Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Sicurezza per il restauro  /  Triangolo interattivo solventi e solubilità
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 20, 2006, 1:35pm
Cari tutti
questa volta debbo fare   il  "piazzista".
Nel sito dell'ICR (che io - ancora per poco - "animo") ho introdotto uno splendido lavoro (vedi a http://www.icr.beniculturali.it/progetti/trisolv/trisolv.html ) opera di
Maurizio Coladonato e Paolo Scarpitti (attendo ricompensa da loro per questa spudorata pubblicitம..)
Il lavoro licenziato sotto una licenza Creative Commons (in altre parole utilizzate pure ma rispettate i diritti di proprietࠩ.
Scopo del Triangolo di formulare miscele alternative ai solventi tossici e/o cancerogeni e di usare selettivamente i parametri di solubilit࠶erso le diverse sostanze naturali o sintetiche.
Vorrei sollecitare impressioni e obbbligherei autori a partecipare a questo forum.....
Spedito da: samy, Marzo 20, 2006, 6:04pm; Replica: 1
e` molto incompletto
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 21, 2006, 12:34am; Replica: 2
Se specifichi meglio (anche in inglese, se preferisci) il perche' penso sia utile per i progettisti.
Grazie
Spedito da: samy, Marzo 21, 2006, 7:23pm; Replica: 3
e` un po` strano ... forse non l`ho capito io bene..
per esempio.. come faccio una miscela che ha i parametri da ottenere: Fd=84 Fp=5.5 Fh=10,5  usando : Cicloesano; n-Butilacetato e acetone... come si fa` con il programma?

forse ho sbagliatto io e chiedo scusa
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 22, 2006, 9:17pm; Replica: 4
La proposta non e' un po' troppo  simile al triansol di Paolo Cremonesi? Immaginavo un'elaborazione di quest'ultimo dal tuo messaggio introduttivo.
Osservando il programma noto alcune diversita', ma l'idea in se non mi sembra cosi' nuova.
Mi interesserebbero maggiori chiarimenti.
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 23, 2006, 2:54am; Replica: 5
Non conosco questo strumento ma rigiro, senz'altro, l'osservazione ai miei compari.
Al Salone di Restauro di Ferrara ci saranno alcune dimostrazioni del prodotto. Sarebbe carino poterne discutere in quella circostanza  ;D.

"Nello Stand ICR sar� possibile seguire una dimostrazione dell�uso del TRIANGOLO INTERATTIVO DEI SOLVENTI E DELLE SOLUBILITA'  di Maurizio Coladonato e Paolo Scarpitti  i giorni: 30 e 31 marzo dalle ore 16.00 alle ore 18.00; il 01 aprile dalle ore 12.30 alle ore 14.30."
Spedito da: samy, Marzo 23, 2006, 6:52am; Replica: 6
ma il triansol di Paolo Cremonesi dove si trova? quello si usa da un po` di tempo.. pero` non l`ho trovo da nessuna parte su internet...
Spedito da: 119 (Guest), Marzo 23, 2006, 10:42pm; Replica: 7
Citato da samy
ma il triansol di Paolo Cremonesi dove si trova? quello si usa da un po` di tempo.. pero` non l`ho trovo da nessuna parte su internet...


Non credo che tu possa trovarlo su internet... per quel che so si puo' richiedere nei negozi di articoli e materiali per restauro...ed ha un costo non indifferente....
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 23, 2006, 11:34pm; Replica: 8
Il Solvent Solver di paolo cremonesi non si trova su internet. E' acquistabile presso gli autori (Cremonesi-Bortolotti) Giancarlo,  vorrei far  presente agli autori che oltre al Solvent solver (a pagamento) esiste gia' da tempo un'iniziativa americana molto simile  alla loro.
Il programma non ha libero accesso via internet, ma e' soggetto ad autorizzaziine da parte degli autori.  Ne cito parte dell'introduzione per dartene un'idea. Mi risulta sia uno dei primi lavori realizzati in questo ambito, ma non ho sufficienti elementi per confermarlo.

"This program is a tool for using the Teas fractional solubility parameter system in conservation applications.
  The program's calculations are based on Teas' model, which makes a number of assumptions and
  simplifications.  The solubility parameters that the program uses and calculates are approximations based
  on this model.  They are not physical constants (such as boiling point, density, etc.), and some solvents
  have different solubility parameters listed by various references.  The limitations of Teas' system should be
  considered when using this program and interpreting the results.  In particular, note that Teas' approach
  does not consider acid/base reactions, and it uses a simplified  treatment of hydrogen bonding.  Although
  water is included in the program's list of solvents, users are cautioned that Teas' model may not adequately
  describe the solvent and solubility behavior of water mixtures.  For more information please see the articles
  listed in the  References section.  Click the Help button on the next page for instructions."

