Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Materiali lapidei naturali ed artificiali  /  restauro scala in pietra
Spedito da: mariocavinato, Giugno 30, 2005, 5:37pm
Salve a tutti. Io cercavo consigli per il restauro di una scala in pietra di Vicenza di inizio ottocento. La scala Ŕ stata martoriata nel corso del tempo. La cosa pi¨ grave Ŕ che negli anni 50 la parte centrale dei gradini, che si era consumata, Ŕ stata fresata asportando un rettangolo di circa 50 cm in larghezza  e profondo circa 0.5 cm che Ŕ stato poi cementato.
Io sono riuscito ad asportare tutto il cemento ed ora non so se una stuccatura sia possibile vista la dimensione dell'area danneggiata. Mi Ŕ stato suggerito un intarsio che presupporrebbe di fresare ulteriormente la pietra fino ad una profonditÓ di 2 cm.
Qualcuno di voi ha suggerimenti migliori ?   E nel caso dell'intarsio che materiale usereste per l'incollaggio e la stuccatura dei bordi ?
Grazie mille
Spedito da: admin, Giugno 30, 2005, 7:07pm; Replica: 1
Benvenuto Mario,
il caso che riporti Ŕ decisamente singolare.
Dalla descrizione mi sembra che si tratti dell'intera pedata.
Non comprendo invece cosa intendi per intarsio
Spedito da: mariocavinato, Luglio 4, 2005, 4:21pm; Replica: 2
Intanto Grazie mille dell'attenzione.
Il rettangolo fresato interessa circa 1/2 della pedata che Ŕ larga 99 cm mentre la fresatura interessa "solo" i 50 cm centrali.
Un disegnino della pedata vista dall'alto forse spiega meglio.

   <          99cm          >
  ______________________
  |      _____________     |
  |     |                   |    |
  |___ |____________|___|
          <     50cm   >

Per intarsio intendo l'inserimento di una lastra di pietra nuova a riempimento del buco fresato. Visto che la pietra per˛ difficilmente viene lavorata in spessori inferiori ai 2cm questo comporta la necessitÓ di fresare ulteriormente fino a portare la profonditÓ a poco meno di due cm.

Quello che cercavo di capire era se ci sono altre possibilitÓ rispetto a questa tecnica di ricostruzione.

Grazie ed a presto

Mario
Spedito da: admin, Luglio 4, 2005, 4:31pm; Replica: 3
Non credo ci siano altre possibilitÓ.
Personalmente estenderei l'intervento all'intera pedata.
Spedito da: balto63, Ottobre 26, 2005, 4:53pm; Replica: 4
Citato da admin
Non credo ci siano altre possibilitÓ.
Personalmente estenderei l'intervento all'intera pedata.


MI comporteri anch'io allo stesso modo anche perche' rendere il "rammendo" invisibile non sarebbe facile e anticare la pietra di Vicenza, al contrario,  e' molto facile.
Dipende sempre comunque dall'importanza della scala e dalle difficolta' che si possono incontrare nella sostituzione delle pedate.

Saluti
Spedito da: Jole Marcuccio, Ottobre 27, 2005, 9:37pm; Replica: 5
altrimenti hai preso in considerazione l'epossidica caricata con l'inerte, in questo caso la stessa pietra di Vicenza per raggiungere lo stesso colore e fare la stuccatura? poi la microsabbiatrice potrebbe portare la stuccatura ad un aspetto molto simile alla pietra circostante. Penso che non ci siano problemi di tenuta della stuccatura. abbiamo usato questo metodo su superfici di 60 x 40 cm. per spessori di 3/4 mm. e a distanza di qualche anno tutto bene. Certo l'epossidica ha una sua durata ( ci vorrebbe il parere di un esperto) e ora non ricordo quale sia.
Spedito da: nicoletta71, Novembre 16, 2005, 11:24am; Replica: 6
ciao..
sinceramente non sostituirei l'intera pedata ma opterei per l'intarsio..forse anche spingendomi oltre il 1/2 cm attuale per il posizionamento di una nuova lastra..che, attenzione, non deve minimamete pretendere di essere invisibile..tutt'altro..altrimenti creeresti un "falso"..e su questo argomento..si sa..il dibattito Ŕ apertissimo e controverso..quindi va da sŔ che non sono proprio d'accordo con quanto dice jole sull'utilizzo delle epossidiche e l'aspetto molto simile alla pietra originaria..e poi..visto che non Ŕ impossibile reperire la pietra..ed esiste una vastissima gamma di leganti naturali..perchŔ non usarli?
Print page generated: Dicembre 4, 2021, 8:51pm