Benvenuto, Ospite. Settembre 19, 2020, 7:19pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro ligneo  ›  pulitura banco da falegname Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 3 Ospiti

pulitura banco da falegname  (attualmente 19,423 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
gioma
Aprile 30, 2010, 2:30pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 5
Buongiorno a tutti, vorrei chiedere un consiglio per il trattamento del legno. Ho un vecchio banco da falegname di mio nonno (quelli lunghi e stretti, con le morse incorporate al banco, per intenderci) e alcuni caratteri da tipografia in legno. Entrambi sono stati intensamente usati, non necessitano di restauro ma sono sporchi: vorrei semplicemente pulire il legno e possibilmente dare anche una sostanza che prevenga l'attacco da parte di insetti. Cosa mi consigliate di utilizzare? grazie mille per l'aiuto
Giorgio Mantovani
Registrato Offline
alessandro macuz
Maggio 3, 2010, 7:33am Report to Moderator
lucidatura arredi lignei
Utente anziano
Posts: 211
Location: venezia
manca la firma


Alessandro Macuz
Registrato Offline
Replica: 1 - 9
gioma
Maggio 4, 2010, 7:43am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 5
ho provveduto a mettere la fimra, spero sia tutto ok ora...

Giorgio Mantovani
Registrato Offline
Replica: 2 - 9
alessandro macuz
Maggio 4, 2010, 2:10pm Report to Moderator
lucidatura arredi lignei
Utente anziano
Posts: 211
Location: venezia
Sono sporchi di inchiostro? o di che? come antitarlo utilizzerei la permetrina in alifatico tipo il permetar o roba simile.
Il legno è verniciato?


Alessandro Macuz
Registrato Offline
Replica: 3 - 9
gioma
Maggio 4, 2010, 8:55pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 5
la situazione è diversa nei due casi: il banco da falegname è di legno non verniciato, ed è sporco perchè è stato usato da banco di lavoro appunto. Ha macchie di vario tipo (vernice, cera, macchie di ruggine derivate dagli attrezzi metallici), alcune delle quali sono certo che non verranno mai via (ma va bene così, non voglio certo tirarlo a lucido...); vorrei solo dargli una pulita con qualcosa che non danneggi il legno e poi, appunto, l'antitarlo.  I caratteri di tipografia invece sono sporchi di inchiostro, e idem, vorrei pulirli e proteggerli dagli insetti.

Giorgio Mantovani
Registrato Offline
Replica: 4 - 9
alessandro macuz
Maggio 5, 2010, 12:11am Report to Moderator
lucidatura arredi lignei
Utente anziano
Posts: 211
Location: venezia
Io credo che potresti usare un po' di petrolio bianco (lampante) e vari stracci per rimuovere quello che viene e poi antitarlo (ma se il tavolo non ha tarli non serve trattarlo) alla fine potresti anche pensare a stendere pochissima gommalacca in alcool (la vernice deve essere molto liquida) ma anche semplicemente della cera già pronta da stendere.
L'inchiostro tipografico invece non sò in cosa solubilizza ma non credo sia facile rimuoverlo.
ciao


Alessandro Macuz
Registrato Offline
Replica: 5 - 9
cinnabarin
Maggio 5, 2010, 4:13pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
per i caratteri direi che essendo dovuto all'uso specifico dei caratteri da tipografia non mi sembrerebbe nemmeno corretto pulirli dall'inchiostro. trattiamoli da materiale etnografico, non da opere d'arte.

per il banco ok come dice alessandro, solo che il petrolio lampante bianco è un concentrato di sostanza tossiche e\o cancerogene, può contenere ed in effetti spesso contiene rilevanti quantità di benzene ....BENZENE!!!! e\o altri aromatici e sostanze pericolose. In effetti a ben guardare è uno dei solventi più pericolosi in quanto si trova liberamente al supermercato, viene usato per operazioni che richiedono un uso abbondante  e per la tossicità si fà riferimento agli idrocarburi che in effetti non sono molto tossici (SE PURI) ma quando contengono imprezze e altre sostanze occorre particolare attenzione.

esistono diverse alternative valide, una  è quella degli solventi shell (shell sol)o degli omologhi prodotti dalla esso (solvesso), solventi in uso nella conservazione in tutto il mondo civile tranne in italia (ordini rigorosamente all'estero  ),

oppure, e mi pare in questo caso ci possa orientare così,  white spirit dearomatizzati per esempio il d-40.

La ligroina e simili in uso nel campo dei dipinti non mi pare adatta al caso specifico di cui parliamo qui.

scusate la predica

rb




roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 6 - 9
gioma
Maggio 7, 2010, 8:22am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 5
intanto grazie ad entrambi per i consigli.
Ho fatto un po' di ricerche sui prodotti che mi avete consigliato: per quanto riguarda il permetar, vedo che esiste la versione già "diluita" in petrolio o quella concentrata da diluire in altri solventi, cosa è meglio secondo voi?
e poi una questione base: Alessandro, mi dici che se il tavolo non ha tarli non serve trattarlo, cosa intendi?  Il tavolo ha dei vecchi fori di tarlo, ma non c'è un'infestazione in corso. Io vorrei dare la sostanza soprattutto in funzione preventiva (se poi c'è qualche insetto vivo peggio per lui...!): mi pare di capire che secondo te non serve? eppure la scheda tecnica Phase dice che ha funzione sia curativa, sia preventiva. E' il solito ottimismo della pubblicità...? So che la prevenzione si fa agendo sulle condizioni ambientali, e infatti il tavolo sarà conservato in ambiente sano: però se posso dare una sostanza che aiuti a tenere lontane le tentazioni degli insetti è meglio, anche perchè ho parecchio legno in casa e non vorrei mai scatenare il finimondo...   già ora lo sto tenendo in quarantena in un ambiente confinato, sia per fare queste operazioni di pulitura, sia per essere certo di non portarmi in casa un cavallo di troia!
Giorgio Mantovani

Registrato Offline
Replica: 7 - 9
alessandro macuz
Maggio 8, 2010, 10:55am Report to Moderator
lucidatura arredi lignei
Utente anziano
Posts: 211
Location: venezia
Cavolo non lo sapevo mica della cancerogenicità del petrolio bianco, che brutta bestia l'ignoranza ...
Per quanto riguarda il permetar  o sostanze similari in petrolio , da quanto ho capito leggendo sul forum, hanno un'efficacia preventiva limitata nel tempo (2 anni) ma se pensi che ci sia qualche tarlo vivo, trattalo, gran danni non è che ne fai.
In ogni caso la spesa sarà contenuta perchè con al max due confezioni da 750ml tratti il banco e pure ti avanza  .
Magari chiudi i fori con un po' di stucco a cera (barrette di colori diversi) così riesci a controllare meglio se se ne formano di nuovi.
Buon lavoro e pubblica le foto .
ciao


Alessandro Macuz
Registrato Offline
Replica: 8 - 9
gioma
Maggio 10, 2010, 8:47pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 5
grazie ancora per l'aiuto e buona serata!
Giorgio
Registrato Offline
Replica: 9 - 9
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro ligneo  ›  pulitura banco da falegname

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE