Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Materiali lapidei naturali ed artificiali  /  sabbiatura a bassa pressione
Spedito da: Gianluca Ottone, Aprile 29, 2007, 12:55pm
Salve a tutti,
mi è stata commissionata la pulizia di una muretta+copertina+6 pilastrini realizzati in blocchi di pietra serena a spacco, l'oggetto non ha interesse storico-artistico. La superficie presenta i comuni segni di degrado caratteristici: poca esfoliazione in aree circoscritte, molto muschio ed estese macchie nerastre; no polverizzazione. Ho programmato un intervento di sabbiatura a bassa pressione con una Protech Micrajet 8, alla quale, essendo l'intervento in abitazione civile, non posso collegare un compressore con potenza superiore ai 2.2 o 2.5 kW. La pressione all'ugello (3mm) che posso raggiungere non sarà quindi superiore ai 3 bar.
Con queste condizioni, chi è in grado di consigliarmi: inerte, granulometria, pressione e quantità di inerte nell'aria del getto? Quale trattamento protettivo consigliate per la pietra serena? (senza ovviamente lasciare effetto lucido, o cambiamento di colore)
grazie, Gianluca Ottone
Spedito da: Wolfgang Neustadt, Maggio 10, 2007, 1:24pm; Replica: 1
Non è facile rispondere. Perché si tratta pure di un appalto non tutelato, in quanto si pone allora ancora il problema base di una certa delicatezza, non ho capito.
Le alternative certamente sono chiare: vapore a pressione (basso prezzo), JOS (sabbiatura a rotazione, secco o umido), sabbiatura criogenica.
Spedito da: eadg, Giugno 12, 2007, 6:09pm; Replica: 2
Conosco la Micrajet 8, esiste anche la 8VR ma nel suo caso non è necessaria.
Con l'ugello da 3 mm e il compressore da 2,2 Kw non potrà raggiungere pressioni elevate, ma stando fra i 2 e i 3 bar sicuramente non farà danni e otterrà un buon risultato. L'inerte che consiglio è il corindone ossido di alluminio in granulometrie che vanno dai 100 ai 150 mesh (0,152 0,104 mm) .
Print page generated: Aprile 5, 2020, 8:35pm