Benvenuto, Ospite. Marzo 26, 2019, 11:14pm Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  cuciture d''archivio disordinate Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

cuciture d''archivio disordinate  (attualmente 1,881 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
stella mimmotti
Aprile 15, 2014, 6:15pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
ciao a tutti,
ho un problema con dei volumi di archivio della meta del 1600 circa. Il problema in realtà è sulla cucitura: disordinata caotica e priva di logica...fatta a caso direi.
I fascicoli (7 -8 per volume) sono cuciti senza supporto direttamente sulla coperta in pasta di cartone, i punti sono disordinati (non tutti alla stessa altezza come accade per esempio quando si cuce su nervi), alcune volte più fascicoli sono cuciti con un unico filo altre volte ogni fascicolo ha una cucitura autonoma.
All'interno di questi fascicoli principali ci sono tantissimi altri fascicoli alcuni semplici bifogli altri volte anche fascicoli di 30-40 pagine, le cuciture di questi alcune volte si agganciano a quella principale, altre volte si legano malamente ai fascicoli principali con nodi e nodini, altre volte sono cuciti direttamente alla coperta.
Ho fatto foto, preso appunti e tentato di riprodurre la cucitura con schemi e disegni ma...non ho il coraggio di smontare i volumi perchè poi non so come devo ricucirli.
Tento, per quanto possibile, di riprodurre la cucitura originale nonostante la "fragilità" (i dorsi i corrispondenza dei fori di cucitura sono laceri) oppure cerco di rendere più ordinata e funzionale la cucitura perdendo di fatto una delle caratteristiche di questi volumi?  non so quello che fare....idee?
grazie Stella
Registrato Offline
eflaia
Aprile 28, 2014, 12:58pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Salve,
Lavorando in un archivio ho ben presente il problema che devi affrontare.
Vorrei dirti di comprendere la tua perplessità: alterare o meno un manufatto originale che è giunto fino ad oggi... Si tratta di una storia vecchia e attualissima per ogni restauratore.
Dopo anni di lavoro posso dirti che, senza dubbio, le priorità di un archivio vertono sulla possibilità di conservare le informazioni e sulla fruibilità delle stesse.
Non ha senso pensare di riprestinare una cucitura, molte cuciture o persino legature se poi il risultato finale compromette la solidità della struttura e in fin dei conti non migliora la conservazione del bene culturale.
Infatti, se non espressamente specificato nel contratto oppure nello statuto dell'istituzione, gli interventi di restauro non sono di recupero archeologico ma dovrebbero consistere nella produzione di strutture solide per evitare danni al materiale scritto. Tieni presente che se il materiale DOPO il restauro non si presentasse sufficientemente solido e fruibile rischi che la commissione di valutazione (se ci fosse) potrebbe bocciarti il lavoro oppure rischi di farti cattiva fama.
Ci sono evidentemente eccezioni: certamente il problema verte su quanto è sentito pregiato l'aspetto della cucitura (anzi di quelle particolari cuciture) nel pensiero degli archivisti. Un conto è avere un manoscritto che si sospetta essere stato cucito da Leonardo da Vinci in Persona (tanto per dire) altra cosa è avere una serie di 1000 pezzi cuciti male come quelli che hai tu, magari poco consultati perché copie, ecc.: cambiare il sistema di cucitura a qualche decina o persino qualche centinaia di unità archivistiche non altererà più di tanto l'apetto della serie (parlo di cucitura, non di coperta) né la sua comprensione generale.
Ma per essere corretti questa decisione non dovrebbe spettare a te.
Aver fatto un'adeguata documentazione della cucitura dovrebbe essere sufficiente: a questo punto dovresti parlare con gli archivisti illustrando le modalità frettolose e la struttura raffazzonata prodotta anticamente. Certamente ti sarà chiesto quali opzioni si presentino, cioè se convenga riproporre una struttura fac-similare o sostituirla con una più razionale e resistente. A questo punto dovresti chiedere cosa vogliono loro, a parità di prezzo, menzionando il fatto che la struttura fac-similare probabilmente non è così robusta coma una eseguita con razionalità. Sono abbastanza sicuro di indovinare in che direzione andrà la loro risposta. Quasi certamente i registri/volumi non rappresentano l'intera serie archivistica  e quindi rimarrà comunque una certa traccia della struttura originale nella tua documentazione (che potrai offrirti di donare/vendere/proporre per una pubblicazione) e nei pezzi anteriori o successivi della serie.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Saluti


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 1 - 2
stella mimmotti
Aprile 28, 2014, 9:17pm Report to Moderator
Nuovo utente
Posts: 9
Ciao Enrico,
grazie per risposta... hai centrato a pieno il problema e penso che seguirò i tuoi consigli. Magari cercherò di fare foto della cucitura più dettagliate possibile e di lasciare  appunti e schemi di cucitura precisi e aggiungerò nella scheda di restauro le motivazioni che mi hanno portato a modificare li tipo di cucitura.
Per quanto riguarda la possibilità di sentire il parere dell'archivista... sono io l'archivista dell'Archivio Diocesano della mia citta! io un certo senso "me la canto e me la suono per conto mio!" nel bene e nel male aggiungerei (tanti ruoli: archivista, restauratrice...addetta alle pulizie ) !
Grazie ancora a presto stella
Registrato Offline
Replica: 2 - 2
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  cuciture d''archivio disordinate

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE