Benvenuto, Ospite. Ottobre 26, 2020, 9:01am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro ligneo  ›  Prodotti naturali a basso impatto Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 3 Ospiti

Prodotti naturali a basso impatto  (attualmente 1,869 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
marco.giannini@email.it
Marzo 23, 2011, 12:24am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
Ciao a tutti.
Ho restaurato vecchi mobili e ne ho ho fatti di nuovi.
Li ho trattati con olio di tung diluito al 30% con limonene e poi pensavo di finirli a cera

L'olio di tung da un'aspetto molto opaco e puzza tremendamente anche dopo settimane.
In piu crea una patina sopra (credo polimerizzi forse perchè c'è umidità in questo periodo?)
Dovrei fare qualche diluizione con qualche altro olio?
Insomma per avere un discreto risultato di trattamento usando prodotti naturali cosa devo fare?
Che altre soluzioni ci sono?(a casa ho riscaldamento a pavimento e credo sia importante in questo caso non avere a terra dei legni trattati con cose non naturali)
aspetto consigli e pareri !
grazie

Marco Giannini
Registrato Offline
cinnabarin
Marzo 23, 2011, 6:07pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
la strada delle vernici naturali è ampia e ben documentata, gommalacca, sandracca e mescolanze di queste danno finiture anche molto lucide e certamente possono rientrare nei canoni che ricerchi.

la finitura a cera è un altra e quella delle vernici ad oli un altra ancora.  personalmente sui manufatti che restauro uso solamente gommalacca o cera all'interno di queste categorie.



roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 1 - 6
cinnabarin
Marzo 23, 2011, 6:07pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
la strada delle vernici naturali è ampia e ben documentata, gommalacca, sandracca e mescolanze di queste danno finiture anche molto lucide e certamente possono rientrare nei canoni che ricerchi.

la finitura a cera è un altra e quella delle vernici ad oli un altra ancora.  personalmente sui manufatti che restauro uso solamente gommalacca o cera all'interno di queste categorie.



roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 2 - 6
marco.giannini@email.it
Marzo 24, 2011, 8:30pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 2
Grazie per il tuo parere che sarà sicuramente autorevole.
Senti dunque fare un mobile solamente a cera potrebbe essere buono?
Non   è poco protettiva solo cera?
Tu se fai solo a cera come fai?
che procedure?quante mani?

grazie
Marco giannini
Registrato Offline
Replica: 3 - 6
robertocamurri
Maggio 28, 2011, 2:05pm Report to Moderator
Utente ospite
Se vuoi fare una bella  verniciatura, a cera e carnauba e pietra pomice e trementina, io faccio così:
Preparo bene il legno, poi  lo tingo, poi  spargo sulla parte che voglio verniciare abbondante cera  fluida tipo yogurt  , poi spargo la pietra pomice e comincio a lavorare questa miscela con energia sul mobile con un spazzola di peli di nylon non troppo dura, o uno straccio di blue jeans   in modo che la pietra  pomice e la cera miscelandosi  chiudano il poro, e formino uno strato, poi tolgo l'eccesso di cera, pareggiando le asperità, creando una superficie  liscia, pari.
A questo punto preparo un tampone con tela grossa lo impregno di trementina, non troppa,troppa toglierebbe la cera, ma il sufficiente per ammorbidire la cera e stenderla e comincio a lisciare la cera e la pomici che ho sparso prima,formando una miscela di cera, pietra pomice, trementina che andranno a chiudere il poro e la trementina avrà anche azione azione antitarlo, essendo un olio essenziale volatile, lisciare non togliere, stendere.
Se si accumula della cera sul tampone toglierla, o cambiare la tela grossa .
Aspettate un giorno o due poi passate con un panno morbido che non perda il pelo. lisciate.
Poi cospargete  uno strato, sottile di cera e carnauba, più densa, come consistenza della prima mano e cominciate a stendere, facendone  un pezzo alla volta,perchè se fate tutto il mobile può succedere che la cera diventa dura e sarà dura tirarla.... aspettate una giornata o due poi cominciate a lucidare, con un panno morbido che non perda il pelo.ho finito.
Registrato
E-mail Replica: 4 - 6
robertocamurri
Maggio 28, 2011, 2:14pm Report to Moderator
Utente ospite
nella seconda mano posso anche finire la lucidatura,  che l'effetto diventa come una verniciatura a tampone, ma questo dipende dalla preparazione della miscela  
cera - carnauba- trementina.
Io uso cera di api gialla, o marroncina se dentro c'è la propoli.
Registrato
E-mail Replica: 5 - 6
chermes
Giugno 3, 2011, 7:00pm Report to Moderator
restauratrice
Utente Attivo
Posts: 47
puoi anche mettere nel tampone un poco di gommalacca molto diluita, e fare il lavoro di riempimento pori col tampone la pomice e la cera, è molto bello l'effetto finale.
Tutto questo lo puoi dare sopra la vernice agli olii.


luciana mao
Registrato Offline
Replica: 6 - 6
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro ligneo  ›  Prodotti naturali a basso impatto

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE