Benvenuto, Ospite. Gennaio 19, 2019, 6:00am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro metalli  ›  Scelta solvente per restauro obiettivo antico Moderatori: admin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Scelta solvente per restauro obiettivo antico  (attualmente 1,596 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
paolinop
Agosto 10, 2011, 2:02pm Report to Moderator
hobby restauro obiettivi d'epoca
Nuovo utente
Posts: 1
Location: Bologna
Sono appassionato di obiettivi antichi, e sto cercando di restaurarne uno molto vecchio: un Baush & Lomb da banco ottico prodotto nell'ultimo quarto del 1800.
Purtroppo l'ottone ha prodotto molto ossido, che ha bloccato filetti e viti, alcune delle quali hanno pure la testa rovinata. Quindi non riesco a smontare la ghiera del diaframma, che è bloccata.
Sono riuscito con molta fatica ad aprire l'obiettivo più o meno a metà, avendo accesso a tutte le lenti, che ho pulito.
Fortunatamente la zona del diaframmma può essere immersa in un solvente, per cercare di sbloccarne il meccanismo. Posso evitare di immergere le lenti, ma purtroppo all'interno della zona da pulire ci sono moltissime sottili lamelle del diaframma, realizzate in resina fenolica (a quanto mi è stato detto).
Un restauratore americano mi ha detto di aver usato con successo lo Xylene, che non dovrebbe sciogliere le lamelle, ma intaccare lubrificante indurito e ossido.
Cercando si un sito per la vendita di prodotti da restauro, ho visto che lo Xylene/Xilolo è stato sostituito da altre sostanze, a causa della sua tossicità.
Che solvente mi consigliate?
Dovrebbe essere abbastanza aggressivo su lubrificanti che hanno fatto la "gomma" e sulle ossidazioni, mentre dovrebbe non attaccare le lamelle in fenolico, e magari anche la finitura in gommalacca del barilotto in ottone.
Sulla finitura in gommalacca non sono assolutamente sicuro, potrebbe essere stata usata una lacca relativamente più "moderna", ma dato che dovrebbe essere stato prodotto attorno al 1880/1890, la prima soluzione sembra la più probabile.
Immagino che molti di voi possano essere in grado di darmi un suggerimento .
Se per la "diagnosi" servono ulteriori dettagli, sono a disposizione...
Grazie

  saluti

     CJ


Paolo Servadei
Registrato Offline
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro metalli  ›  Scelta solvente per restauro obiettivo antico

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE