Benvenuto, Ospite. Maggio 25, 2019, 6:09am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  umidità ascendente, risamento con flebo Moderatori: Edgardo Pinto Guerra
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

umidità ascendente, risamento con flebo  (attualmente 4,109 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
staccatore
Aprile 26, 2010, 1:51pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
Buongiorno,
sono francesco desiderioscioli e scrivo dalla prov. di Chienti.
Ho restaurato una villetta in campagna costruita circa 30 anni fa in muri portanti.
Nei punti dove era presente umidità da risalita ho agito alzando il livello del pavimento e sostituendo l'intonaco con  uno specifico della Weber.
purtroppo ho anche fatto l'errore di creare una zoccolatura esterna in mattoncini che spinge tutta l'umidità ad affiorare verso l'interno.
visto che sono all'inizio delle efflorescenze saline con conseguente distacco della verniciatura mi chiedo se applicando le flebo con liquidi siliconici sarò comunque costretto a sostituire tutti gli intonaci o potrò  farne a meno?

Grazie
Registrato Offline
Edgardo Pinto Guerra
Aprile 27, 2010, 10:54am Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
Salve - le sue disavventure sono i rischi del fai-da-te -
Nel merito: Muri e pavimento sono due cose diverse. Ognuna può, ed è, soggetta a risalita indipendentemente l'una dall'altra. Molto spesso si pensa che facendo un "vespaio aerato" cioè una camera d'aria ventilata con l'esterno, si risolve tutto. Ossia, che anche l'evaporazione della risalita nei muri venga dispersa nella camera d'aria assieme a quella dal terreno sotto al pavimento.
Evidentemente, come lei ha ben dimostrato, non è cosi. La sua zoccolatura impermeabile da solo un contributo al problema nel senso che gli effetti della risalita nel muro si manifestano ora più in alto, ma anche senza zoccolo la situazione non cambierebbe molto. Non so quale intonaco Weber abbia messo, ma evidentementemente ha fatto il suo mestiere finchè poteva, poi, fatta indigestione di sali, è morto. Amen.
Le "flebo" con liquidi siliconici creerebbero la barriera alla risalita che le occorre e che avrebbe dovuto fare fin dall'inizio -
Quanto agli intonaci, se sono marci li dovrà sostituire. Fatta la barriera e asciugato il muro basterà estrarre i sali dannosi rimasti con un impacco e poi applicare un semplice, economico, traspirante intonaco a base di calce naturale.



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 1 - 4
staccatore
Aprile 27, 2010, 2:04pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
grazie è stato gentilissimo, quindi... cerco di approfittarne ancora  
volevo chiedere in cosa consistono gli impacchi per assorbire i sali e esporre un'altro dubbio: con 'le flebo' si inseriscono diversi litri di acqua/alcool e materiale siliconico nelle murature... questi andranno a prendere il posto dell'umidità annidata attualmente spingendola fuori insieme ai sali creando quindi, almeno all'inizio, più problemi di quelli attuali... sono andato oltre con l'immaginazione o è realmente quello che può accadere?
Registrato Offline
Replica: 2 - 4
Edgardo Pinto Guerra
Aprile 27, 2010, 2:53pm Report to Moderator
Consulente risanamento murature storiche dal 2003
Posts: 252
Location: Studio consulenza risanamento muri
OK - allora per gli impacchi di cui parlo veda http://www.mangiasali.it . Sullo stesso sito troverà una pagina dedicata alle varie barriere alla risalita, compresa quella a iniezioni che intende fare, direi quella iniettata a intasamento, ma non è l'unica. L'iniezione non "spinge fuori" nessun sale! I sali nuotano nell'acqua nel muro come pesci, e fino ad allora, sono innocui MA non appena il muro si asciuga, dalla superficie esposta all'aria naturalmente, l'acqua con sali si avvicina alla superficie per evaporare e allora questi sali escono di soluzione e formano cristalli dannosi. Alcuni sali si manifesteranno visibilmente fuori mani mano che il muro si asciuga, altri cristalli si formeranno invisibilmente sotto la superficie. Sono questi che vanno estratti con impacco per evitare futuri danni. Quanto alla barriera, per evitare l'ingresso di nuova acqua che porta umidità ed il ritorno di nuovi sali con essa, qualunque tipo, se fatta bene, va bene. Auguri  



Edgardo Pinto Guerra. http://www.consultingepg.com
Consulente risanamento
Autore del volume "Risanamento di murature umide umide e degradate"
epg@consultingepg.com
Registrato Offline
Sito Replica: 3 - 4
Renato Nobili
Maggio 16, 2010, 4:41pm Report to Moderator
Restauro conservativo
Utente Attivo
Posts: 35
Location: Roma-Ardea(RM)
Citato da staccatore
Buongiorno,
sono francesco desiderioscioli e scrivo dalla prov. di Chienti.
Ho restaurato una villetta in campagna costruita circa 30 anni fa in muri portanti.
Nei punti dove era presente umidità da risalita ho agito alzando il livello del pavimento e sostituendo l'intonaco con  uno specifico della Weber.
purtroppo ho anche fatto l'errore di creare una zoccolatura esterna in mattoncini che spinge tutta l'umidità ad affiorare verso l'interno.
visto che sono all'inizio delle efflorescenze saline con conseguente distacco della verniciatura mi chiedo se applicando le flebo con liquidi siliconici sarò comunque costretto a sostituire tutti gli intonaci o potrò  farne a meno?

Grazie

Come detto da Edgardo le soluzioni adottate non potevano essere adatte.
L'intonaco che ha ora è quasi sicuramente un sale a forma di intonaco.
L'estrazione dei sali è possibile dopo aver bloccato la risalita (le iniezioni vanno benissimo ma valuti anche gli altri metodi) a patto che la struttura muraria lo permetta e che non debba entrare in altre proprietà.
L'estrazione dei sali ha un suo costo e deve valutare se le conviene estrarre i sali e recuperare l'intonaco o demolire l'intonaco e, dopo aver bloccato la risalita, installarne uno nuovo macroporoso.


Dott. Ing. Renato Nobili cell 3355256992 email info@sonreb.com http://www.sonreb.com
Registrato Offline
Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Fenomeni di umidita' e danni da sali  ›  umidità ascendente, risamento con flebo

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE