Benvenuto, Ospite. Dicembre 10, 2018, 8:09am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Ritocco pittorico e tecniche artistiche  ›  colori alchilici Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

colori alchilici  (attualmente 4,124 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
restauronapoli
Novembre 20, 2011, 7:24pm Report to Moderator
Utente medio
Posts: 21
Salve , vorrei avere delle informazioni riguardo i colori alchilici. Mi č capitato di vederli usare in un   laboratorio per il ritocco pittorico di tavole e tele. Siccome sono molto scettico rispetto a colori che non siano   acquerelli o colori a vernice, sarei curioso di sapere di che natura sono i colori alchilici e che effeti possono avere sui dipinti. A me sembravano ,come consistenza, molto simili ai colori ad olio. Vi sarei veramente grato per qualsiasi notizia e informazione al riguardo.


luigi di napoli
Registrato Offline
restauronapoli
Dicembre 29, 2012, 12:11pm Report to Moderator
Utente medio
Posts: 21
Qualcuno sa rispondermi?? Grazie


luigi di napoli
Registrato Offline
Replica: 1 - 3
Adamantio
Dicembre 29, 2012, 4:17pm Report to Moderator
Dottore in Chimica - Consulente Restauro
Posts: 933
Location: Torino e Aramengo (AT)
I colori alchilici sono cosė denominati in quanto si basano sull'uso di resine alchiliche quali leganti pittorici. Presentano effettivamente una ottima affinitā con gli oli (che comunemente fanno parte delle formulazioni dei colori alchilici stessi). Rispetto ad una pittura ad olio presentano minor tendenza all'ingiallimento e tempi di asciugatura pių rapidi. Per avere maggiori informazioni ti consiglio di leggere qui: [url] http://cameo.mfa.org/materials.....n=&Search=Search [/url]

Comunque, per un uso nel restauro pittorico tradizionale come lo concepiamo in Italia, temo che presentino dei limiti. Non mi vengono in mente fonti di dati certi a riguardo, ma immagino che abbiano una minore reversibilitā nel tempo rispetto ai colori a vernice. Non escluderei comunque il loro uso in situazioni particolari (ad esempio: restauro di un automobile, restauro di parti che sono in esterno, restauro di materiale pittorico con particolari esigenze, restauro di opere del XX secolo con problematiche materiche, etc.).

Sperando di esserti stato utile anche se ci ho messo un po' a rispondere, ti mando un saluto e un augurio di buon anno!


Marco NICOLA
MODERATORE AREA AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

Conservation Scientist - Diagnosta dei Beni Culturali
Analisi chimiche, chimico-fisiche, petrografiche, biologiche... e ricerche per lo Studio, la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Artistico
sito: http://www.adamantionet.com

Registrato Offline
Sito Replica: 2 - 3
restauronapoli
Agosto 2, 2013, 2:48pm Report to Moderator
Utente medio
Posts: 21
grazie per le delucidazioni!


luigi di napoli
Registrato Offline
Replica: 3 - 3
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print


Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE