Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Architettura  /  Torri di vento
Spedito da: stefano_qi, Novembre 1, 2005, 6:09pm
Cari Amici,
Vorrei rivolgere agli architetti conservatori ma anche ai progettisti iscritti al Forum la richiesta di un consiglio tecnico riguardo all’inserimento, all’interno di un progetto di edilizia residenziale che vuol prevedere l’utilizzo di elementi bioclimatici e lo sfruttamento di tecniche di climatizzazione naturale negli ambienti, di un elemento architettonico tipico delle aree mediorientali ed arabe come le “torri di vento”,. Almeno questo è l’obiettivo.
Può sembrare un tema fuori luogo se affrontato in un forum che si occupa preminentemente di restauro, (anche se in un certo senso l’argomento non lo esclude completamente) e probabilmente lo è ma ho pensato che forse qualcuno, per vie solo a Dio conosciute, può averne già affrontato l’argomento!
Se fosse possibile quindi gradirei avere qualche consiglio tecnico sulla loro costruzione ma soprattutto esperienze sul campo del loro funzionamento, dei fattori di calcolo per il loro dimensionamento in funzione degli spazi e quant’altro di utile e fattibile per la loro realizzazione, in un progetto in terra di Sicilia.
Grazie in anticipo per l’eventuale, preziosissimo aiuto e, anche se sono andato completamente fuori tema approfitto per salutare il forum ed augurarvi comunque un buon lavoro.
Stefano
Spedito da: admin, Novembre 1, 2005, 8:10pm; Replica: 1
Credo che le tecniche di climatizzazione naturale non siano fuori tema.
Anzi credo che, per certi versi, siano in tema più di quelle di climatizzazione artificiale ...  :D
Spero al più presto di farti avere qualche notizia.
Spedito da: manoger, Novembre 2, 2005, 11:34am; Replica: 2
Ho visto delle torri del vento in Iran ma, tutto quello che so è che occorreva avere un buon spazio sotterraneo e dentro il quale scorreva dell'acqua. Credo che si potrebbero ottebere delle informazioni presso l'università di Teheran. Auguri Germano Coccolino
Spedito da: admin, Novembre 2, 2005, 6:53pm; Replica: 3
Unica informazione disponibile ...   :(
Torre del vento in Iran, un esempio di condizionamento naturale. L'aria proveniente dall'esterno viene incanalata nella torre, si raffredda nel fresco canale sotterraneo e viene infine umidificata e ulteriormente raffreddata lambendo l'acqua di una fontana (da Le Scienze n. 116)
Spedito da: stefano_qi, Novembre 3, 2005, 12:24am; Replica: 4
Grazie molte. Dispongo di alcune immagini  prese da varie fonti letterarie (tra cui questa che gentilmente Sergio mi propone, però graficamente arricchita dai flussi relativi al ciclo giorno-notte) ma rimangono ancora molti dubbi sulla conformazione interna ed il dimensionamento delle torri o la lunghezza dei condotti, la profondità dell'interramento ed i materiali da usare; alcune indicazioni utili le ho tratte dal libro edito dalla DEI "Il vento - climatizzazione naturale degli edifici e impianti ad energia pulita" o da alcuni siti di arch. bioclimatica dove comunque il tema è trattato in modo molto generale. L'indicazione di Germano mi stimola molto ma non credo sia facile contattare l'università di Teheran senza disporre di indirizzi nel particolare. Resto comunque in attesa di ulteriori vostri preziosi consigli.
Ciao, Stefano.
Spedito da: admin, Novembre 3, 2005, 12:33pm; Replica: 5
Bèh ...
per il dimensionamento delle torri e/o la lunghezza dei condotti ci si può rivolgere alla fisica tecnica ...
In piccolo, un problema simile me lo sono posto creando un camino di ventilazione avente lo scopo di estrarre l'aria umida da canali appositamente relizzati in adiacenza alle fondazioni.
Per il dimensionamento ho seguito queste regole:
Le superfici delle aperture (in ingresso ed uscita dell'aria) devono essere uguali.
La quota del camino (leggi torre) deve essere superiore a quella della costruzione.

Non so dirti altro.
Print page generated: Maggio 15, 2021, 3:51am