Benvenuto, Ospite. Settembre 21, 2019, 1:25am Per favore esegui il login o o registrati.
Forum Login
Username: Crea un nuovo Account (nome utente)
Password:     Password dimenticata

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  Conservazione stampe Moderatori: alessandro sidoti, eflaia
Utenti presenti
No Members e 2 Ospiti

Conservazione stampe   (attualmente 2,696 viste) Print
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
menone
Luglio 14, 2016, 11:41am Report to Moderator
Docente
Nuovo utente
Posts: 3
Buongiorno a tutti,
premettendo che il miglior modo per la conservazione delle stampe sarebbe quello del loro deposito in fascicoli opportunamente separati, mi chiedo invece quale possa essere il modo migliore per conservarle in cornice (soprattutto stampe di una certa dimensione che meritano di essere esposte). Negli ultimi tempi ho letto molto riguardo all'incorniciatura conservativa, constatando però anche varie contraddizioni. Mi sembra di capire che, per permettere alla carta di respirare, debba essere lasciato uno spazio opportuno tra vetro e carta. In tanti però (anche corniciai esperti) propongono un'incorniciatuta a doppio vetro per esaltare al meglio la stampa "nuda" (priva di passepartout) e per mantenerla al contempo stesa. Vorrei pertanto chiedervi quale deve essere il modo migliore per incorniciare e conservare al meglio un'incisione. Grazie.


Chiara Pepe
Registrato Offline
eflaia
Luglio 16, 2016, 11:29pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
Premetto che i corniciai sono corniciai e non restauratori.

A costo di sembrare poco originale sono dell'idea che la realizzazione di un passepartout in cartoncino DUREVOLE PER LA CONSERVAZIONE sia la cosa migliore da farsi.
Il fatto che la stampa, o in genere l'opera d'arte, non debba stare a contatto con il vetro o il plexiglass dipende da vari fattori. Certamente non solo dalla "respirazione", un termine un po' goffo forse dire che uno strato d'aria tra l'opera e il vetro permette che eventuali fenomeni di condensa non deteriorino rapidamente l'opera stessa. Mi è capitato di trovare stampe del tutto aderenti al vetro cui erano state appoggiate.
A parte quindi ovvie considerazioni sulla protezione dell'oggetto, sulla possibilità di renderne manegevole lo spostamento (traslochi? cambio di arredamento? di gusti? un soggetto più interessante?)
Inoltre il passepartout permette di ovviare a molte imperfezioni della carta
Oltre che l'incorniciatura andrebbe valutato l'ambiente di conservazione (scartando pareti perimetrali, cappe di camino, illuminazione diretta e amenità del genere che piacciono tanto agli amatori ma che deteriorano così tanto le loro opere).
E certamente va valutata l'opera stessa: la parte posteriore, il verso, è rilevante? Se la risposta fosse positiva anche quest'aspetto potrebbe essere debitamente valorizzato con un passepartout aperto da entrambe le parti.
Posso infine accennare al fatto che non tutti sanno fare bene i passepartout e non tutti hanno a disposizione i cartono durevoli per la conservazione: inserire una stampa tra due pezzi di vetro è comunque una lavorazione più facile per chi non ha voglia di sforzarsi troppo.


Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 1 - 4
menone
Luglio 17, 2016, 7:10am Report to Moderator
Docente
Nuovo utente
Posts: 3
Gent.mo Enrico,
grazie per l'esaustiva risposta. È interessante l'aspetto del passepartout anche sul retro. I corniciai affermano sempre di applicare sul fondo un cartoncino antiumidità e io mi sono sempre attenuta a questa procedura standard passepartout/cartoncino sul retro (chiuso con la classica carta giglio per evitare polvere). Non ho mai invece pensato al doppio vetro nudo e crudo.
Riepilogando, quale sarebbe secondo te il modo migliore per incorniciare una stampa di grandi dimensioni lasciando a vista anche il retro? Se non ho capito male, proponi un doppio vetro e i due passepartout fronte/retro facendo valere questi ultimi come distanziatori? Nel caso in cui invece l'incisione non presenti nulla sul retro, consigli di poggiarla su un cartoncino o sullo stesso vetro (facendo in questo caso sempre un doppio vetro)? Grazie infinitamente per l'aiuto!


Chiara Pepe
Registrato Offline
Replica: 2 - 4
eflaia
Luglio 17, 2016, 6:59pm Report to Moderator
Resp. laboratorio conservazione e archivista
Posts: 327
Location: Roma
A scanso di equivoci, anche perché la terminologia utilizzata è molto amatoriale, preferisco postare qualche schema.

Come si può vedere l'opera è agganciate al supporto in cartoncino conservativo (100% di pura cellulosa ottenuta da stracci) tramite alcune (non meno di due ma anche più, a seconda delle dimensioni) brachette. Al di sopra è posizionato il passepartout (sempre in cartoncino conservativo)  a sua volta a sua volta fissato al cartoncino di supporto.
Questa è la sistemazione più classica in cui al verso dell'opera non c'è nulla che si vuole mostrare.
A questo punto l'intero sistema (supporto-opera-passepartout) può essere incorniciato. Eventuali errori del corniciao non dovrebbero, si spera, danneggiare l'opera.

Lo schema tratto da questa pagina:
https://www.nedcc.org/free-res.....-matting-and-hinging

Nel caso il verso dell'opera sia da mostrare (tutto o in parte) sarà possibile trattare il cartoncino di supporto come se fosse anch'esso un passepartout.
In generale, lo ribadisco, l'opera non vai mai appoggiata al vetro direttamente.



Allegati: passepartout_classico_3472.gif
Dimensione: 9.30 KB



Enrico Flaiani
Registrato Offline
Replica: 3 - 4
menone
Luglio 17, 2016, 9:47pm Report to Moderator
Docente
Nuovo utente
Posts: 3
Perfetto, grazie nuovamente.


Chiara Pepe
Registrato Offline
Replica: 4 - 4
1 Pagine 1 Raccommanda Thread
Print

Forum Restauro e Conservazione    ALTRI SETTORI    Restauro carta  ›  Conservazione stampe

Valutazione del tema
Non esiste attualmente alcuna valutazione
 

Powered by E-Blah Forum Software 10.3.3 © 2001-2008


tine.it



Pubblicazioni

Normativa

Bibliografie

Conservation bibliography

Appuntamenti


    CE