Il lavoro delle eprsone che pubblicizzi e'  davvero molto apprezzabile ed e' certo la prima volta che vediamo in un sito italiano una utility simile, pero'  non sarebbe giusto, in quel contesto,  fare presente che ci sono stati anche dei  "predecessori"?  Personalmente uso questo sistema da quasi 10 anni e ogni nuova iniziativa di divulgazione mi sembra meritevole.
Spedito da: admin, Marzo 24, 2006, 5:21pm; Replica: 9
su internet ?

http://www.artandrestoration.com/Pdf2/162.pdf

http://www.brescianisrl.it/newsite/ita/stampa_prodotto.php?stampa=2549
Spedito da: samy, Marzo 24, 2006, 6:25pm; Replica: 10
ho capito... ma il triansol non c`e` l`ha nessuno?? lo vogilo anche io... senza comprarlo :P
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 25, 2006, 11:13am; Replica: 11
Attenzione.... Io del triangolo in se non sono in grado di esprimere una valutazione tecnica.
Ho colto l'occasione (come si dice ... per quanto di competenza) per proporre una cosa che mi pareva di alto livello e per invitare gli autori (al momento piuttosto incasinati e con i capelli, peraltro pochi, ritti) ad intervenire nel forum per diffondere lo strumento.
Maurizio mi ha promesso un intervento a breve. Sara' lui probabilmente a rispondere dal punto di vista dei contenuti.
Nel frattempo ri-sottolineo la loro (degli autori) presenza allo stand MiBAC (area ICR) per una serie di dimostrazioni.
Chi non li potesse incontrare di persona (non che ne valga la pena...:-)) trover� poi modo di intervenire e rendersi attivo su questo forum.
Io ho fatto da "convogliatore". E' un compito cui, peraltro, credo intensamente.

A Ferrara brinder�, in ogni caso, al mio ultimo periodo ICR.......
Spedito da: samy, Marzo 25, 2006, 7:22pm; Replica: 12
quanto dura la fiera a ferrara? io arrivo in italia il 5 aprile. sonno in tempo per la fiera???
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 25, 2006, 9:23pm; Replica: 13
Termina il 2.
Peccato !!
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Marzo 27, 2006, 8:18am; Replica: 14
Scusate, ma per piccoli problemi tecnici funger (solo questa volta...) da cicogna.
Questa una risposta  che, a quanto pare, non stato possibile spedire personalmente. Ma ritengo utile non far mancare questa voce....


Chi scrive Maurizio Coladonato, docente di chimica presso l'ICR e  il
collega Paolo Scarpitti, restauratore docente presso l'ICR, autori del
triangolo interattivo dei solventi.
Ci scusiamo sia del ritardo nel rispondere sia di non esserci ancora
iscritti ma veramente il tempo cos poco che questa risposta viene scritta
di domenica alle 21,30.
Leggendo i diversi interventi succedutesi nel forum  sorge il dubbio che
nessuno o pochi abbiano letto le "Note sul triangolo interattivo." allegate;
se ci dipende dalla scarsa visibilit dell'avviso vi prego di segnalarcelo,
provvediamo subito a rendere pi evidente il tutto.
E' importante leggere le "Note" sia perch vi si trova il percorso e la
"filosofia", sia perch sono spiegati i vantaggi e i limiti del prodotto.
Nasce da anni di docenza e di applicazione sui cantieri e nei laboratori di
restauro, dove specialmente nei tempi passati c'era veramente poca
attenzione all'igiene del lavoro.
Quindi il triangolo dei solventi uno strumento per tentare di sostituire i
solventi tossici e cancerogeni con miscele che abbiano gli stessi parametri
di solubilit; inoltre uno strumento "selettivo" nel senso che possibile
predeterminare i parametri di solubilit di miscele che siano in grado di
sciogliere alcune sostanze e non altre.
Sono state scelte tre classi di solventi, alcoli/chetoni/idrocarburi, sulla
base della tossicit, dei parametri di solubilit, della volatilit e
ritenzione e delle esperienze maturate: formulando miscele ternarie con i
solventi predefiniti all'interno di queste tre classi si coprono - anche se
in qualche caso parzialmente - le aree di solubilit di tutte le sostanze
organiche naturali e sintetiche che interessano il restauro.
Non ammesso l'uso di solventi diversi da quelli predefiniti.
Non simile al triansol di Paolo Cremonesi che conosciamo personalmente e
stimiamo, e comunque non nemmeno un'elaborazione, ma un lavoro originale
che nasce da esperienze personali, definite nel 1996 in un articolo comparso
su Materiali e Strutture - di F. Talarico e M. Coladonato, come
evidenziato sulle "Note" introduttive al triangolo interattivo. In questo
articolo, oltre alla descrizione della soluzione grafica per formulare
miscele con parametri di solubilit predefinita, viene introdotta la
soluzione matematica per lo stesso argomento. Tale soluzione matematica
alla base del programma del triangolo dei solventi interattivo.
Non sapevamo del "solvent solver" fino a un mese fa, quando abbiamo girato
su internet in previsione della pubblicazione del triangolo interattivo sul
sito ufficiale ICR, per essere certi che non esistesse nulla di simile in
giro; fino ad allora non c'era bisogno di altri programmi perch ci venivano
in soccorso la soluzione grafica o quella matematica elaborata nell'articolo
citato.
Ci sembra che il nostro sia un progetto "originale" anche per il suo
approccio "visuale", e quindi utile, tanto pi perch accessibile a tutti
con un semplice collegamento web.
Non c' ora il tempo per esaminare le approssimazioni e i limiti insiti nel
triangolo di Teas, che esistono; seguir, spero a breve e impegni
permettendo, un articolo sul bollettino ICR sul triangolo interattivo.

Maurizio Coladonato, docente di chimica ICR -  Paolo Scarpitti, restauratore
docente ICR
Spedito da: samy, Marzo 27, 2006, 3:49pm; Replica: 15
dove sono le "Note sul triangolo interattivo"? non le trovo.. veramente non le trovo
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 27, 2006, 5:58pm; Replica: 16
Ringrazio gli aautori per l'intervento e rispondo alla loro domanda sulle "note".  A mio giudizio  non  sono evidenziate nel modo migliore. Forse perche' ne siamo oramai tempestati in quasi ogni pagina web, scorrendo velocemente il programma ho  supposto che la casellina da spuntare fosse una sorta di nota informativa sulla privacy o simile e non mi sono soffermata  su di essa e mi sono limitata a selezionarla per  proseguire.  Forse potrebbe essere utile darle maggiore risalto impostando un sistema che ne "obblighi" almeno l'apertura del link prima  di proseguire. Spero questo commento possa esservi in qualche modo utile, preciso comunque che probabilmente se non avessi avuto nessuna idea dell'argomento trattato probabilmente io stessa avrei cliccato sul link.   Mi riprometto di visionarle  al pi� presto.  Rispetto alla valutazione sulla tossicit� la trovo ovviamente molto interessante e ringrazio caldamente i professionisti che vi hanno lavorato. Rispetto al programma proposto vorrei far presente  che la scelta di diffondere tali informazioni via web, attraverso un programma accessibile a tutti e gratuitamente, in italiano, risquote da parte mia un forte apprezzamento. Mi auguro che questa ed altre iniziative volte al miglioramento della qualit� del lavoro degli operatori del restauro, spesso un p� "trascurati" dalla diffusione su larga scala, possa ottenere il maggiore eco possibile.  Sono ansiosa di vedere gli ulteriori sviluppi .
Comunque per essere pi� precisa nei miei commenti mi riferiro anche a questo tipo di programma, oltre che al pi� semplice solvent solver,
http://palimpsest.stanford.edu/byauth/stavroudis/mcp/#downloads
negli stati uniti � molto utilizzato
Spedito da: samy, Marzo 28, 2006, 7:34am; Replica: 17
ci dai anche il codice di registrazione??
Spedito da: Jole Marcuccio, Marzo 28, 2006, 8:15am; Replica: 18
ll codice di registrazione te lo d stavroudis, devi scrivere all'indirizzo indicato.
Spedito da: Rossella Croce, Marzo 28, 2006, 8:58pm; Replica: 19
Testo citato
ho capito... ma il triansol non c`e` l`ha nessuno?? lo vogilo anche io... senza comprarlo  

La risposta di Jole come sempre corretta, invia a Chris una mail, in inglese, con i tuoi dati e il tuo curriculum, poi lui valuter se farti avere la pass di accesso. Ti chiederei per favore di non porre richieste come questa nel forum... senza alcuna offesa, ma non le ritengo  molto adatte. Come moderatore mi d'obbligo ricordarti che  la pirateria via web..oltre che sconveniente... reato!
Spedito da: samy, Marzo 29, 2006, 9:20am; Replica: 20
hai raggione, scusa.. non succedera piu`.

ho ricevuto il codice di accesso, e ora cerco di capire come funziona esattamente.
Spedito da: admin, Marzo 29, 2006, 3:36pm; Replica: 21
un (clap) a Rossella
Spedito da: samy, Marzo 30, 2006, 11:37am; Replica: 22
;D
Spedito da: mauriziocoladonato, Aprile 1, 2006, 12:20pm; Replica: 23
Rossella, grazie per l'apprezzamento e per il suggerimento di rendere pi visibile la parte delle Note sul triangolo interattivo, provvedermo quanto prima...
Mi scuso del ritardo nel rispondere ma sono impegnato a ferrara, da dove sto scrivendo.
Attendo altri rilievi e suggerimenti che sono sempre utili per migliorare la qualit del prodotto; anche qui alla fiera del restauro abbiamo ricevuto suggerimenti utili.
Ho avuto l'onore di conoscere personalmente l'amministratore del forum.
ciao

Citato da RossellaCroce
Chiedo venia, forse perch ne siamo oramai tempestati in quasi ogni pagina web, scorrendo velocemente il programma ho  supposto che la casellina da spuntare fosse una sorta di nota informativa sulla privacy o simile e non mi sono soffermata  su di essa e mi sono limitata a selezionarla per  proseguire.  Forse potrebbe essere utile darle maggiore risalto impostando un sistema che ne "obblighi" almeno l'apertura del link prima  di proseguire. Spero questo commento possa esservi in qualche modo utile, preciso comunque che probabilmente se non avessi avuto nessuna idea dell'argomento trattato probabilmente io stessa avrei cliccato sul link.   Mi riprometto di visionarle  al pi presto.  Rispetto alla valutazione sulla tossicit la trovo ovviamente molto interessante e ringrazio caldamente i professionisti che vi hanno lavorato. Rispetto al programma proposto vorrei far presente  che la scelta di diffondere tali informazioni via web, attraverso un programma accessibile a tutti e gratuitamente, in italiano, risquote da parte mia un forte apprezzamento. Mi auguro che questa ed altre iniziative volte al miglioramento della qualit del lavoro degli operatori del restauro, spesso un p "trascurati" dalla diffusione su larga scala, possa ottenere il maggiore eco possibile.  Sono ansiosa di vedere gli ulteriori sviluppi .
Comunque per essere pi precisa nei miei commenti mi riferiro anche a questo tipo di programma, oltre che al pi semplice solvent solver,
http://palimpsest.stanford.edu/byauth/stavroudis/mcp/#downloads
negli stati uniti molto utilizzato


Spedito da: mauriziocoladonato, Aprile 13, 2006, 10:10am; Replica: 24
Stiamo aggiornando il programma del triangolo interattivo dei solventi - home page  ICR/progetti nazionali - per aggiungere nuove aree di solubilit, nuovi solventi, per fornire una versione multilingue e per rendere pi evidenti le "Note sul triangolo interattivo dei solventi".
Prima di attuare la modifica sul sito ICR gradirei avere suggerimenti, se ci sono, in modo da apportare tutte le eventuali variazioni in una sola volta; non arrivato pi alcun commento dopo la replica del 4 aprile, forse la mia prima lunga lettera  ha inibito altri interventi? Spero proprio di no, non sono cos  cattivo, chi mi conosce lo sa...  

Maurizio Coladonato
Spedito da: Rossella Croce, Aprile 13, 2006, 7:30pm; Replica: 25
Da parte mia attendo le modifiche interessata, forse cosi anche per gli altri!
Spedito da: mauriziocoladonato, Maggio 6, 2006, 1:48pm; Replica: 26
Abbiamo terminato la versione in inglese del triangolo interattivo dei solventi e  l'implementazione delle liste dei solventi e delle aree di solubilit dei polimeri sintetici e naturali, accogliendo anche suggerimenti da parte di chi ha voluto, non attraverso il forum ma contattandoci direttamente, segnalarci alcune esigenze riguardo casi reali che noi siamo stati ben lieti di approfondire; nostra intenzione attraverso il forum e anche attraverso il siro ICR  esemplificare alcuni di questi casi per rendere pi chiaro l'uso del triangolo interattivo dei solventi e delle solubilit.
Purtroppo il nostro caro web-master Giancarlo Buzzanca non pi in ICR, quindi abbiamo perso un caro amico e un collega professionalmente indispensabile, ce ne rammarichiamo e gli inviamo i nostri pi cari saluti e auguri.
Questa assenza provocher, in attesa della designazione del sostituto, un ritardo che non sappiamo quantificare nell'aggiornamento del programma sul sito ICR, di questo ce ne scusiamo anche se non dipende da noi.
Almeno avremo pi tempo per eventuali suggerimenti e variazioni.

maurizio coladonato
Spedito da: Adamantio, Maggio 6, 2006, 5:39pm; Replica: 27
Anche io conosco ed uso il Solvent Solver e questa iniziativa ICR mi sembra splendida nel panorama nazionale ed internazionale!

Complimenti, concordo con chi prima di me e soprattutto con Rossella Croce sull'importanza di rendere accessibili e di facile utilizzazione questi importantissimi sistemi che permettono di orientarci in questa selva di solventi e di sostituire quelli pi pericolosi.

Ho provato ad andare sul sito ma mi si p inceppato il computer... possibile che il mio browser o la mia rete (un' obsoleta 56k) mi diano qualche problema...

chi sarebbe cos gentile da spiegarmi passo passo come si scarica questo programma?

Grazie a tutti
Spedito da: samy, Maggio 7, 2006, 10:54am; Replica: 28
mi sembra  che non si puo` scaricare.. si usa on`line
Spedito da: mauriziocoladonato, Maggio 8, 2006, 11:12am; Replica: 29
Caro Marco Nicola, ringraziamo per i complimenti, fanno sempre piacere; il programma non scaricabile ma usabile on-line, per possibile, una volta formulate le miscele di interesse, stampare la pagina; superato il numero di 9 miscele si pu azzerare tutto e ricominciare, se occorre, e quindi stampare di nuovo.
Non abbiamo reso scaricabile il programma per diversi motivi:
-     per non consentire modifiche alle impostazioni - quindi alla scelta dei solventi alternativi ai solventi pi tossici e cancerogeni - per invitare a sostituirli opportunamente almeno dal punto di vista tossicologico
-     per poter apportare le modifiche che riteniamo pi opportune senza doverci preoccupare delle varie versioni che si produrrebbero se il software fosse liberamente ascaricabile
-     inoltre, avendo scelto di non avere alcun beneficio economico dalla diffusione del programma, ci teniamo ad avere la soddisfazione della paternit riconosciuta di questo lavoro.

     
Due considerazioni pratiche, (altre verranno via via descritte in futuro):

- possibile formulare, per ogni solvente inserito nella lista presente sul triangolo interattivo, tre miscele a diverse velocit di evaporazione, selezionando preventivamente la volatilit della miscela; la media volatilit si ottiene andando sulla miscela a scelta e selezionando tra i solventi consentiti).
Si possono ottenere nella tabella tre miscele alternative alle 3 diverse volatilit per lo stesso solvente.
Ricordo che le miscele possono essere ottenute o cliccando sul solvente nellelenco o puntando con il mouse sulla zona di interesse sul triangolo e quindi ciccando sul quel punto.

- possibile, oltre alla formulazione dei solventi elencati nella lista presente, sostituire anche miscele efficaci ma contenenti solventi indesiderati; come? Ottenendo - per mezzo del metodo grafico o matematico o usando i diffusissimi programmi su internet la terna dei parametri di solubilit della miscela da sostituire; una volta ottenuti si pu, per mezzo del mouse, e dopo aver selezionato la volatilit della miscela alternativa, centrare i parametri di solubilit di interesse (al movimento del mouse si aggiornano dinamicamente i valori di Fd, Fp, Fh nelle tre caselle in alto a destra) e quindi cliccare su quel punto del triangolo interattivo.

Spero di essere stato chiaro, sono disponibile per eventuali dubbi o osservazioni
Spedito da: samy, Novembre 14, 2006, 12:30am; Replica: 30
e` possibile usare il trisolv anche offline???
Spedito da: mauriziocoladonato, Novembre 17, 2006, 10:16pm; Replica: 31
grazie per aver dato la possibilit di fornire un'informazione utile: una volta entrati nel programma "triangolo interattivo dei solventi e delle solubilit" attraverso il collegamento internet, ci si pu scollegare dalla rete e il programma sar attivo finch il computer non verr spento, quindi si pu usufruire del programma per ore anche solo con un brevissimo collegamento iniziale.
Spedito da: Rossella Croce, Novembre 20, 2006, 9:01pm; Replica: 32
Citato da mauriziocoladonato
grazie per aver dato la possibilit di fornire un'informazione utile: una volta entrati nel programma "triangolo interattivo dei solventi e delle solubilit" attraverso il collegamento internet, ci si pu scollegare dalla rete e il programma sar attivo finch il computer non verr spento, quindi si pu usufruire del programma per ore anche solo con un brevissimo collegamento iniziale.


Grazie  di averci fornito  questa precisazione
Spedito da: samy, Novembre 20, 2006, 9:17pm; Replica: 33
quindi non e` possibile salvarlo sul computer... volevo usarlo senza un collegamento a internet, per esempio con un laptop in un cantiere o qualcosa del genere.

grazie
Spedito da: mauriziocoladonato, Novembre 21, 2006, 6:13pm; Replica: 34
Non possiamo far altro, anche a nome del collega paolo Scarpitti, che ripetere quanto gi detto in una precedente risposta:


"Non abbiamo reso scaricabile il programma per diversi motivi:
-     per non consentire modifiche alle impostazioni - quindi alla scelta dei solventi alternativi ai solventi pi tossici e cancerogeni - per invitare a sostituirli opportunamente almeno dal punto di vista tossicologico
-     per poter apportare le modifiche che riteniamo pi opportune senza doverci preoccupare delle varie versioni che si produrrebbero se il software fosse liberamente scaricabile
-     inoltre, avendo scelto di non avere alcun beneficio economico dalla diffusione del programma, ci teniamo ad avere la soddisfazione della paternit riconosciuta di questo lavoro."

D'altra parte se ci si collega in rete con il portatile lo si pu portate acceso anche sul cantiere o in laboratorio e il programma "il triangolo interattivo..." sar accessibile fin quando il computer non verr spento.

In alternativa si possono formulare le miscele che si ritengono utili e stamparle (ricordando di impostare la pagina in orizzontale e di selezionare solo la pag. 2) o  salvare l'immagine triangolo e miscele selezionando da "file" in alto a sinistra, aprendo "stampa" e selezionando quindi un programma di immagini come "Microsoft Office Document Image Writer" anzich la stampante (ricordando sempre di impostare la pagina in orizzontale e di selezionare solo la pag. 2)

Tra poco uscir comunque la nuova versione, con importanti novit  che non anticipiamo, meglio avere in visione il programma aggiornato per poi entrare nei particolari.

maurizio coladonato e paolo scarpitti
Spedito da: samy, Novembre 22, 2006, 7:52pm; Replica: 35
grazie per la risposta.
Spedito da: Rossella Croce, Novembre 24, 2006, 10:49am; Replica: 36
Se mi posso permettere, vorrei esporre un mio dubbio e una mia considerazione. Riguardo al problema di utilizzare il programma solo on line,  troverei l' escamotage pproposto difficilmente fattibile.......In genere i cantieri di restauro  sono lontani dalla sede in cui abitualmente si vive, magari centinaia di km. Nella maggior parte dei casi si soggiorna in alberghi-appartamenti in affitto in cui l'uso di internet proibitivo o assente...
Credo che qusto esamotage  sia attuabile solo in un cantiere scuola o in laboratorio.....non in un vero e attivo ambito lavorativo cantieristico.
E' davvero un peccato che un sistema che ha come fine la sicurezza e la salute dei lavoratori venga concepito in modo da renderne infattibile l'utilizzo, proprio in quei contesti dove maggiormente se ne avrebbe la necessit, quale  i cantieri di restauro, che sono sicuramente il contesto pi a rischio nel compartimento del restauro.
Spedito da: samy, Novembre 27, 2006, 3:03pm; Replica: 37
seconde me si dovrebbe fare anche una versione che si puo` utilizzare off`line.. anche se qualcuno fa delle modifiche a suo rischio... ma quanti saranno cosi stupidi?
Spedito da: Giancarlo_Buzzanca (Guest), Novembre 28, 2006, 8:11am; Replica: 38
Cara Rossella, se posso ri-entrare nella questione, credo che il problema sia la messa a punto del sistema ed una comprensibile protezione (allo stato attuale) di un lavoro serio che va avanti da anni.
In privato potrei raccontare di una pubblicazione che riporta parte cospicua di un mio lavoro (assieme ad altre due restauratrici)  con, a dire il vero, una generica dichiarazione di ringraziamento nelle pagine iniziali. Ottenemmo almeno una copia gratis perch nello stand dell'editore dicemmo al funzionario commerciale di turno... "Siamo i coautori......". Ma oltre questa battuta non andammo.
Il tema mi pare delicato e   sicuramente occorre ragionare in questa direzione, la formula di protezione/distribuzione del copyright del Creative Commons mi parrebbe la pi idonea.
La propriet scientifica dello strumento  (questo come altri) deve essere comunque rispettata e deve essere fatta rispettare. Questo secondo aspetto, credo, sia quello su cui bisogna ancora lavorare tanto.
Spedito da: Rossella Croce, Novembre 28, 2006, 1:12pm; Replica: 39
Comprendo benissimo la situazione, e mi sembra pi che giusto che ci non venga attuato adesso che  il prodotto non completo. Non sono nelle condizioni di proporre o valutare sistemi  di protezione adeguati, posso  in questa direzione   Sicuramente la risoluzione di questi problemi fondamentale  per un'auspicabile massima diffusione di uno strumento  che riguarda direttamente la tutela salute della salute,
Un sistema di password a tempo, ad esempio  con accesso off line di  tot ore potrebbe risolvere in parte questo problema?
Spedito da: mauriziocoladonato, Dicembre 13, 2006, 2:06pm; Replica: 40
E USCITA UNA VERSIONE AGGIORNATA DEL TRIANGOLO INTERATTIVO DEI SOLVENTI E DELLE SOLUBILITA.

LE NOVITA:


E STATA AGGIUNTA PER UNIVOCITA' LA NOMENCLATURA IUPAC AI SINGOLI SOLVENTI  

SONO STATE AGGIUNTE NUOVE AREE DI SOLUBILITA NEL MENU A DISCESA DELLE AREE  PER UNA MAGGIORE SELETTIVITA, AD ES. PER FAR RICADERE  LA MISCELA ALTERNATIVA FUORI O DENTRO LA NUOVA AREA (CLICCANDO SUL TRIANGOLO  O IMPOSTANDO LE PERCENTUALI DEI COMPONENTI A, B, C)

E POSSIBILE CANCELLARE A PIACERE UNA MISCELA CHE NON INTERESSA  O RICHIAMARE LA MISCELA CANCELLATA

LA CALCOLATRICE PERMETTE DI OTTENERE I PARAMETRI DI SOLUBILITA DI MISCELE A SCELTA.
ANCHE SE IL VOLUME FINALE NON E PARI A 100, VIENE AUTOMATICAMENTE CALCOLATA LA PERCENTUALE DEI SINGOLI COMPONENTI.
MEDIANTE IL TASTO VISUALIZZA SI EVIDENZIA SUL TRIANGOLO LA MISCELA A SCELTA  E SI OTTIENE AUTOMATICAMENTE IN TABELLA UNA MISCELA ALTERNATIVA SE I PARAMETRI DI SOLUBILITA RICADONO ALLINTERNO DEL TRIANGOLO ABC (SE ATTIVATA UNA VOLATILITA)

E POSSIBILE AGGIUNGERE NUOVE  TABELLE UNA VOLTA RIEMPITA QUELLA CORRENTE E RICHIAMARE SEMPRE LE PRECEDENTI

SI RICORDA INFINE CHE LA POSSIBILITA DI OTTENERE  I VOLUMI DEI COMPONENTI DELLE MISCELE ALTERNATIVE, - DATO IL VOLUME FINALE DESIDERATO - E STATA PENSATA SIA PER OVVIARE AD EVENTUALI DIFFICOLTA DI CALCOLO SIA PER MINIMIZZARE E OTTIMIZZARE - DA UN PUNTO DI VISTA ECONOMICO, DI CONTAMINAZIONE PERSONALE E DI INQUINAMENTO AMBIENTALE  (IMMAGAZZINAMENTO, RACCOLTA E  SMALITIMENTO RIFIUTI) - LE QUANTITA IMPIEGATE.



MAURIZIO COLADONATO E PAOLO SCARPITTI





Spedito da: Rossella Croce, Dicembre 13, 2006, 8:36pm; Replica: 41
la ringrazio vivamente per l'aggiornamento
Spedito da: mauriziocoladonato, Aprile 4, 2007, 5:10pm; Replica: 42
Vi informo che è stato aggiornato sul sito ICR (attualmente in ristrutturazione, quindi sono possibili "blackout" occasionali) il programma del "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilità", in versione multilingue.

http://www.icr.beniculturali.it/Progetti/trisolv/TriSolv.html

Inoltre sono state aggiunte alcune sostanze segnalate da colleghi restauratori nell'elenco dei solventi da sostituire, un'area di solubilità, altre piccole accortezze tecniche e 2 test di solubilità (già inseriti nelle note) nelle tabelle 1 e 2.

E' ancora irrisolto il problema posto dalla esigenza di alcuni della completa disponibilità del programma, stiamo cercando una soluzione che però non risulta semplice nel rispetto delle legittime esigenze degli autori; vediamo che cosa si potrà fare.

In ogni caso, come già scritto, una volta preparate le tabelle con le miscele alternative ai solventi, queste si possono stampare o salvare come file immagine; è possibile così ottenere un database sempre consultabile.

Si può anche mettere il portatile in modalità sospensione dopo aver effettuato il collegamento: il programma sarà sempre attivo fin quando il computer non verrà definitivamente spento.

Ancora una volta sono disposizione per qualsiasi dubbio, suggerimento, considerazione.

Auguro buon lavoro e buona pasqua a tutti

maurizio coladonato
Spedito da: Rossella Croce, Aprile 4, 2007, 9:25pm; Replica: 43
come sempre la ringraziamo per l'aggiornamento
Spedito da: mauriziocoladonato, Maggio 4, 2007, 11:42am; Replica: 44
Approfitto dell'occasione, visto che l'argomento è stato spostato nella sezione sicurezza, per segnalare i lucidi delle lezioni del sottoscritto presso l'ICR riguardanti il Rischio chimico nel restauro (il link è presente anche in: "Note sul triangolo interattivo dei solventi e delle solubilita":
http://www.icr.beniculturali.it/Finalita/Altri/rischiochimico.htm
maurizio coladonato
Spedito da: admin, Ottobre 18, 2007, 7:16am; Replica: 45
Inavvertitamente questo topic era stato spostato in una sezione riservata ai moderatori.
Ritorna visibile a tutti.
Ci scusiamo con gli utenti.
Spedito da: mauriziocoladonato, Ottobre 19, 2007, 9:15am; Replica: 46
Verranno aggiunte alle aree di solubilità in elenco nel "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilità" nuove aree di polimeri sintetici,  in collaborazione con Leonardo Borgioli. Appena sarà aggiornato il programma nel sito dell'ICR ne sarà data notizia.
saluti
maurizio coladonato
Spedito da: mauriziocoladonato, Ottobre 6, 2008, 9:53am; Replica: 47
E' di nuovo attivo sul sito dell'ISCR (ex ICR) - http://iscr.beniculturali.it/ - il programma del "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilit", che ora permette di attivare contemporaneamente due aree dalla lista delle aree di solubilit; inoltre stata aggiunta l'area di solubilit dell'Aquazol,  su dati forniti da Leonardo Borgioli, al quale vanno i nostri ringraziamenti.


saluti
maurizio coladonato
Spedito da: admin, Ottobre 6, 2008, 12:14pm; Replica: 48
L'indirizzo il seguente:
http://iscr.beniculturali.it/flash/progetti/TriSolv/TriSolv.html
Spedito da: mauriziocoladonato, Gennaio 27, 2009, 11:31am; Replica: 49
Segnalo l'aggiornamento dei lucidi delle lezioni ISCR sul rischio chimico al seguente indirizzo: http://www.iscr.beniculturali.it/images/stories/file/TriSolv/doc/rischio_chimico.pdf

saluti

maurizio coladonato
Spedito da: mauriziocoladonato, Marzo 19, 2009, 12:03pm; Replica: 50
Il link sulle dispense ICR "Rischio chimico nel laboratorio e nel cantiere di restauro" ora e si trova nella stessa pagina iniziale del "Triangolo interattivo dei solventi e delle solubilit"

ecco i due indirizzi:


http://iscr.beniculturali.it/flash/progetti/TriSolv/TriSolv.html

http://iscr.beniculturali.it/images/stories/file/TriSolv/doc/rischio_chimico.pdf

saluti
maurizio coladonato
Spedito da: mauriziocoladonato, Settembre 21, 2009, 3:15pm; Replica: 51
Con preghiera di diffusione:

A partire da novembre 2009, ogni 3^ settimana del mese, lISCR (ex ICR) replicher dei seminari rivolti ai restauratori su:

IL RISCHIO CHIMICO NEL RESTAURO DA SOLVENTI ORGANICI: FORMULAZIONE DI MISCELE ALTERNATIVE E CONFRONTO CON I SISTEMI ACQUOSI

The third week of each month - starting from November 2009 - the ISCR will organize a cycle of seminars on:

THE CHEMICAL RISK WITH ORGANIC SOLVENTS IN RESTORATION: FORMULATION OF ALTERNATIVE MIXTURES AND COMPARISON WITH AQUEOUS SYSTEMS

Il programma disponibile sul sito dellISCR al seguente indirizzo:http://iscr.beniculturali.it/index.php?option=com_content&task=view&id=213&Itemid=34

Oppure, sulla home page dellISCR: http://iscr.beniculturali.it/, seguendo il percorso:
Formazione
Corsi di perfezionamento


grazie

maurizio coladonato
Print page generated: Settembre 26, 2020, 5:04am