Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Chimica per il restauro  /  eliocopie
Spedito da: prahe, Dicembre 3, 2005, 3:41pm
buongiorno a tutti, sono una studentessa del corso di restauro dell'accademia di brera e sto facendo la tesi di fine triennio sul restauro di un'opera di Remo Salvadori, costituita da un'eliocopia fissata ad un supporto ligneo. Il mio problema sta nel reperire informazioni riguardo alla composizione chimica dell'emulsione presente sulle carte eliografiche; so che la componente principale di tale strato è il diazo, ma non ho ulteriori notizie (riguardo, ad esempio, al perchè reagisca con vapori di ammoniaca e non con altre sostanze). Pertanto ringrazio chiunque avesse maggiori informazioni in merito. Ho intenzione di rivolgermi anche a qualche archivio in cui viene conservato materiale eliografico (al politecnico di milano, o alla triennale) ma nel frattempo chiedo anche il vostro aiuto.
Grazie,
Ilaria
Spedito da: cecilia, Dicembre 3, 2005, 5:10pm; Replica: 1
Le eliocopie, se non ho capito male di cosa si tratti, sono il sistema di copiatura più diffuso di quando io andavo all'università, quindi negli anni '80. Ricordo, a Roma, grandi copisterie con personale molto esperto. Perchè non provi a rivolgerti, anche, a qualche copista magari non più giovanissimo? Io ho imparato un sacco di cose dalle maestranze e spesso chi ha in mano un mestiere può dare consigli utilissimi.
Cecilia
Spedito da: Rossella Croce, Dicembre 7, 2005, 1:00pm; Replica: 2
Provo ad informarmi, ma non tratto spessissimo la carta. Ti suggerisco di porre il quesito nella sezione restauro carta
Print page generated: Aprile 5, 2020, 7:54pm