Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Fenomeni di umidita' e danni da sali  /  consolidare e desalinizzare
Spedito da: michelle, Aprile 15, 2010, 5:00pm
salve a tutti, nella cappella cimiteriale di famiglia c'è un altare in muratura a calce co :-/n stucchi in gesso, i sali dell'umidità di risalita hanno degradato parecchio l'intonaco rendendolo friabile e con parti in distacco. consultandomi con un restauratore professionista mi è stato consigliato il seguente intervento:
-preconsolidamento corticale con bario idrato,  e iniezioni di malta ad alta fluidità
-bariera chimica tipo flebo di soluzione polisilossano
-pulitura ed eventuale asportazione parti di intonaco non recuperabili
-impacco togli sali tipo cocoon
-applicazione di liquido "antisale" polimerico in solvente organico per impedire la migrazione di sali eventualmente non asportati con l'impacco
-ripristino intonaco mancante con calce idraulica naturale e finiture a base di grassello
avendo una conoscenza "amatoriale" del restauro non sono in grado di stabilire con certezza se  l'esecuzione è esatta, anche se mi lascia un pò perplessa il preconsolidamento con bario idrato e l'applicazione del liquido antisale avendo fatto l'impacco. aspetto con interesse un vostro parere
michela devoti(think) :-/
Spedito da: admin, Aprile 15, 2010, 5:49pm; Replica: 1
Condivido le tue perplessità anche perchè alcune formulazioni antisale potrebbero sortire uno spiacevole effetto antiadesivo nei confronti dell'intonaco
Spedito da: michelle, Aprile 16, 2010, 2:45pm; Replica: 2
per pre-consolidare non sarebbe meglio usare il silicato di etile oppure comprometterebbe troppo la sucessiva asportazione di sali con l'impacco? in quanto all'ammonio ossalato e la sua efficacia come consolidante? riesce a penetrare a fondo nel supporto? grazie
Spedito da: admin, Aprile 16, 2010, 9:06pm; Replica: 3
Puoi inserire una foto ?
Print page generated: Aprile 17, 2021, 7:27pm