Benvenuto, Ospite. Novembre 18, 2019, 3:08am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  vecchi diplomi di laurea Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 5 Ospiti

vecchi diplomi di laurea  (attualmente 2,014 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
DonCiccio
Settembre 23, 2010, 6:11pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
Premesso che sono ignorante in quasi tutto, Vi disturbo per chiedere aiuto.
Il vecchio diploma di laurea di mio nonno, risalente al 1914, appare scolorito (sia nell'inchiostro, che nella cornice stampata in giallo), e temo che tenda a peggiorare. Quello di mio padre, risalente al 1946, sta scolorendosi solo nell'inchiostro.
Poiché si tratta di ricordi a cui tengo, Vi chiedo:
- c'è qualcosa che posso fare da solo (avendo una buona manualità) o rischio di far solo danni ?
- è meglio rivolgermi ad un esperto ? a che tipo di esperto, e dove lo trovo ?
Un saluto cordiale a tutti, e grazie anticipatamente.


Francesco Isola
Registrato Offline
Roberto Padoan
Settembre 24, 2010, 3:45pm Report to Moderator
Conservatore
Nuovo utente
Posts: 7
Location: Roma
Caro Donciccio,

io se fossi in te eviterei qualsiasi intervento diretto sui documenti.
Il processo di variazione cromatica degli inchiostri ha purtroppo poche possibilita’ (diciamo anche nulle) di poter essere invertito senza provocare danni ai substrati o agli altri media presenti. In passato venivano effettuati trattamenti chimici su documenti simili ma per fortuna questo tipo di interventi non vengono piu’ effettuati (almeno spero).

Quello che invece si pottrebbe fare sono due cose:

-     rallentare la reazione di degrado intervenendo sull’ambiente circostante;
-     ripristinare la cromaticita’ del documento ed il testo illeggibile tramite “restauro digitale”.

Premetto di non amare molto il termine “restauro digitale”, ma questo e’purtroppo sempre piu’spesso usato nel nostro ambito anche in contesti alquanto discutibili.
Comunque.....andando per ordine:

Per eliminare o ridurre le cause del problema nel tuo caso potrebbero esserci due soluzioni:

1-     Posizionare i documenti in una cornice conservativa (si e’ gia’parlato di questo argomento nel forum), eventualmente con una pellicola protettiva sul vetro per filtrare le radiazioni UV, avendo cura di non esporli su una parete dove vi sia troppa luce (sia naturale che artificiale). Inoltre non dovrebbero essere posti vicino a fonti di calore od umidita’. In effetti il problema della variazione cromatica non e’ detto che sia provocato unicamente dalla luce, potrebbe infatti essere causato da una combinazione di fattori (irradiazione luminosa, calore, umidita’).
2-     decisamente piu’ drastica ma migliore dal punto di vista conservativo sarebbe  la soluzione di non esporre i documenti, riponendoli  al buio all’ interno di una scatola conservativa in un ambiente asciutto dove non vi siano grandi sbalzi di temperatura.

Eventualmente prima di effettuare questo passo estremo potresti far fare una buona riproduzione fotografica che potrai poi stampare e posizionare all’ interno delle cornici originali. Attualmente un buon fotografo puo’ riprodurre i tuoi documenti con una qualita’ tale che noteresti la differenza con l’  originale solo ad una distanza di pochi centimetri dalla cornice. Questa operazione non dovrebbe costarti molto.

A questo punto entra in ambito il famigerato “restauro digitale”. Una volta fatte le foto sarai libero di farle modificare come meglio credi senza dover metter mano sui documenti originali. Questo significa che potrai migliorare il contrasto tra inchiostri e carta o modificare i colori tramite un programma di elaborazione di immagini (ad esempio Photoshop). Puoi farlo tu stesso o farlo fare al fotografo. Ad ogni modo assicurati che il fotografo (o tu stesso) produciate delle foto ad alta risoluzione, con un buon bilanciamento del bianco e non dimenticare di farti dare anche la versione digitale oltre a quella stampata.
Il risultato a questo punto e’che i tuoi originali saranno presevati per i tuoi nipoti mentre potrai godere delle copie tutti i giorni ed eventualmente regalarne una a qualche parente interessato. Inoltre se per caso dovesse accadere qualcosa ai tuoi originali (ad esempio se dovessero andare distrutti o semplicemente divenire illegibili) avrai sempre una immagine di buona qualita’ che rappresenta la loro condizione attuale.

Perdona la lunghezza della risposta ma la domanda pur essendo breve richiama un problema molto interessante.

Saluti
Roberto


Roberto Padoan
Registrato Offline
Replica: 1 - 2
DonCiccio
Settembre 24, 2010, 4:02pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
Grazie moltissime per la risposta completa ed esaustiva: seguirò - ovviamente - i tuoi consigli.
Cordialissimi saluti.
Francesco Isola



Francesco Isola
Registrato Offline
Replica: 2 - 2
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  vecchi diplomi di laurea

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE