Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Informatica Applicata  /  Quale software per documentare?
Poll Data Not Available with Printable Version
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Dicembre 3, 2005, 12:38am
Per la esecuzione di mappature tematiche o documentazioni in genere si utilizzano sia programmi CAD che di "grafica pittorica -anche vettoriale". La base grafica talvolta è vettoriale (a tratto) altre volte è una fotografia.

Mi interessa sapere quali sono i programmi maggiormente utilizzati e su quale tipo di base grafica viene eseguita solitamente la documentazione.

Sarebbe interessante sapere anche come vengono utilizzati (faccio la documentazione da solo, la affido a specialisti, ho un giro di disegnatori  ... di fiducia.. ecc..) ed in particolare CHI esegue la documentazione al computer e se questa viene eseguita dai restauratori stessi o no.

Vorrei attivare, in futuro altri sondaggi su questi temi. Che ne pensate??


Spedito da: admin, Dicembre 13, 2005, 5:36pm; Replica: 1
Condivido i sondaggi ... ma sono poco frequentati (naughty)
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Dicembre 16, 2005, 12:15pm; Replica: 2
... ma sono comunque significativi...
Mi piacerebbe anche che al sondaggio ed alle risposte espresse si aggiungessero anche commenti. Commenti relativi a come si utilizzano le proprie "tecniche" e rispetto all'andamento del sondaggio.
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 25, 2006, 11:24am; Replica: 3
Nessun ulteriore voto?
Sarei molto, moltissimo curioso di avere un polso attendibile di come sia lo "stato dell'arte"...
Spedito da: Alessandro Nicola, Maggio 5, 2006, 9:04pm; Replica: 4
il sondaggio è abbastanza chiaro e non lascia molte interpretazioni; il problema però è che bisognerebbe armonizzare il modo di utilizzo di questi due programmi diffusissimi... servirebbero dei normal aggiornati e delle modalità di utilizzo un po' meno "artigianali" del mezzo informatico:

ho concluso da poco le mappature del degrado di Palazzo Madama a Torino (sede del C.I.O. durante i giochi olimpici), prima di iniziare ho chiesto a tutte le sovrintendenze se avessero delle modalità di rappresentazione già in uso... la risposta è stata che ci avrebbero pensato... intanto ho dovuto inventarmi io una modalità di rappresentazione per trasferire su tavola tonnellate di informazioni.

Sarà stato vano il mio sforzo? il mio metodo verrà utilizzato dinuovo o la prossima volta si darà un incarco ad un altro professionista che dovrà a sua volta fare i salti mortali?
Spedito da: Gloria Conti, Maggio 6, 2006, 4:03am; Replica: 5
Magari bisognerebbe specificare bene il tipo di documentazione che si deve ottenere, a seconda dell'ambito in cui viene usato.
Non credo che le necessità di un restauratore di libri siano così simili a quelle di un architetto :)
Spedito da: Bart Aimar, Gennaio 15, 2008, 2:16pm; Replica: 6
Nel lontano 2005 Giancarlo Buzzanca scriveva:
> Vorrei attivare, in futuro altri sondaggi su questi temi. Che ne pensate??

Io proporrei di rilanciarla con un questionario più articolato, sia sotto il profilo dei software "Altri",
che degli usi diversi nell'ambito del restauro.
(giustamente qualcuno diceva che la documentazione per un restauro di un libro sarà molto diversa da quella necessaria per un restauro di un complesso monumentale).

Riguardo ai SW in se stessi esiste poi un problema più ampio di portabilità e interoperabilità dei formati... ovvero non è soltanto utile capire quali programmi si usano, ma sopratutto in quali formati si salvano poi i dati.
In un mondo dove si pensa che internet l'abbia inventata microsoft l'uso dei formati "aperti" non sempre garantisce l'interoperabilità, (anche se sarebbe ovviamente auspicabile un uso esclusivo di formati aperti, sopratutto da parte delle PA).
In ogni caso, il sondaggio dovrebbe prevedere quale programma e quale il formato di salvataggio utilizzato.

Sarebbe anche interessante capire come poi quei dati vengono integrati tra loro.
Utile anche l'indicazione del Sistema Operativo utilizzato... tema caldo in tempi di Windows Vista...  :)

Saluti

Bart Aimar
Spedito da: Alessio Tagnani, Novembre 5, 2008, 1:19am; Replica: 7
Ciao, mi occupo di restauro di beni culturali da circa 15 anni e sono laureando in diagnostica applicata ai beni culturali alla sapienza, il mio interesse già dal 1997 verso le documentazioni grafiche digitali è sempre più grande.
Sono quindi felice di contribuire al sondaggio intrapreso dal Sig. Buzzanca.

I software che ho utilizzato in questi anni sono diversi eviterò un inutile elenco, però tra i più bistrattati vado a mensionare Adobe Illustrator che con le ultime evoluzioni di CS3 è divenuto una piccola fonte di produzione grafica.
Infatti pur avvicinandomi da autodidatta al richiestissimo e complesso Autocad non sdegnerei a priori un programma comunque validissimo ed intuitivo come Illustrator CS3.
Spesso le cose semplici risolvono problemi complessi e le enormi, quasi infinite possibilità offerte da AUTOCAD 08 possono essere anche eccessive.

Personalmente eseguo le documentazioni grafiche digitali, quando richiestemi, esclusivamente in vettoriale, sempre su livelli diversi numerati, generalmente su base grafica ridisegnata in vettoriale, utilizzando spesso tracciati o rilievi o semplici disegni cartacei.
Molto utile ma meno preciso (se non corrette e raddrizzate) l'utilizzo di fotografie, che comunque possono assolvere al proprio dovere, dipende sempre dal risultato finale richiesto.
Ritengo comunque molto importante che un restauratore debba prendere attivamente parte alla realizzazione della documentazione senza demandare in toto ad altre professionalità più ferrate di informatica/software che di conservazione.

Vorrei introdurre ora tra le discussioni del portale un argomento di mio attuale interesse (ancora grafiche digitali ...se non s'era capito...).

Ecco subito il mio primo quesito alla comunità: è possibile inserire immagini es. fotografie su di un oggetto TRIDIMENSIONALE creato con AUTOCAD? cioè utilizzare immagini o disegni vettoriali come texture sulla superficie di un oggetto tridimensionale senza trattare l'immagine o le immagini come una texture che si ripeta?
Se si, la foto si distorce come l'oggetto? es. una foto o un disegno che viene applicato sul disegno 3D di un vaso?
PS tenere presente che il vaso è stato creato attraverso il comando LOFT di AUTOCAD 08.

Ringrazio tutti coloro che mi sapranno aiutare e per lo spazio che ho occupato.
Alessio Tagnani
Spedito da: Alessio Tagnani, Novembre 15, 2008, 12:28am; Replica: 8
Bene, oserei dire chi fa da se fa per tre!
Invio cosi questo messaggio all'aria per tutti coloro che hanno seguito questa mono discussione. la soluzione alla mia domanda credo sia questa: per inserire una immagine su di un solido in 3D creato con il comando LOFT oppure rivoluzionando un profilo in 2D, bisogna eseguire una MAPPATURA ovvero creare una sorta di texture ad un solo elemento e attraverso il comando MATERIALI/MAPPAGGIO/MAPPAGGIO SFERICO O CILINDRICO si ottiene una sorta di immagine applicata ad un solido ovviamente l'immagine va precedentemente creata ad oc con MATERIALI DISPONIBILI/MAPPE GLOBALE/CREA MAPPE COMPOSIZIONE inoltre vanno aggiustate le coordinate U,Z ad ogni inserimento e quindi anche il manuale suggerisce di fare pratica per tentativi...
Se ancora non siete soddisfatti, per 200,00 euro a tavola potete contattarmi quando volete!
Distinti saluti a tutti.
Spedito da: admin, Novembre 15, 2008, 8:14pm; Replica: 9
Un motivo per cui non ricevi risposta (oltre all'evidente constatazione che questa sezione risulta poco frequentata) credo sia dovuto al fatto che originariamente questo thread consisteva in un sondaggio.
In qualità di moderatore "temporaneo" non ho competenza in materia per intervenire.
Spedito da: Alessio Tagnani, Novembre 17, 2008, 12:30am; Replica: 10
Grazie Dott. Tinè, il mio intervento era volto, più che a risolvere il mio problema, ad interessare qualcuno all'argomento per scambio informazioni.
Comunque tenterò ancora in altri siti, a presto.
Alessio Tagnani.
Print page generated: Febbraio 28, 2020, 6:54am