Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Restauro ligneo  /  cornice dorata 2
Spedito da: pippo, Marzo 9, 2006, 1:35pm
Saluti a tutti quanti e grazie in anticipo..
Ho un probblema con una ornice dorata da restaurare
La cornice in quaestione era smontata e i lati composti da due parti.Una base inferiore piu' larga con un intaglio esterno, e una superiore piu stretta con un motivo intagliato e dorata.
La parte inferiore, forse per via dell'umidita' era quasi tutta a legno,con qualche rimasuglio di gesso e oro.Mi e' stato consigliato di non dorare tutte le lacune mancanti con una nuova foglia ma di ripristinare lo spessore del gesso e poi di tingerlo con delle tempere.Visto che (secondo chi se ne intende piu' di me) l'oro nuovo anche se sporcato non sara mai simile a quello antico.
Se qulcuno a dei consigli ben vengano.
Saluti .
Spedito da: samy, Marzo 9, 2006, 8:52pm; Replica: 1
sicuramente l'oro nuovo non sara mai simile a quello antico, pero` potrsti anche onsumarlo con una lana d`acciaio, e poi fare una patinatura....
Spedito da: pippo, Marzo 10, 2006, 1:26pm; Replica: 2
Grazie per il consiglio e gia' che ci sono ti chiedo un parere anche sulla patina.
La cornice viene dalla croazia , epoca 1700 circa e la doratura ha un colore molto freddo che tende al bronzo.
Con cosa posso patinarla?


grazie e saluti
Spedito da: Studio Restauro, Marzo 11, 2006, 6:34pm; Replica: 3
Credo che sia opportuno confrontarsi con il cliente, proponendo magari qualche alternativa.
Alcune mancanze posso essere integrate con la foglia, avendo cura di applicarla con la tecnica originale, "consumandola" con lana d'acciaio appunto, e invecchiandola con cere colorate; le foglie sono disponibili in commercio con tonalitą diverse e sarą opportuno scegliere gią quella che si avvicina di pił.
Se il manufatto ha un valore storico-artistico riconoscibile, l'intervento potrą modularsi con un taglio pił conservativo sulla base anche della destinazione d'uso dopo il restauro.
Le lacune potranno essere integrate a tempera con la selezione cromatica o semplicemente con un ritocco in tono a seconda anche della loro estensione.

Alessandro Bazzacco
Print page generated: Maggio 27, 2022, 1:59pm