Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Sicurezza per il restauro  /  Censimento allergie professionali
Poll Data Not Available with Printable Version
Spedito da: Rossella Croce, Luglio 13, 2007, 8:11pm
IMPORTANTE!  IL SONDAGGIO CONSENTE UN SOLO VOTO PER UTENTE, MA E' STATA ATTIVATA L'OPZIONE RISPOSTA MULTIPLA
(Gli utenti potranno quindi selezionare piu' risposte)

L'associazione Forum restauro e conservazione promuove questo  importante censimento, al fine di identificare meglio l'incidenza delle allergie professionali nel settore del restauro.  

Perche' il sondaggio risulti attendibile, e' importante che il voto sia espresso facendo riferimento ad episodi  allergici certi o  ad episodi di minore entita', ma  ricorrenti e chiaramente riconducibili  all'utilizzo di uno specifico allergene.
E' molto importante anche che venga selezionata l'opzione "no".
Si specifica inoltre che  l'accorpamento forzato di alcuni allergenizzanti e' dovuta al numero limitato di voci inseribili nei nostri sondaggi Si pregano quindi gli utenti di specificare sempre nel topic di cosa si sta esattamente parlando quando viene selezionata una opzione relativa ad un accorpamento.


Si ricorda che l'utilizzo dei dati statistici qui raccolti  da parte degli utenti, e' possibile tramite  segnalazione all'Associazione nella persona del moderatore della sezione e soggetta a impegno dell'utente a citare chiaramente nell'eventuale pubblicazione l'associazione, la sezione coinvolta, il moderatore promotore/realizzatore del sondaggio ed il link di quest'ultimo.

L'utente dovra' inoltre esporre chiaramente le modalita' di raccolta dati, non omettendo, per rigore scientifico,  anche i limiti che questo tipo di sondaggio comporta quali, ad esempio, l'impossibilita' di correlare i dati a specifiche patologie, al numero di esposizioni o alla gravita' dell'evento.

Al termine del sondaggio, il moderatore provvedera' alla realizzazione di un elaborato informatico approfondito sul tema trattato che verra' fornito a coloro che ne fanno richiesta.


Chiunque volesse condividere la sua personale esperienza può riportarla qui di seguito
Grazie a tutti per la collaborazione.
Spedito da: Adamantio, Luglio 14, 2007, 5:43am; Replica: 1
Entrambi i sondaggi sono molto interessanti.
Fortunatamente non ho mai manifestato sintomi di allergie o di malattie professionali ma conosco diverse persone che ne sono state colpite.
Invito tutti a prendere parte al sondaggio.
Spedito da: stefano_qi, Luglio 15, 2007, 10:20pm; Replica: 2
Ciao, interessante il sondaggio e credo sia piuttosto utile a chi si occupa di medicina del lavoro e simili, importante allo scopo di redigere una casistica sulle sensibilizzazioni acquisite nel tempo. Penso sarebbe molto utile, anche se credo quasi impossibile da fare qui, estendere il sondaggio inserendo non solo la tipologia ma anche il nome dei solventi; ciò potrebbe dare indicazioni anche sull'utilizzo di alcune sostanze a rischio tuttora impiegate nel restauro (v. butilammina, dimetilformammide ecc.. ) ed anche quelle meno pericolose.
Spedito da: Rossella Croce, Luglio 16, 2007, 3:19am; Replica: 3
Caro Stefano, questi che vedi sono  sondaggi preliminari che ho inserito nel forum come base iniziale. Ho già predisposto, tempo fa, delle vere schede di anamnesi che ho utilizzato per redarre  statistiche che sono state utilizzate in un mio studio presentato a Inail. Come tu stesso hai immaginato, sono troppo complesse per essere poste sotto forma di sondaggio, ma questo non implica che si stiano cercando/studiando attivamente altre vie per farlo.  I sondaggi vanno interpretati come uno screening iniziale,considerndo, però, che lecategorie proposte non sono affatto casuali, mabasate su dati e studi già eseguiti.
Riguardo ai solventi, bisogna distinguere bene tra allergia e malattia professionale.
Sono molti i solventi tossici che hanno come organo bersaglio varie e diverse parti del corpo umano e che possono provocare un'infinità di malattie professionali.  Sono relativamente pochi, invece,  i solventi allergizzanti usati nel restauro, un pò  di più quelli sensibilizzanti.  Ti ringrazio moltissimo per l'interesse dimostrato
Spedito da: didi, Luglio 22, 2007, 10:03pm; Replica: 4
grazie Rossella,spero vivamente che questi argomenti vengano affrontati non solo da chi si occupa di "medicina del lavoro o simili" ma sopprattutto dai tecnici che spesso sottovalutano le conseguenze.ciò chestai facendo è utilissimo.....
Print page generated: Agosto 6, 2020, 1:19pm