Benvenuto, Ospite. Marzo 21, 2019, 3:21pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  Fluorurati antisale? Moderatori: Edgardo Pinto Guerra
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Fluorurati antisale?  (attualmente 2,441 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
francesca lopetuso
Aprile 30, 2009, 2:36pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 1
Buongiorno, sto seguendo un cantiere di restauro di un forte montano.
L'impresa di restauro ha proposto l'utilizzo di un prodotto a base di "fluorurati" come ciclo antisale.
Non conoscevo questo tipo di prodotti e ho cercato di farmi un'idea di massima in rete. Mi sembra di capire che in genere si utilizzi come protettivo lapideo poichè ha particolari capacità idrorepellente e oleorepellente.
L'impresario sostiene che, invece, il fluorurato possa essere utilizzato al termine della prima fase di pulitura come prodotto "curativo", capace di limitare l'affioramento di sali (molto copioso) trasformando l'acqua di risalita in vapore acqueo. L'applicazione di questo prodotto la farebbe prima della stesura dell'intonaco deumidificante prescritto a capitolato, a mo' di primer antisale.
E' attendibile che un prodotto fluorurato, che mi sembra essere simile ad una pellicola e agisce come repellente, possa comportarsi come un prodotto deumidificante, che sia quindi anche traspirante? Ed è applicabile in quella fase del ciclo di restauro? Inoltre non ho trovato dei prodotti di riferimento di cui chiedere eventualmente la scheda tecnica e che abbiano capacità tipo quella descritta sopra.
Ringrazio per l'attenzione e sarei molto grata se qualcuno potesse darmi una mano.
Francesca
Registrato Offline
Edgardo Pinto Guerra
Aprile 30, 2009, 10:34pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Ciao - questi sono prodotti anni 80-90 ancora in commercio dai principali fornitori di prodotti per il restauro (scrivimi email se vuoi sapere nomi). Sono ottimi protettivi idrorepellenti e aggreganti molto stabili che non alterano l'aspetto del substrato. Detto questo, Stop, non c'è altro. In altre parole, dei semplici consolidanti quasi impermeabili. Non mi risulta siano traspiranti o che possano avere il minimo effetto sugli abbondanti sali che mi sembra hai. Mi sembra che l'impresario attribuisca loro proprietà evaporative che ci sono in ogni caso  e che sono del tutto normali anche senza fluorurati -
Forse li confonde con pitture silano-silossaniche idrofobizzanti (cioè impermeabili ma traspiranti) che agiscono da "sali-bloccanti" in quanto impediscono all'acqua di uscire dal muro, con i sali in soluzione, ma permettono l'evaporazione dal substrato. Anche i questo caso ci sono delle contro-indicazioni.
Due considerazioni:
1- sigillare qualunque substrato porta a guai anche a breve termine, se non altro perché dietro si forma vapore in pressione e,
2- in presenza di sali non possono aderire al substrato e quindi la loro applicazione è inutile
Perciò, oserei dire che oggi hanno un impiego utile in casi molto specifici, tra cui non rientra il tuo
Se vuoi essere certa, e far durare al massimo l'intonaco deumidificante (ma che vuol dire esattamente?)  il miglior modo è di togliere con impacco il massimo di sali prima di stendere il nuovo intonaco. Auguri




Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 1
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE