Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Materiali lapidei naturali ed artificiali  /  restauro della pietra
Spedito da: Pasko, Maggio 11, 2007, 9:21pm
Ciao a tutti
Scusate se ho messo il post nella sezione sbagliata.Ho cercato simili argomenti al forum, ma da nessuna parte ho trovato riferimenti alle pietre che stanno in riva al mare.
Questa è la foto di un muretto vecchio 200 anni in fase di ristrutturazione.
Al posto di otturare i buchi hanno tagliato grosse parti di pietra che sostituiranno con la pietra nuova. A me mi sembra una tecnica del tutto sbagliata.

Un amico ha confermato il mio dubbio con questa spiegazione: Se metti dentro una pietra simile ma non identica il calore e il freddo fanno dilatare i due pezzi in maniera differente.
Gli impasti che imitano la pietra sono molto più elastici


Grazie per le eventuali risposte  :)
Spedito da: Edgardo Pinto Guerra, Maggio 12, 2007, 7:52am; Replica: 1
Caro Pasko - L'argomento è interessante e siamo contenti di essere letti in Ungheria ma . . . . .  prima di poter partecipare, ti prego di registrati compiutamente con nome cognome ecc. . . .  come da regole del Forum. Altrimenti il tuo messaggio verrà oscurato.
La Sezione dove hai messo il post va bene, andava bene anche la Sezione danni da sali, visto che tali sono.
Grazie
Spedito da: Pasko, Maggio 12, 2007, 8:12am; Replica: 2
Grazie per la risposta. Io provengo da Spalato. In questi giorni è stato terminata “riqualificazione” di Riva in un modo orribile. Gli spalatini sono costernati per tale scempio.  Questo muretto risale ai tempi di governato francese. Il progetto originario prevedeva la sua  completa demolizione  e costruzione di una scalinata che per fortuna, dopo le proteste dei cittadini, i conservatori hanno bloccato. A me e a molti spalatini questo modo di restaurare vecchio muretto non sembra opportuno e stiamo cercando le informazioni dagli esperti stranieri.  

Spedito da: Pasko, Maggio 12, 2007, 10:22am; Replica: 3
Vorrei precisare che i danni non sono procurati dal sale, ma dalla usura. Per quasi due secoli il muretto e stato utilizzato per attracco delle navi.  

Spedito da: vincenzo, Maggio 13, 2007, 11:19am; Replica: 4
Buon giorno.

Ha parlato di un impasto che imita la pietra (i nuovi blocchi applicati):di cosa si tratta?
Tradizionalmente invece, la pietra che usate a Spalato di che tipo è?
Dovrebbe essere calcarea o sbaglio?
Come sono stati applicati i nuovi blocchi?

Grazie
Spedito da: Pasko, Maggio 13, 2007, 5:42pm; Replica: 5
Purtroppo non so rispondere a tutte queste domande.
La pietra vecchia (calcarea) sarà sostituita dalla nuova, presumo di simili caratteristiche.
Quello che m’interessa sapere se restauro fatto così è la migliore soluzione.
Spedito da: admin, Maggio 13, 2007, 7:13pm; Replica: 6
Se i danni erano tali da non consentire altra scelta, direi di sì.
La sostituzione di elementi privi di apparati decorativi non rappresenta un'operazione scandalosa.
Tuttavia, senza foto che ritraggono la pre-esistenza non è facile giudicare.
Spedito da: Architer, Giugno 6, 2007, 6:52pm; Replica: 7
Non é detto, che sia la soluzione migliore, é sicuramente una soluzione, comunque conservativa, a suo modo.
Se il muro di delimitazione del molo, di cui parli, non ha più attualmente, nessun utilizzo funzionale (attracco delle barche), e quindi, non sono rischieste prestazioni funzionali, forse si potrebbe semplicemente ripriostinare i fori e le tracce delle mancanze con una buona malta di calce, non tagliando e sostituendo la vecchia materia.
Certamente é un intervento meno duraturo, che andrebbe periodicamente rifatto, soprattutto se in riva al mare, ma lascerebbe l'integrità massima della materia.

Print page generated: Ottobre 20, 2020, 9:54pm