Benvenuto, Ospite. Aprile 20, 2021, 8:44pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  Specialistica in Francia dopo diploma triennale co Moderatori: Adamantio
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Specialistica in Francia dopo diploma triennale co  (attualmente 3,631 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Veranike
Settembre 12, 2011, 10:14am Report to Moderator
studente
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Verona
Ciao,
sono Veronica, studentessa di un corso triennale in restauro (ogni anno verteva su un materiale diverso: tele tavole, lapideo, ligneo).

    Mi chiedevo se esiste la concreta possibilità di iscriversi ad una laurea specialistica in Francia, pur avendo conseguito un diploma rilasciato da un'Accademia di Belle Arti: il dubbio emerge dal fatto che come ben si sa questo titolo non risulta legalmente riconosciuto in Italia, quindi all'estero potrebbero esserci più di semplici difficoltà burocratiche per accedere ad un corso universitario (ad esempio all'interno di una facoltà di Beni Culturali) ?

    C'è nessuno che è riuscito nell'impresa/può darmi delucidazioni per evitare scelte poco lungimiranti?

Sareste veramente di grande aiuto,
                     grazie dell'attenzione

Veronica
Registrato Offline
cinnabarin
Settembre 12, 2011, 5:50pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
scusate se mi intrometto fuori dalla mia sezione ma non capisco come si possa dire che il diploma di accademia non è legalmente riconosciuto; da diplomato in accademia posso garantirti che non solo è legalmente riconosciuto ma è valido all'iscrizione universitaria. la legge di riferimento è la del 21 dicembre 1999, n.508.  (in questo e in altri paesi dove la formazioen artistica è una facoltà come le altre senza troppe discriminazioni).
Ho già sentito di facoltà o di segreterie  che fanno resistenze, ma a quel punto una strigliata non glie la leva nessuno, perchè non spetta alle segretarie universitarie di interpretare  le leggi dello Stato.
So per certo di persone con la laurea in accademia iscrittesi alla specialistica in storia dell'arte o beni culturali o come si chiama oggi. Può  giovare che la segreteria della tua accademia comunichi con la segreteria dell'università dove ti  vuoi iscrivere, diversamente che ti mettano nero su bianco il  perchè rifiutano di iscriverti.
Quello che invece , per quanto ne sò non hanno mai fatto, sono i decreti attuativi della legge 508 di riforma delle accademie, in sostanza nella parte in cui stabiliscono a QUALE laurea sono equipollenti. Ma qui è più roba afferente ai concorsi pubblici in cui viene genericamente richiesta la laurea. Ma qui mi fermo perchè non ho mai approfondito.

spero ti sia utile.....mi raccomando: mai più dire o scrivere che il diploma accademico non è riconosciuto legamente, perchè oltre a non essere vero alimenta la strana ( e a mio parere pure ingiusta) discriminazione del titolo che possiedi. La formazione in accademia ha tanti difetti, ma certamente non è dissimile da tante altre realtà della misera condizione del pubblico esercizio. AI diplomati in accademia di certo non manca la cultura di base negli argomenti storico artistici, nè la manualità, nè l'apertura mentale necessaria all'autoapprendimento.il resto viene da sè.

Per la cronaca nel concorso del 1978 per l'assunzione di restauratori presso il MIBAC, il diploma in pittura o scultura (allora non ancora laurea) era considerato equivalente a quello rilasciato dall'istituto centrale per fini di quel concorso....un pò cambiate le cose nel frattempo....


infine MANCA LA FIRMA!!!!!


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 1 - 4
Veranike
Settembre 12, 2011, 6:09pm Report to Moderator
studente
Nuovo utente
Posts: 3
Location: Verona
Con non legalmente riconosciuta intendevo che non ha il valore di una laurea all'interno dei concorsi pubblici (la definizione esatta era equipollenza orizzontale), mentre so che è equiparabile ad una laurea dal punto di vista scolastico e permette il passaggio a facoltà universitarie, come giustamente mi faceva notare.
Infelice errore da parte mia...
Detto ciò se volessi cercare una specialistica all'estero non dovrei incappare in difficoltà di questo tipo.. Ma il dubbio si pone sempre, perciò chiedevo maggiori chiarimenti, se possibile da qualcuno che avesse deciso di intraprendere una scelta simile .

Mi scuso tanto anche per la firma..

Veronica Brunetto
Registrato Offline
Replica: 2 - 4
cinnabarin
Settembre 12, 2011, 9:08pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
ok, no problem e diamoci del tu.

ciao


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 3 - 4
gianlorenzo
Settembre 29, 2011, 9:05pm Report to Moderator
conservatore e restauratore di libri e manoscritti
Utente anziano
Posts: 50
Location: conservatore di materiale librario, toscana
ciao Veronica
scusa la domanda cretina ma hai chiesto direttamente presso la Facolta' francese?
al di la di qualsiasi consiglio te possa ricevere una specialistica all'estero non ha niente di poco lungirimante, anzi e' una scelta coraggiosa. quindi un sincero in bocca al lupo
g


gianlorenzo pignatti
Registrato Offline
Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    CORSI E FORMAZIONE    Studenti  ›  Specialistica in Francia dopo diploma triennale co

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE