Benvenuto, Ospite. Maggio 19, 2019, 1:29pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  muffe su olio su cartone Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

muffe su olio su cartone  (attualmente 1,540 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Clagio
Gennaio 22, 2009, 12:02am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 8
Salve, qualche consiglio su come trattare un infestazione di muffe con tanto di filamenti su un opera dei primi del '900 tecnica, olio su cartone. Le muffe sono sulla superficie pittorica che purtroppo è a contatto diretto con il vetro della cornice.

Grazie

Claudia Giostrella


Claudia Giostrella
Restauratore-conservatore carta  
Registrato Offline
Clagio
Gennaio 22, 2009, 11:13pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 8
Qualcuno ha notizie sull'efficacia dell'anossia per la disinfezione delle muffe? Ho molte remore circa l'utilizzo di benzalconio cloruro direttamente sulla superficie pittorica e non ho sufficienti info sull'utilizzo su materiale cartaceo.
Grazie di nuovo e forse provo a interessare i chimici e biologi nelle altre sedi del forum.

Claudia


Claudia Giostrella
Restauratore-conservatore carta  
Registrato Offline
Replica: 1 - 10
eflaia
Gennaio 23, 2009, 9:31pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Se il problema è limitato alla necessità di eliminare/uccidere le muffe (cioè se il distacco del vetro dal film pittorico è già stato effettuato)mi permetto di consigliarti la rimozione meccanica delle ife fungine (pennello e miscroaspirapolvere).
Il benzalconio cloruro può servire... se proprio lo vuoi usare: del resto se è un dipinto ad olio non dovrebbero esserci grandi problemi di solubilità. Certo l'applicazione va fatta cercando di evitare il rigonfiamento delle fibre di cartone del supporto per evitare il distacco del film pittorico... Normalmente il benzalconio cloruro si diluisce in acqua quindi ricordo pure la possibilità di effetti di bloom.
Se invece il trattamento dovesse riguardare proprio il supporto di cartone, allora sicuramente mi limiterei all'intervento meccanico a secco per evitare i problemi cui accennavo. Altre possibilità potrebbero includere la diluizione del benzalconio cloruro in etanolo: l'applicazione sarebbe un poco (UN POCO) più sicura sul cartone ma il rischio di alterare il film pittorico ci sarebbe.


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 2 - 10
Adamantio
Gennaio 25, 2009, 12:55pm Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
L'anossia non dovrebbe essere molto efficace, o comunque non così efficace come contro gli insetti parassiti ... le muffe sono composte da microrganismi come funghi puricellulari. Molti funghi (tra cui ad esempio gli lieviti, che sono funghi monocellulari) non necessitano dell'ossigeno per vivere o comunque hanno una resistenza all'anossia diversa (e probabilmente maggiore) da quella degli insetti parassiti che comunque possono resistere per molti giorni senza ossigeno.

Inoltre rimane il problema delle spore che sono resistentissime e che sicuramente possono resistere per moltissimo tempo in condizioni anche molto drastiche (l'anossia non gli fa nulla).

Credo che con l'anossia al più si possa rallentare o arrestare la crescita di muffe ma non appena l'ambiente ritorna ad essere umido e ossigenato si ha un loro risveglio.

Da quanto ne so, comunque, l'insorgere delle muffe è dovuto all'ambiente eccessivamente umido e poco aerato... su un oggetto mobile (come presumo essere quello che hai descritto) più che usare sostanze chimiche per inibirne la ricrescita mi limiterei a conservare l'oggetto in un ambiente meno umido e in generale dalle migliori caratteristiche microclimatiche.

Per quanto riguarda le modalità di rimozione credo che quanto esposto da Enrico sia ottimo.


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 3 - 10
eflaia
Gennaio 26, 2009, 12:31am Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
L'anossia... l'ho dimenticata!!!!!!!!  
L'arteriosclerosi mi si porta via.... AIUTOOOO
Quoto Adamantio   che ha parlato dell'unico aspetto richiesto da Clagio!


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 4 - 10
Clagio
Gennaio 26, 2009, 2:44pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 8
Grazie mille per le vostre consulenze. Ancora non ho smontato l'opera per cui non ho idea delle sorprese sul cartone. Agirò di conseguenza. Per quanto riguarda la questione dei parametri ambientali corretti ci siamo molto battuti come Ufficio ma ci si scontra con problemi economici ecc dei vari musei comunali.
Attualmente il museo non è monitorato! Nonostante sia di nuova anzi nuovissima costruzione ha svariati problemi e la posizione fronte mare non aiuta (hanno rinnovato la struttura ma non gli infissi!!! piove dentro e immaginate con questo clima attuale cosa sia successo).
Un altro consiglio: dopo aver sistemato l'opera devo sostituire l'attuale cornice (assolutamente non conservativa). Date le condizioni del luogo che potrebbero non essere mai ottimali consigliate qualche sistema di protezione per il verso della cornice? Ho visto soprattutto in area anglosassone tendono a "sigillare" la cornice (soprattutto per il trasporto in occasione di mostre).

Grazie di nuovo.

Claudia Giostrella


Claudia Giostrella
Restauratore-conservatore carta  
Registrato Offline
Replica: 5 - 10
eflaia
Gennaio 27, 2009, 2:41pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Personalmente rimango scettico di fronte a sistemi sigillati: uno dei pericoli (e qui mi pare possibile) è la formazione di condensa all'interno del "contenitore".
Quindi io mi limiterei alla classica soluzione del montaggio in un passe-partout.
Probabilmente è possibile realizzarne uno in cartone conservativo e chiuso posteriormente (se sul verso del supporto non c'è nulla di interessante). La parte anteriore dovrebbe essere mobile per permettere l'eventuale ispezione, e lo spessore dell'opera andrebbe compensato (per eccesso) con cartone dello spessore appropriato.
Il tutto potrebbe esser incorniciato anche se sarei un poco scettico sulla presenza anteriormente di un vetro/strato trasparente di qualunque tipo per le ragioni già esposte. Ovviamente è solo un suggerimento!


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 6 - 10
Clagio
Gennaio 27, 2009, 4:06pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 8
Grazie di nuovo per i suggerimenti: anche io sono dell'idea che sigillare non porta nulla di buono. E soprattutto non amo molto i vetri ma esigenze espositive e estetiche richiedono cornici e protezione con vetro (nella nuova collezione sono riuscita a far mettere il True View antiriflesso ecc...). Visto che sei cosi' disponibile continuo con le domande: e che ne pensi dei fogli di ArtSorb?  Non li ho mai usati. Come protezione sul retro solitamente faccio mettere del carton mousse anziche' il polionda che spesso è usato da molti corniciai.
Grazie e buon lavoro (ma come fate anche a lavorare tu e Alessandro? immagino che usate anche la notte per lavorare!!!)

Claudia Giostrella


Claudia Giostrella
Restauratore-conservatore carta  
Registrato Offline
Replica: 7 - 10
eflaia
Gennaio 28, 2009, 3:06pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Non ho molta esperienza con l'ArtSorb. Funziona passabilmente solo se le variazioni climatiche sono minime e non molto rapide... Onestamente, visti i prezzi, non saprei proprio consigliarlo se ci sono dubbi sulla stabilità dei parametri ambientali.
Quanto ai cartoni io ho una speciale predilezione per quelli pieni e non ondulati, forse una deformazione personale.


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 8 - 10
claudia benvestito
Marzo 5, 2009, 9:09am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 4
Riguardo all'Art-sorb mi permetto di dissentire dalla posizione dubbiosa di Enrico. A Venezia con Silvia Pugliese abbiamo usato il foglio di Art-sorb per la conservazione di due pergamene e i risultati sono stati, anche a distanza di tempo, molto soddisfacenti. (cfr. Benvestito Claudia, Pugliese Silvia, L’intervento su una raccolta di carte geografiche della Biblioteca Nazionale Marciana: alcune soluzioni per la sistemazione, in “CAB Newsletter, Conservazione negli Archivi e nelle Biblioteche”, anno 5, n. 6 (novembre-dicembre 2000), nuova serie, pp. 2-9.
E' importante a mio avviso assicurare la possibilità di sostituire l'art-sorb nel momento in cui si fosse esaurita la sua azione, che va comunque monitorata periodicamente.
Registrato Offline
Replica: 9 - 10
eflaia
Marzo 10, 2009, 9:42pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Gentile utente "claudia benvestito"  benvenuto!
In qualità  di moderatore di quest'area ti invito a regolarizzare la tua firma per poter continuare a scrivere serenamente (per informazioni vedi: http://www.forum-restauro.org/forum/b-firma/m-1104087421/).

Ricordo che in questo Forum è obbligatorio specificare la propria situazione professionale e il proprio nome e cognome pena l'esclusione dal forum e la cancellazione di messaggi e account.



Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 10 - 10
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  muffe su olio su cartone

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE