Benvenuto, Ospite. Marzo 25, 2019, 4:50pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  sfarinamento mattoni Moderatori: Edgardo Pinto Guerra
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

sfarinamento mattoni  (attualmente 5,487 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
sara conte
Marzo 4, 2010, 12:02pm Report to Moderator
studente architettura
Nuovo utente
Posts: 1
Location: prato
[face=Arial][/face]
Salve a tutti. Ho il problema di risanare un locale interrato voltato in muratura mista di fine 1700 che presenta un notevole "sfarinamento" dei mattoni. E' stato inserito un deumidificatore sempre in funzione e una presa d'aria su strada, è stato rimosso l'intonaco delle volte, non vi sono infiltrazioni d'acqua nè muffe evidenti.
Mi è stato consigliato di stonacare e di passare sui mattoni un aggrappante (forse a base acrilica dato il cattivo odore), ma il problema non è cessato anzi sembra peggiorato(probabilmente è stata bloccata la traspirazione). Data l'antichità del fondo è molto probabile si tratti di presenza di sali. Come posso risolvere il problema?
Considerando che è un fondo commerciale esiste anche una soluzione momentanea veloce?

Cordiali saluti


sara conte
Registrato Offline
Renato Nobili
Marzo 31, 2010, 10:14pm Report to Moderator
Restauro conservativo
Utente Attivo
Posts: 35
Location: Roma-Ardea(RM)
I mattoni si sfarinano a causa della pressione di cristallizzazione dei sali idratati contenuti nel muro.
Le condizioni microambientali/e della superficie della muratura  permettono ai sali di cristallizzare al di sotto della supeficie.

Aumentare la ventilazione peggiora la situazione perchè seccando l'aria provoca l'evaporazione dell'acqua nella muratura e la conseguente cristallizzazione dei sali idratabili.


Devi bloccare la risalita capillare. Poi (dopo aver bloccato al risalita) devi valutare se estrarre i sali idratabili e comunque devi mettere in opera un intonaco macroporoso (dopo adeguato tempo di muro stonacato).

Blocco della risalita con metodi:

Elettrofisici se ci sono le condizioni (è la più economica)
Resine (se puoi permettertelo e se è possibile tecnicamente)

sconsiglio l'inversione di polarità per tutta una serie di motivi.

Quasi una follia il taglio della muratura.


Dott. Ing. Renato Nobili cell 3355256992 email info@sonreb.com http://www.sonreb.com
Registrato Offline
Replica: 1 - 2
Edgardo Pinto Guerra
Aprile 2, 2010, 8:57am Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Salve - scusa il ritardo nel risponderti. Dunque, la diagnosi di Nobili è giusta solo per quanto riguarda i vecchi sali nelle volte. MA bisogna completare il discorso e separare i problemi. Forse non si è reso conto che parlavi di un interrato. Sanare un interrato è tutt'altra cosa che sanare un muro fuori terra come propone.
- Mi è stato consigliato di stonacare e di passare sui mattoni un aggrappante (forse a base acrilica dato il cattivo odore), ma il problema non è cessato anzi sembra peggiorato(probabilmente è stata bloccata la traspirazione).   Questa è la soluzione "momentanea veloce" che avevi chiesto. MA DOPO il  breve momento, è la peggiore possibile sotto tutti i punti di vista. Infatti, la tua diagnosi è giusta.
Origine  dei sali: Potrebbe essere acqua da risalita generalizzata, dai muri ma sia in verticale che in orizzontale. SE sei certa non vi sono infiltrazioni d'acqua in atto ad es dai muri laterali, e devi confermarmelo, io ci credo poco, vuol dire che i sali nelle volte sono entrati solo tramite antiche infiltrazioni d'acqua da sopra. SE non ce ne saranno più, basterà togliere i vecchi sali per sanare il muro.

Rimedi. Dopo l'acrilico sei nei guai. Bisogna toglierlo. Grattare via. Dopo,  potrai estrarre e rimuovere i sali con impacco (vedi http://www.mangiasali.it) e non ci saranno più problemi. Se devi intonacare basterà un semplice intonaco a base di calce naturale. Altrimenti, spesso intonaco assrbente sacrificale, durerà finché saturo.
Altrimenti sanare davvero tutto. Ma allora bisogna saperne di più sulla situazione.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 2
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE