Benvenuto, Ospite. Luglio 21, 2019, 12:33pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  documento caduti prima guerra mondiale Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

documento caduti prima guerra mondiale  (attualmente 1,896 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
licia
Ottobre 8, 2010, 11:03am Report to Moderator
restauro opere d'arte su carta
Utente anziano
Posts: 75
Location: Brescia
Buongiorno a tutti,
vi sottopongo questo "cadavere" riesumato per cui devo fare un progetto per un intervento di restauro conservativo.
Si tratta di un documento del 1920 circa, che sino ai giorni d'oggi è rimasto piegato, arrotolato e tumulato in un cippo commemorativo i caduti della prima guerra mondiale, posto all'aperto all'interno di un cimitero.

Ora...la carta ha subito tutte le interperie degli ulitmi 100 anni circa e si trova quindi in un pessimo stato di conservazione: le fibre sono spezzate e la consistenza è precaria (per essere spicci non sono riuscita nemmeno a srotolarlo minimamente causa la perdità/polverizzazione di frammenti). Non avendolo aperto non ho idea nemmeno cosa sia rimasto dell'originale documento.

Al momento devo trovare il modo per studiarlo/aprirlo, pensavo di creare una camera di umidificazione, nella speranza che le fibre reidratandosi, si ammorbidisca. e poi si vedrà...


consigli?

grazie

Licia


Licia Zorzella - restauro opere d'arte su carta -
Registrato Offline
Windows Live Messenger
gianlorenzo
Ottobre 8, 2010, 3:10pm Report to Moderator
conservatore e restauratore di libri e manoscritti
Utente anziano
Posts: 50
Location: conservatore di materiale librario, toscana
ciao Licia
qualche anno fa ho lavorato su un documento che dalla descrizione sembra molto simile a quello che hai te per le mani. il mio era una benedizione conservata arrotolata in una bottiglia all'interno di un intercapedine del muro di una parrocchia. la carta era feltrosa e fragilissima. avevo pensato anch'io ad una cella di umidificazione ma temevo di non riuscire a controllare bene l'umidificazione e ritrovarmi con materiale ancora più fragile.il documento l'ho disteso con impacchi di carta assorbente intrisi di acqua/alcool 30%/70%. ho quindi velato il verso con velo precollato con una soluzione di tre parti di Plextol 30, tre di E411 e quattro di acqua applicato ad alcool. ovviamente gli inchiostri erano tutti stabili! il velo giapponese era leggerissimo, 3,7gr./m2, quindi nessun rischio di coprire il testo. a ripensarci ora avrei dovuto velare anche il recto perchè considerato quanto fosse fragile il documento, non gli avrebbe fatto male. per fissare i sollevamenti di fibre e ridare una sorta di ricollatura ho applicato Klugel g al 0,5 % in alcool sul recto. considerato che c'erano problemi di muffe ho limitato l'uso di acqua allo stretto necessario cioè alla fase di spianamento del documento. il risultato finale era stato buono ma considera che potresti trovarti nella necessità di dover velare sia recto che verso. se puoi allega una foto. intanto ne allego una io così ti fai un'idea di come fosse ridotto il mio documento.spero che ti sia di aiuto!
a presto



Allegati: 2006_0317mscaldiero0001_6107.jpg
Dimensione: 137.65 KB



gianlorenzo pignatti
Registrato Offline
Replica: 1 - 3
licia
Ottobre 12, 2010, 4:38pm Report to Moderator
restauro opere d'arte su carta
Utente anziano
Posts: 75
Location: Brescia
purtroppo al momento non ho fotografie, perchè sono ai preliminari e il docuemento non è nelle mie mani. Dalla tua immagine e dalla tua descrizione trovo parecchie similitudini.  

In realtà, non avendo particolari e ricche attrezzature, pensavo di realizzare la "cella di umidificazione"  con del goretex/carta assorbenti umide e una delle vasche per il lavaggio rovesciata...nulla di potente insomma, ma sicuramente di lunga preparazione e con passaggi graduali molto lenti; il metodo non dovrebbe quindi essere molto distante da quello che hai impiegato tu. Il fatto che per te sia funzionato è già buona cosa, dovrebbe funzionare anche nel mio caso. Forse però il tuo documento era semplicemente arrotolato?
Altra domande cos'è l'E411? Non hai avuto problemi di solubilità degli inchiostri foderando la carta?
grazie
licia


Licia Zorzella - restauro opere d'arte su carta -
Registrato Offline
Windows Live Messenger Replica: 2 - 3
gianlorenzo
Ottobre 12, 2010, 6:40pm Report to Moderator
conservatore e restauratore di libri e manoscritti
Utente anziano
Posts: 50
Location: conservatore di materiale librario, toscana
ciao
il documento era arrotolato e pieno di fratture. con santa pazienza e pezzo per pezzo alla fine tutto il documento si è disteso e dopo il ricollocamento dei frammenti le lacune erano veramente poche. è una resina acrilica e la ricetta è di patologia. dai un occhio a questo link per sapere qualcosa di più http://www.icpal.beniculturali.it/allegati/Resine.pdf
la mia grossa fortuna è stata non avere avuto inchiostri solubili ma in questo caso potresti pensare se applicare il velo a caldo invece che a solvente. se i tuoi inchiostri non sono per niente stabili o ti spolverano allora è già un problema riuscire ad umidificare per srotolare il documento. se poi la carta è molto porosa rischi che ti sanguinino alla grande! in questo caso non saprei cosa consigliarti. forse aspettare di avere il pezzo fra le mani è la cosa principale, così non ti fasci la testa prima del tempo. buon lavoro!
g


gianlorenzo pignatti
Registrato Offline
Replica: 3 - 3
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  documento caduti prima guerra mondiale

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE