Benvenuto, Ospite. Agosto 25, 2019, 1:10am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO ARCHITETTONICO    Materiali lapidei naturali ed artificiali  ›  Calcolo metratura preventivo Moderatori: admin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Calcolo metratura preventivo  (attualmente 3,083 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
SGalvan
Luglio 12, 2010, 2:01pm Report to Moderator
restauro dipinti murali - materiali lapidei
Nuovo utente
Posts: 2
Location: Bassano del Grappa
Cari colleghi,
per la prima volta mi trovo a dover preparare un preventivo per il restauro di un monumento lapideo. È addossato ad una parete interna di un edificio, con un aggetto massimo di circa un metro. Le decorazioni sono molto articolate: modanature, colonne, festoni, timpani, sarcofagi, putti, busti, statue... Essendo pressoché impossibile calcolare lo sviluppo esatto della superficie, come si fa ad ottenere un'approssimazione della metratura su cui basare il preventivo?
Vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto.


Silvia Galvan
Registrato Offline
admin
Luglio 21, 2010, 7:27pm Report to Moderator
Architetto
Posts: 731
Location: Palermo
Le allego il contenuto dell'Art. 15 "Norme per la misurazione e la valutazione dei lavori" del mio capitolato d'appalto.

A) Apparati decorativi
Per gli apparati decorativi, trattandosi di interventi specialistici che interessano il reale sviluppo superficiale del manufatto, vanno esclusi sistemi di misurazione quali proiezioni in piano o valutazioni vuoto per pieno; si procederà nel seguente modo:
a.1 – Manufatti da valutare a corpo
Verranno valutati a corpo interventi da eseguire su manufatti compositi (ovvero oggetti costituiti da materiali di diversa natura) o su oggetti di piccole dimensioni e/o di forma complessa che presentino una lavorazione particolarmente impegnativa e specialistica.
a.2 – Manufatti da valutare a misura:
Bassorilievi. Inquadrando il manufatto in una o più forme geometriche piane e regolari e sviluppando la loro superficie con un incremento del 20%
Rilievi. Inquadrando il manufatto in una o più forme geometriche piane e regolari e sviluppando la loro superficie con un incremento del 40%
Altorilievi. Inquadrando il manufatto in una o più forme geometriche piane e regolari e sviluppando la loro superficie con un incremento del 60%. Gli altorilievi con aggetti rilevanti potranno essere valutati con incrementi del 100% o considerandoli come sculture a tutto tondo.
Manufatti archeologici. Quelli riconducibili ad una forma semplice (interi o a frammenti) verranno inquadrati in una o più forme geometriche di riferimento, mentre quelli non riconducibili a forme semplici verranno calcolati moltiplicando lo sviluppo del loro profilo per la circonferenza del cilindro (minimo) circoscrivibile.
Dipinti.  Se non riconducibili in forme geometriche semplici e di facile valutazione si ricorrerà al calcolo della loro superficie effettiva con le formule più idonee della geometria.
Modanature e cornici. La loro superficie effettiva verrà calcolata attraverso lo sviluppo del profilo considerando l’ampiezza della loro membratura più sporgente. Ove non si possa misurare direttamente l’oggetto, si potrà procedere con uno strumento telemetrico o si farà riferimento ai dettagli costruttivi degli elaborati di progetto.
Balaustre degli altari e simili. Questi manufatti verranno scomposti in più figure elementari.
Sculture a tutto tondo. Una volta misurata la superficie del cilindro medio circoscrivibile rilevando la circonferenza in tre punti significativi (escludendo quelle minime) si procederà ad un incremento del 20% per le sculture ad ornato semplice ed ad un 40% per le sculture ad ornato ricco. Le parti più aggettanti verranno considerate a parte con lo stesso sistema.
Apparati decorativi su settori circolari, volte e cupole. Si procederà al calcolo delle loro superfici attraverso l’applicazione delle formule della geometria piana o dei solidi.
a.3 Incrementi per lavori disagevoli
Volte e soffitti. Si potrà prevedere un incremento del 10% per lavoro disagevole su superfici rivolte verso l’alto.
Ambienti disagiati. Si applicherà l’incremento previsto in progetto per disagi conseguenti alla distanza del sito o a particolari condizioni climatiche o ambientali.


Sergio Tinè
Amministratore del forum

Registrato Offline
Sito Skype Replica: 1 - 1
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE