Benvenuto, Ospite. Dicembre 5, 2019, 6:45pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Temi in generale  ›  Un vostro parere su due tele Moderatori: cinnabarin
Utenti presenti
No Members e 1 Ospiti

Un vostro parere su due tele  (attualmente 1,385 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
alfaarte
Marzo 30, 2012, 5:43pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Buongiorno, sono nuovo del Forum. Non sono un restauratore ma sono stato attratto dal Forum
per la competenza che ispira, vorrei avere un aiuto per ripulire e riverniciare due tele di un mio amico.

I quadri provengono da una cappelletta di un paesino sperduto di montagna.

Ho cercato di risalire a qualche informazione di carattere storico e di provenienza, ma le uniche risposte in merito sono state che i quadri da sempre si trovano in quel sito esposte alla devozione dagli abitanti del luogo in occasione della festa dell'Assunta.
Anche se molto mal ridotti, in particolar modo quello riguardante la Madonna, mi sembrano molto belli.

Oltre alle riproduzioni dei quadri per intero (cm. 58x62) e di alcuni dettagli in primo piano, ho dedicato una serie di scatti per evidenziare le cimose delle tele (potrebbero essere stati tagliati da un unico quadro più ampio?) e quei particolari tracciati sui bordi cosa suggeriscono? A me sembrano una grisaglia, in particolare si nota in corrispondenza dei gigli dell'angelo. Da notare che la pittura delle ombrè andata in cracle a causa penso delle lacche mentre gli abbozzi biaccosi hanno resistito, questo fa pensare si tratti di un olio.

Mi piacerebbe tanto sapere di che periodo e di quale autore o scuola potrebbero essere, inoltre poter avere anche un vostro parere su ccome procedere con un restauro.

Qui potete trovare le immagini di queste tele:
http://www.sendspace.com/file/bme297

Vi ringrazio se potete darmi informazioni, suggerimenti. Grazie


Emanuele Bartolini grafico pubblicitario
Registrato Offline
cinnabarin
Marzo 31, 2012, 7:05pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
ci sono diverse cose da affrontare su messaggi di questo genere

1- manca la firma completa di nome  e cognome, che è assolutamente indispensabile per scrivere nel forum

2- le foto le puoi allegare al messaggio, personalmente non mi piace scaricare file sconosciuti da siti di quel genere.

3-il tuo amico le tele della "cappellina" le ha avute in modo regolare?

4- mi chiedo a cosa servano i restauratori se chiunque può improvvisarsi tale chiedendo qua e là consigli, che non potranno mai fornire il bagaglio essenziale , anche minimo, con cui affrontare questa professione, per piacere astieniti da qualsiasi intervento e rivolgiti a un professionista. Inoltre nessun forum potrà mai sostituire la formazione (attualmente si parla di percorso universitario quinquennale, giusto per capirsi.....) Molto spesso, le opere arrivano nei laboratori di restauro dopo che improvvisati interventi, con le loro inevitabilmente devastanti conseguenze , hanno cancellato in pochi minuti quello che nè il tempo, nè cataclismi erano riusciti a cancellare.

5- il risultato di interventi di persone che si imporovvisano restauratori, sono spesso privi della minima decenza, con evidenti e repentini fenomeni di alterazione ancora più gravi dei danni ai quali intendevano rimediare...da qui l'assoluta necessità di sconsigliare pratiche improvvisate.

6- la pulitura dei dipinti coinvolge argomenti che necessitano di un centinaio di ore di lezione MINIMO per essere compresi, la messa in pratica è poi tutta un altra cosa. La verniciatura analogamente coinvolge argomenti molto complessi.





roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 1 - 6
alfaarte
Aprile 1, 2012, 10:11am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Ciao,
1 come vedi ho provveduto alla firma completa di nome  e cognome,

2 Ho messo le foto sul sito solo per metterle alla miglior qualit� possibile, se volete le posso postare qui dentro ma solo se
c'� interesse a rispondere.

3 S� le ha avute in modo regolare.

4- Non volevo sminuire la professionalit� dei restauratori solo avere qualche consiglio per fare una pulitura almeno


5-S� � vero che il fai da te pu� essere dannoso questo lo so.

A me avrebbe fatto piacere avere almeno un parere sull'epoca dei dipinti, per quanto sia possibile averlo a distanza, dopo di che comunicherei al mio amico se vuole farsi fare una vera expertise e poi un restauro professionale e poi decida lui cosa fare.


Emanuele Bartolini grafico pubblicitario
Registrato Offline
Replica: 2 - 6
cinnabarin
Aprile 1, 2012, 5:51pm Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
grazie di aver inserito le informazioni richieste, molto spesso non si hanno risposte.

La pulitura come ti dicevo è una delle operazioni più complesse, quella che in genere procura i danni maggiori. Sinceramente non posso darti info base.

Le due opere mi pare che siano anche di buona fattura.Nessuna consulenza a distanza (cosa che tra l'altro non facciamo) può sostituirsi alla competenza delle persona che esegue il lavoro e capisce il comportamento dei materiali usati sulla stratificazione.

Se il tuo amico ha intenzione di fare un restauro professionale, tanto vale evitare possibili danni e costi maggiori, sinceramente non capisco la necessità di interventi casalinghi.

Sull'epoca e natura dei manufatti non mi sbilancio, ma sembrano frammenti di un dipinto più grande.


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 3 - 6
alfaarte
Aprile 2, 2012, 12:44am Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
In realtà siamo partiti con l'idea di pulirlo ma ora sto pensando di convincerlo a rivolgersi a professionisti. I miei studi non sono sul restauro ma ho fatto l'Accademia di Belle Arti e sono appassionato di pittura e storia dell'arte. Di restauro sono andato a leggermi il Piva (ha scritto un manuale che è anche riassunto nel suo trattato di pittura) e in effetti anche lì si afferma quanto dici. Ti ringrazio per l'opinione sulla pittura.


Emanuele Bartolini grafico pubblicitario
Registrato Offline
Replica: 4 - 6
cinnabarin
Aprile 2, 2012, 7:11am Report to Moderator
restauratore - consiglio direttivo Cesmar 7
Posts: 805
Location: Milano-Varese
il Piva...molto interessante ma decisamente fuori , e di molto, dalle attuali metodologie di intervento, se intendi il manuale di tecnica pittorica, se intendi il manuale di restaurp quello è stato scritto da secco suardo nel 1866, uno dei miei testi preferiti, ma ancora più datato, e certamente non proponibile.

Per farti capire: prima di tutto si deve avere un idea della tipologia di sporco\materiale filmogeno da rimuovere (con due operazioni distinte) la prima facendo uso di tensioattivi e chelanti in bassa concentrazione (0,5-1%) la seconda dopo test di solubilità condotto con miscele solventi basate sul triangolo di Teas (test di feller e seguenti)con miscele di solventi non semrpe reperibili al di fuori dei circuiti dei materiali per restauro (non quegli orrendi prodottini "da restauro" che i colorifici propinano con esagerata leggerezza)  però solo dopo aver fatto la pulitura di superficie. Nel tuo caso mi pare che sia pure necessario consolidamento del colore, altrimenti non si può fare nessuna pulitura.
Qui la cosa si complica un pochino, perchè ovviamente occorre avere un idea di cosa serve per pulire...  a pulitura vera e propria poi viene decisa sulla base dei risultati del test, gelificando le miscele solventi, o cercando altri mezzi nel caso le miscele non fossero arrivate alla pulitura desiderata (qui ci vuole anche un pò di sensibilità, che si acquisisce con il tempo, a non esagerare con la pulitura perchè poi non deve sembrare nuovo). In molti casi si scopre che le miscele che funzionano, sono eccessivamente pericolose, troppo polari, quindi vanno addensate in solvent gel, o altri mezzi. oppure sono presenti più vernici quindi servono diversi passaggi con miscele diverse.
oppure richiedono aggiunte di sloventi ancora più forti come i dipolari aprotici, e qui si apre lo spettro della ritenzione e del pericolo per l'operatore, e della possibile asportazione di componenti del dipinti, fenomeno comunque già relativo anche alle miscele più polari del test. Vale poi sempre la pena di provare un resin soap (saponi resnosi ottnuti salificando Acido abietico o acido deossicolico con trietanol ammina, e addensati....in un strada parallela, ci sono puliture basate sulla variazioen di PH, soluzioni tampone, gel di carbopol a vari Ph.....

tutto questo si inserisce in una gabbia costituita dalla teoria del restauro, dal fatto che si interviene su un bene culturale, cioè un manufatto del passato che è portatore di certi valori, che si intende trasmettere al futuro, possibilmente integri. Su questo aspetto di parla di atto critico. L'intervento non è e non potrà mai essere predeterminato, essendo l'opera d'arte un unicum, ma serve una progettazione , il restauratore deve essere come un sarto che ritaglia su misura delle esigenze di quel manufatto, il vestito dell'intervento conservativo, e a mio parere deve farlo nel massimo rispetto, e nella più completa ed aggiornata conoscenza  possibile delle modlaità di intervento, per avere la disponibilità di mezzi e materiali da adattare al singolo caso....


roberto bestetti
Registrato Offline
Replica: 5 - 6
alfaarte
Aprile 3, 2012, 2:33pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Decisamente molto complicato tutto quanto esposto. Ti ringrazio, per le risposte, mi saranno utili per convincere il mio amico a fare un restauro professionale.


Emanuele Bartolini grafico pubblicitario
Registrato Offline
Replica: 6 - 6
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    RESTAURO DIPINTI    Temi in generale  ›  Un vostro parere su due tele

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE