potrebbe essere un'alternativa molto meno costosa e probabilmente molto valida. Forse potresti pure fare un cenno a quelli che sarebbero gli ambienti di conservazione ecc.
Saluti,


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 1 - 4
Schuster
Febbraio 6, 2009, 3:50pm Report to Moderator
Studente universitario
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Paganico (GR)
Prima di tutto mi scuso per il ritardo della mia risposta. Visto che non sono esperto in questo campo, quando parlo di macchie di umidità, la mia è solo una supposizione. Spero che le foto che ho fatto chiariscano un pò la situazione del manufatto.
L'ambiente di conservazione sarebbe una sala pubblica in un palazzo 'vecchio', quindi con pareti spesse, di facile accesso a tutte le persone, con sistema di riscaldamento in inverno. Avremo intenzione di lasciarlo in questa collocazione praticamente tutto l'anno, togliendolo solo in caso di manutenzione.
Se c'è bisogno di altri chiarimenti sono a completa disposizione.
Vi ringrazio.
MS



Allegati: dscn2176_887.rar
672 downloads   -   Dimensione: 485.54 KB



Marco SCUSSEL

Studente universitario
Presidente Pro Loco Paganico (GR)
Registrato Offline
Replica: 2 - 4
Schuster
Febbraio 6, 2009, 3:53pm Report to Moderator
Studente universitario
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Paganico (GR)
Ho altre foto ma non posso allegarle visto che non posso superare i 512 Kb.


Marco SCUSSEL

Studente universitario
Presidente Pro Loco Paganico (GR)
Registrato Offline
Replica: 3 - 4
eflaia
Febbraio 6, 2009, 10:48pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Penso che tu abbia fatto le immagini utilizzando un flash... purtroppo non si capisce bene. Non mi pare comunque di vedere apprezzabili macchie di umidità. La parti scure agli angoli sono probabilmente dovute all'uso (la pergamena sembra sporca) e non mi paiono legate all'umidità.
Il progetto che avete in mente (lasciare il libro permanentemente aperto in esposizione) è quanto di peggio potrei pensare per un manoscritto del genere. C'è il rischio che la struttura si deformi e che gli inchiostri della pagina esposta possano sbiadire (questo pure se il manoscritto fosse messo in una teca climatizzata).
Mi rendo conto che la cosa potrebbe non dipendere da te personalmente: dovresti però documentarti sui sistemi delle esposizioni permanenti (o almeno di lunga durata). Per esempio il libro di Kells al Trinity college di Dublino: tenuta in una stanza apposita, con illuminazione controllata, le cui pagine sono voltate ad intervalli regolari ecc.
Nei prossimi giorni cercherò di elencare qualche libro che potresti seriamente tenere in considerazione per ricavare qualche ulteriore idea.


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  Pulizia e mantenimento Statuto

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE