Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Temi generali  /  Integrazioni al codice dei beni culturali
Spedito da: Gloria Conti, Gennaio 17, 2006, 8:15pm
In data 18 novembre 2005 il Consiglio dei Ministri ha apporvato in via preliminare una serie di modifiche al codice dei beni culturali ( http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/beni_culturali_paesaggistici/ ).

Tra le modifiche si trova quella al famigerato art. 182 sulla formazione dei restauratori, che dovrebbe metter luce sulle norme transitorie per l'ottenimento del titolo.

Premettendo che, tristemente, chi attende con tanta ansia che queste norme rendano giustizia a chi ha studiato e lavorato tanto e non ha ancora visto riconosciuto quello che merita, non si sente di cantare vittoria prima che il preliminare diventi definitivo... qualcuno conosce il contenuto esatto di queste modifiche?
Qualcuno sa se è possibile reperirlo, e come?
Spedito da: Gloria Conti, Marzo 9, 2006, 12:41am; Replica: 1

Riporto alcuni link per le interessanti novità che mi sono state segnalate sull'argomento:

http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=18303
http://www.edilportale.com/edilnews/NpopUp.asp?iddoc=7562&IDCat=15
http://www.edilportale.com/edilnews/Npopup.asp?IDDOC=7690
Spedito da: federica_74, Marzo 15, 2006, 1:06pm; Replica: 2
Io ho sentito qualcosa che riguarda il sostenimento di una sorta di "esame di stato" per chi in questi anni è uscito dai corsi regionali biennali...sarebbe una sorta di sanatoria per poter conseguire il titolo di restauratore, dopodichè entra in vigore la nuova normativa e per diventare restauratori si dovranno frequentare le scuole di alta formazione.
Pare che anche Patologia del libro stia dando vita alla sospirata scuola quadriennale.
Non so dirti di più.
Spedito da: Gloria Conti, Marzo 15, 2006, 8:18pm; Replica: 3
Intanto ho sentito anche io la stessa cosa.
Pare ci sia un articolo interessante sul Sole 24 ore del 4 marzo.
Spedito da: lucioluciano, Aprile 7, 2006, 5:14pm; Replica: 4
Cari colleghi, per quanto ne sappia io la qualifica di restauratore in Italia non è ancora regolamentata in maniera chiara.
Una volta l'unica strada percorribile era frequentare i corsi dell'O.P.D e dell'I. C. R., scuole a cui ancora oggi è molto difficile accedere. Negli ultimi tempi anche in Italia si sta facendo strada l'idea che la formazione dei restauratori debba avvenire attraverso l'università (come del resto avvienie in tutt'Europa). Non si sa ancora bene quindi che valore abbiano i diplomi conseguiti in questi centri, essi dovrebbero essere comunque riconosciuti e parificati alla laurea.
Più complicata è la situazione per quanto riguarda istituti, scuole e fondazioni private. Sono stati riconosciuti dalle regioni e dal ministero, alcuni prevedono anche un esame finale, ma non si sa se il titolo conseguito in questi istituti sia effettivamente parificato a quello delle futuri corsi di laurea per il restauro o a quelli dell O.P.D e I. C.R., a ciò si aggiunge che la maggior parte di queste scuole private (citerei fra le migliori Palazzo Spinelli e U.I.A. , entrambe a Firenze, sono molto care: da un minimo di 7mila euro l'anno ad un massimo di 12/13mila euro l'anno!).
Credo che la migliore cosa sia quella di aspettare l'esito delle vicine elezioni politiche, sperando ke finalmente si metta ordine nella caotica normativa attuale.

Sono cmq molto interessato all'argomento, spero di aver capito bene come stiano le cose, contattatemi se avete novità a riguardo o se avete informazioni diverse.
Cari saluti
Spedito da: admin, Maggio 4, 2006, 7:50pm; Replica: 5
Sul Suppl. Ord. n. 102 alla G.U. n. 97 del 27.4.2006 è stato pubblicato il D. Leg.vo 24.3.2006, n. 156, recante «Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali».

http://www.tine.it/news/DL24_03_2006_n156.doc

Spedito da: federica_74, Maggio 6, 2006, 2:51pm; Replica: 6
Secondo quanto ho letto è confermato che sostenendo un esame di idoneità,anche chi ha un diploma di scuola regionale biennale potrà ottenere il titolo di restauratore....ora, come faremo a sapere quando, dove, entro che termine sostenere tale esame???
Spedito da: cinnabarin, Giugno 1, 2006, 5:36pm; Replica: 7
Il provvedimento di cui parli è questo:

DECRETO LEGISLATIVO 24 marzo 2006, n. 157
Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione al paesaggio.
(Gazzetta Ufficiale n. 97 del 27/4/2006 - Suppl. Ordinario n. 102)
io l'ho scaricato da
Sicurezzaonline_it - Legislazione - Ambiente - D_Lgs_ 22-1-2004 n_ 42.htm

Concordo con il tuo commemnto, ancora una volta speranze deluse. Si parla di un concorso che verra definito nei modi e nei tempi con un prossimo decreto da emanarsi a ottobre e intanto noi si invecchia in attesa...buona lettura
Spedito da: paocra, Luglio 14, 2006, 2:19pm; Replica: 8
Cari signori anche qui nel trentino siamo in alto mare.....
nessuna sa nulla di definitivo.............. sembra.. si dice... nonn c'è nulla di certo... abbiamo interrogato il ministero... le altre soprintendenze.... queste le risposte da parte dei funzionari. E noi restauratori siamo ancora ibridi.....
volevo chiedere, cortesemente se ad oggi vi erano ulteriori modifiche, proposte o soluzioni (adottate in altre parti d'italia), che possano fare luce in tutta questa vicenda che ha messo la mia socia in una depressione tale che ho fatto ricorso al peggio, per tirarla su di morale......
I casi sono molti, le professionalità e l'esperienza nel settore sono svariate, come si può mettere ordine? ogni restauratore ha un suo curriculum e a volte risalire a lavori eseguiti 20 anni fà non è semplice, anche perchè i responsabili preposti potrebbero essere passati a miglio vita!!!
Come funziona o come si muove il resto d'Italia??????
grazie Paola  Orsolon
Spedito da: sodoma61, Settembre 23, 2006, 2:58pm; Replica: 9
Ciao a tutti l'articolo del d.lgs quà sotto riportato evidenzia un argomento a me  sconosciuto, le soprintendenze rilasciano un certificato di buon esito?
Grazie per la risposta


DECRETO LEGISLATIVO 24 marzo 2006, n.156

Disposizioni   correttive   ed  integrative  al  decreto  legislativo
22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali.
art.4 comma c


c) colui  che,  alla  data  di  entrata in vigore del decreto del
Ministro  24 ottobre 2001, n. 420, abbia svolto lavori di restauro di
beni  ai  sensi  dell'articolo 29, comma 4, anche in proprio, per non
meno  di  quattro  anni.  L'attivita' svolta  e' dimostrata mediante
dichiarazione   del   datore  di  lavoro,  ovvero  autocertificazione
dell'interessato ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre  2000, n. 445, accompagnate dal visto di buon esito degli
interventi rilasciato dai competenti organi ministeriali;
Spedito da: federica_74, Settembre 28, 2006, 7:59pm; Replica: 10
Da quel che ho "sentito dire" (quì non si parla di nulla di certo) le soprintendenze dovrebbero rilasciare il certificato di buon esito.
Spedito da: Irene T., Ottobre 11, 2006, 5:39pm; Replica: 11
ciao a tutti,
scusate l'insistenza, ma...oggi, data 11 ottobre 2006 si è a conoscenza di qualcosa riguardo il famigerato esame di stato per conseguire il titolo di restauratore? In attesa di una risposta cercherò di informarmi anch'io.
irene tonetti.( una quasi collaboratrice restauratrice che desidera con tutte le sue forze di diventare restauratrice!! :) )
Spedito da: Irene T., Ottobre 11, 2006, 9:20pm; Replica: 12
purtroppo non ho saputo molto...diciamo niente....tuttavia consultando il sito del MIBAC ho saputo che il ministro rutelli oggi  ha incontrato la stampa nel salone ministeriale per alcune comunicazioni riguardanti i beni culturali (così era più o meno scritto). Qualcuno saprebbe dirmi il contenuto di tali comunicazioni?Contengono informazioni riguardanti questo "esame di stato"? Proverò a consultarlo anche domani per saperne di più in quanto oggi non c'erano ulteriori informazioni al riguardo.
Scusate le continue domande, tuttavia sono molto preoccupata per il mio futuro professionale, come credo parte di voi...
Irene
Spedito da: Irene T., Ottobre 12, 2006, 11:14am; Replica: 13
bene ho scoperto che le mie speranze di saperne di più per ora sono vane...e l'incontro, da quel poco che sono riuscita a sapere nel sito del mbac (specifico che non sono riuscita a trovare altro su questo incontro) non accennava all'argomento modifica del codice urbani con DL 156/2006/formazione restauratore.
Riassumendo le cose che so al riguardo, anche consultando questo forum sono:
1)i criteri per l'esame di idoneità (al quale possono partecipare restauratori con esperienza quadriennale, diplomati alle scuole regionali e collaboratori restauratori in genere) dovrebbero essere stabiliti da un decreto che in teoria dovrebbe essere emanato entro il 30 ottobre dal MBAC in accordo con il Ministero della Pubblica Istruzione e del MIUR.
2)Questa è una fase transitoria ed in seguito all'entrata in vigore di nuove normative per la qualifica del restauratore non sarà più valida.
Sicuramente lo sapete anche voi, tuttavia se sarete a conoscenza di ulteriori informazioni in futuro (spero prossimo) riguardo al già citato esame di idoneità,fatemi sapere!!
Irene
Spedito da: Rossella Croce, Novembre 9, 2006, 9:54pm; Replica: 14
Citato da irene_t.
purtroppo non ho saputo molto...diciamo niente....tuttavia consultando il sito del MIBAC ho saputo che il ministro rutelli oggi  ha incontrato la stampa nel salone ministeriale per alcune comunicazioni riguardanti i beni culturali (così era più o meno scritto). Qualcuno saprebbe dirmi il contenuto di tali comunicazioni?Contengono informazioni riguardanti questo "esame di stato"? Proverò a consultarlo anche domani per saperne di più in quanto oggi non c'erano ulteriori informazioni al riguardo.
Scusate le continue domande, tuttavia sono molto preoccupata per il mio futuro professionale, come credo parte di voi...
Irene



nessuno ha novità riguardo le informazioni attese per il 30 ottobre?
Spedito da: Irene T., Novembre 24, 2006, 12:35am; Replica: 15
al tramonto di novembre nessuna novità!che tristezza e che vergogna!!!
Spedito da: Rossella Croce, Novembre 24, 2006, 10:39am; Replica: 16
guardo sul sito del ministero ogni giorno....ma niente
Spedito da: Cantoria, Novembre 30, 2006, 2:46pm; Replica: 17
Cara Rossella,

Temo ci vorrà parecchio tempo prima di avere la pubblicazione delle integrazioni....

Il 18 novembre scorso c'è stata  a Roma una manifestazione promossa da alcuni organi sindacali. La manifestazione verteva sulla richiesta di apertura di un tavolo di confronto rispetto ai contenuti dell'art. 29 del codice. Alla manifestazione è seguito un incontro con il sottosegretario Mazzonis che ha confermato l'istituzione  di una commissione tecnica per valutare alcuni degli aspetti contestati. Fra questi vi è anche la questione della gestione dell'"apposito elenco" in cui dovrebbero essere iscritti tutti coloro superino la famosa prova di idoneità.....per cui sembrerebbe inevitabile un ritardo nella stesura della legge tanto attesa.

Non mi avventuro nei dettagli legislativi e spero di essere stata sufficientemente chiara (ho grande difficoltà nell'esporre questioni legislative, è un problema legato alla mia formazione scientifica...).

Se lo desideri posso comunque fornirti altre informazioni.

Francesca

Spedito da: Rossella Croce, Dicembre 1, 2006, 3:10pm; Replica: 18
Cara Francesca, ti sarei molto grata se volessi approfondire l'argomento con me.
Ti pongo due quesiti a cui a tutt'oggi non so dare risposta e che mi vengono sovente posti. Anche parlandio con la cna non ottengo informazioni chiare. Vorrei sapere se eventualmente hai sentito disquisire di questi argomenti alla manifestazione che hai citato

- la prova sarà effettivamente aperta a tutti? O verrà eseguito uno screaning iniziale, in base ai titoli posseduti?

- chi ha conseguito il titolo di restauratore con l'attività lavorativa, ovvero è inquadrato in un'azienda con quel livello come dipendente, ma non ha altro tipo di titoli o le certificazioni previste dalla legge dove si colloca?
Spedito da: Cantoria, Dicembre 1, 2006, 4:13pm; Replica: 19
Cara Rossella,

Premetto che non sono esperta e che non ho partecipato di persona alla manifestazione di cui ti ho parlato, ma ho parlato con un dirigente della CGIL che mi ha fornito un po' di materiale a riguardo. L'argomento mi tocca molto da vicino in quanto vorrei avere ben chiara la spendibilità delle qualifiche che i miei allievi acquisiscono frequentando la nostra scuola (qualifiche che di fatto sono rilasciate dalla Regione Toscana al termine di corsi riconosciuti...).

Da quello che ho capito questa sarebbe solo norma transitoria, dopo di che potranno fare l'esame di stato solo quelli che hanno i requisiti richiesti dal DM 420/2001.

Il famoso art. 2,  integrato delle successive modifiche apportate, riguardo all'ammissione recita:

Sono ammessi alla prova di idoneità:

a)     chi entro il 24 ottobre 2001, abbia svolto almeno 4 anni di attività di restauro (direttamente o in proprio, o come dipendente o in collaborazione coordinata e continuativa) con responsabilità diretta nella gestione tecnica dell’intervento, regolarmente certificata.

b)     chi abbia conseguito un diploma di restauro presso le accademie di belle arti con insegnamento almeno triennale, purchè iscritto entro il 1° maggio 2004.

c)     colui che abbia conseguito il diploma presso una scuola di restauro statale o regionale di durata inferiore a 2 anni, purché iscritto prima del 1° maggio 2004

d)     colui che abbia conseguito un Diploma di Laurea Specialistica in Conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico, purché iscritto  entro il 1° maggio 2004.  

Io se vuoi ho tutto il documento, con tanto di commenti che sottolineano le incongruità, se vuoi te lo faccio avere in allegato. Scivimi al mio indirizzo di posta elettronica (francesca@cantoria.it) che ti inoltro tutto, mi sembra più semplice. Poi mi dici che ci hai capito  ;)

Francesca
PS: Non so come ma quando mi addentro nei meandri legislativi mi sento molto più stupida del solito  :-/
Spedito da: Rossella Croce, Dicembre 1, 2006, 8:28pm; Replica: 20
Ti ringrazio per le informazioni,
Quindi ancora non esiste risposta per tutte quelle persone che hanno svolto-svolgono l'attività di restauratore presso imprese di restauro...
Molte di queste persone sono da anni assunte come restauratori (inquadrati con il livello sindacale), ma essendo dipendenti ovviamente non posseggono la certificazione diretta dei lavori.
Mi chiedo:  è possibile che a tutt'oggi questa situazione venga ancora ignorata?
Spedito da: Cantoria, Dicembre 2, 2006, 12:08pm; Replica: 21
Non solo, se anche avessero le certificazioni, nel decreto è indicato che devono essere presentate entro 15 giorni....Quindi di fatto sarebbe già scaduto il termine, ma a beffa di tutto non viene specificato chi sarebbe l'organo competente a riceverle.....

Non dimentichiamo poi chi ha lavorato come restauratore ma inquadrato in tutt'altra maniera.....


Francesca
Spedito da: rossoebano, Gennaio 29, 2007, 2:05pm; Replica: 22
Ho letto tutti i vostri messaggi e mi è venuto ancora di più il panico!! Anche io sto nella vostra situazione, con la differenza che fortunatamente lavoro ad impiego fisso presso una ditta di restauro molto rinomata e solida che ogni tanto mi fa dimenticare in che razza di confusione legislativa ci troviamo. Comunque anche io sto rincorrendo questa benedetta qualifica,  e confidavo  in questa specie di sanatoria (esame di stato chiamatelo come volete) della quale non ho saputo più nulla. Vi chiedo gentilmente di informarmi se avete novità. Grazie mille.


Citato da rossoebano
Messaggio privo di firma
Ho letto tutti i vostri messaggi e mi è venuto ancora di più il panico!! Anche io sto nella vostra situazione, con la differenza che fortunatamente lavoro ad impiego fisso presso una ditta di restauro molto rinomata e solida che ogni tanto mi fa dimenticare in che razza di confusione legislativa ci troviamo. Comunque anche io sto rincorrendo questa benedetta qualifica,  e confidavo  in questa specie di sanatoria (esame di stato chiamatelo come volete) della quale non ho saputo più nulla. Vi chiedo gentilmente di informarmi se avete novità. Grazie mille.


Marina Magrini
Restaruatrice di beni mobili, pitture murali, lapidei e metalli.
Spedito da: Elena Annerilla, Marzo 9, 2007, 10:22am; Replica: 23
Buon giorno a tutti sono una nuova iscritta, mi chiamo Elena e mi occupo di restauro di dipinti. Ho letto tutti i vostri messaggi e sono molto preoccupata. Anch' io sono nella vostra situazione, ho il diploma di maturità d'arte appicata e il diploma di tecnico superiore per il restauro con la differenza che lavoro da circa 6 anni in proprio coma artigiana restauratrice, ma con un dubbio, i lavori da me svolti, quelli vincolati dalla soprintendenza, sono tutti in collaborazione (se così si può dire) con una ditta riconosciuta dalla soprintendenza, ora mi ritrovo a dover cercare lavoro, ho provato a inserirmi per prendere dei lavori vincolati dalla soprintendenza ma niente. Possibile che tutti questi anni di duro lavoro non significhino nulla? Vorrei sapere se esistono dei corsi brevi e/o degli esami per questa benedetta qualifica, confidavo  in questa specie di sanatoria, se avete delle novità.  Accetto consigli!
Grazie.
Elena Annerilla
Spedito da: Gloria Conti, Marzo 12, 2007, 8:32pm; Replica: 24
Ai fini dlla discussione del topic segnalo questo link in cui si cita la proroga (vedi art 3-ter) a fine anno per la definizione delle modalità per acquisire la qualifica di Restauratore di beni culturali.

http://www.edilportale.com/edilnews/NpopUp.asp?iddoc=9417&IDCat=15

Un saluto a tutti
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 18, 2007, 11:40am; Replica: 25
Io ho un dubbio che non trova pace danni e a cui nessuno fin'ora ha saputo rispondermi.
Chi è assunto ad un x livello in una ditta cerificata, es 4 e 5 livello, ed è quindi regolarmente assunto come restauratore...cosa diventerà cn questa nuova qualifica?
Nella vecchia normativa non si è mai parlato di questo problema. Chi è dipendente non ha, per ovvi motivi,  i lavori direttamente certificati a se stesso e quindi? Non esiste?
Se un dipendente cambia ditta o se la vecchia ditta non è in grado di produrgli certificazioni per vari ed eventuali motivi che fa?
Perde il titolo acquisito in magari 20 anni di carriera?
Chi tutela questi lavoratori?
Nessuno sa rispondere, nemmeno i sindacati.
Che sia ora di far presente al ministero ed all' Ari che i restauratori non sono solo i liberi professionisti ed i titolati delle scuole, ma che esistono anche centinaia di dipendenti?
Vorrei in questo senso lanciare una mozione.

Spedito da: Jole Marcuccio, Marzo 30, 2007, 3:37pm; Replica: 26
il problema è la progettazione dell'intervento di restauro, mi spiegava un funzionario di soprintendenza.
é stato definito nell'ultima merloni, che al restauratore è affidata la progettazione e la direzione lavori per i lavori di restauro. Se sarà  mantenuta ( e sicuramente sarà  così) questa specificità  della qualifica di RESTAURATORE BENI CULTURALI, tutti le persone che hanno lavorato tanti anni, ma non hanno mai progettato, mai firmato  un intervento di restauro non rientrano nella qualifica, da qui la necessità  dell'esame di stato. Questo sembra essere il punto principale della questione, tenete conto che tutti gli interventi che ora sono progettati da architetti, da curatori di museo, da dipendenti comunali passerebbero al restauratore. Non è un aspetto da sottovalutare.
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 30, 2007, 6:20pm; Replica: 27
ma i requisiti per partecipare a questo benedetto esame, quali sono?
Spedito da: Jole Marcuccio, Marzo 31, 2007, 2:06pm; Replica: 28
questa è l'ultima notizia che ho reperito sul problema qualificazione. In pratica le provincie di trento e bolzano si stanno adeguando ai paramentri di qualificazione del codice dei beni culturali.
Chiedo a qualche restauratore di trento e Bolzano di spiegarci in pratica come ciò stia avvenendo.
Spedito da: didi, Maggio 15, 2007, 5:12pm; Replica: 29
L'argomento mi pare sia di molto interesse,viste le numerose visite.Anch'io però non ho grosse novità e sono altrettanto preoccupata...tanto più che in qualità di dipendente di una ditta di restauro le cose si complicano .....
Spedito da: didi, Maggio 18, 2007, 5:37pm; Replica: 30
Credo che il caos sia totale....Se ho ben interpretato il decreto oltre alla qualifica di "restauratore di dipinti" dovresti dimostrare di aver lavorato in proprio o alle dipendenze,con certificazione dell'autorità preposta alla tutela dei beni restaurati,per un periodo doppio rispetto a quello  scolare mancante per il quadriennio...entro il 2001.Credo che la qualifica anche se riporta la dicitura non sia sufficiente....ci sono una miriade di diplomi,attestati qualifiche da corsi regionali,corsi finanziati dalla comunità europea che "danno" la qualifica di "Operatori di restauro"....e gli apprendisti che hanno lavorato come tali(poichè nessuno ha mai vietato alle ditte di restauro di assumere apprendisti senza diplomi statali o regionali)per quattro anni e sei mesi passando di diritto ad essere operai qualificati(in che cosa allora?).... mi pare tutto molto complesso....
Spedito da: silverpowder, Dicembre 6, 2007, 8:14pm; Replica: 31
Salve a tutti mi presento:
mi chiamo Valeria e sono iscritta all'accademia di belle arti di Napoli all'indirizzo di  Diploma Quinquennale in conservazione e restauro delle opere d'arte moderne e contemporanee, sono al 1 anno. (dopo aver frequentato un corso di introduzione al resaturo di dipinti su tela a Palazzo Spinelli la scorsa estate)

Purtroppo, come tutti voi, mi rendo conto della precarietà del titolo rilasciato dalla mia accademia e mi domando che fine faranno i mie anni di studio se la situazione legislativa non si smuove...
(oltretutto la cosa è veramente assurda: prima di iscrivermi a restauro ho fatto 3 anni di giurisprudenza...quindi conosco molto bene i lunghi tempi di attesa del benemeito legislatore)
Leggendo i vostri interventi e andando a cercare ,grazie ai vari link, le modifiche legislative al cod dei beni culturali mi sono resa conto che a tutt'oggi la situazione rimane immutata sia per quanto riguarda il riconoscimento delle varie attestazioni rilasciate dai diversi enti regionali dopoil 2004, sia per quello che riguarda i tanto  agognati requisiti per questo fantomatico "esame statale" per ottenere il titolo di restauratore...
NON è CHE QUALCUNO DI VOI HA NOVITà?
grazie a saluti a tutti voi e complimenti per il forum è veramente utile!
Valeria Villani
Spedito da: patris, Marzo 25, 2008, 6:21pm; Replica: 32
vorrei sapere da qualcuno se conosce il contenuto dell'ultima modifica al codice dei beni culturali del marzo 2008

(stars)(stars)
Spedito da: admin, Marzo 25, 2008, 8:09pm; Replica: 33
http://www.beniculturali.it/sala/dettaglio-comunicato.asp?nd=ss,cs&Id=2616

http://www.governoinforma.it/attualita/news/2008/marzo/codice-beni-culturali.aspx
Spedito da: cinnabarin, Gennaio 18, 2009, 11:35am; Replica: 34

Il Sole 24 Ore 05.01.2009, riporta indicazioni sul tanto apsettato concorso per abilitazione al titolo di restauratore di beni culturali.


Spedito da: fel, Gennaio 19, 2009, 2:21pm; Replica: 35
Ciao,
visto che su internet non sono riuscita a trovare questo articolo del sole 24 ore...potresti dirmi di cosa parlava?
penso che non sia importante solo per me!!
grazie! ;D
Spedito da: alessandro sidoti, Gennaio 19, 2009, 2:36pm; Replica: 36
l'articolo di cui si parla (e di cui ho pubblicato un post sulla sezione generica... http://www.forum-restauro.org/forum/m-1231450766/) è:
http://rassegnastampa.beniculturali.it/RassEco/utility/imgrs.asp?numart=KCX4N&annart=2009&numpag=1&tipcod=0&tipimm=1&defimm=0&tipnav=1&isjpg=S&small=N&usekey=A6FHI&typedb=4&video=0

se il link dovesse avere dei problemi basta cercare nella rassegna stampa del ministero dei beni culturali al 5 di gennaio.
Purtroppo ancora non si hanno notizie più precise oltre a questo testo...

ciao Ale
Spedito da: fel, Gennaio 19, 2009, 4:45pm; Replica: 37
tante grazie alessandro!
direi che ci siamo quasi, no?  ;)
Spedito da: raffaella giacomini, Febbraio 14, 2009, 9:04pm; Replica: 38
buonasera... ho avuto notizie vaghe sul concorso per restauratori che dovrebbe esserci a giugno?  voi ne sapete qualcosa? ::)

Raffaella Giacomini
Spedito da: cinnabarin, Febbraio 21, 2009, 3:46pm; Replica: 39
nessuna novità a poposito della pubblicazione del famoso consorso sulla gazzetta ufficiale? Qualcuno sà qualcosa?
Spedito da: Gloria Conti, Aprile 1, 2009, 5:27pm; Replica: 40
Mi accodo anche io alla richiesta di novita', per chi (e soprattutto SE) ne ha!
Spedito da: alessandro sidoti, Maggio 29, 2009, 8:33am; Replica: 41
è uscito il decreto per l'esame per la qualifica

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/UfficioStampa/News/visualizza_asset.html_1178094018.html

buona lettura a tutti !
Spedito da: jabar, Luglio 11, 2009, 10:22am; Replica: 42
scusate ma l'uscita del DL 53-2009 implica l'esame solo x chi non ha maturato gli 8 anni di lavoro continuato? e la SOA può redigere un certificato di qualificazione senza dover presentare di volta in volta tutte le documentazioni?
Spedito da: paocra, Settembre 19, 2009, 12:55pm; Replica: 43
salve, volevo aggiornare la situazione (anche se penso che lo sappiate ma non vedo nulla di scritto in merito).
Lunedì 21 uscirà direttamente sul sito dei beni culturali il modulo per la procedura per la presentazione delle domande per il rilascio delle attestazioni sul possesso del requisito consistente nello svolgimento dell'attività di restauro qualificata.
State tutti attenti che bisognerà compilarlo interagendo con le soprintendenze o altri funzionari.
Molti si stanno preparando al ricorso su alcuni punti del decreto, molti sono nel panico, e tanti impauriti.
In bocca al lupo a tutti.
Paola Orsolon
Spedito da: paola77, Settembre 21, 2009, 12:42pm; Replica: 44
qualcuno ha novità? sul sito del mibac non riesco a trovare nulla!! aderite alla petizione!!
Spedito da: cinnabarin, Ottobre 7, 2011, 7:18am; Replica: 45
Aggiorno con il nuovo capitolo della saga copiando in questo post per affinità di argomento, il link al recente disegno di legge sulla modifica dell'articolo 182 approvato ieri in CDM, per intendersi è il MIBAC autore di questo disegno di legge.
buon lettura

http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1317908009993_ddl_modifica_Art._182_Codice_30.9.2011_dir.pdf
Print page generated: Giugno 25, 2019, 1:04am