Print Topic - Archive

Forum Restauro e Conservazione  /  Materiali lapidei naturali ed artificiali  /  conservazione pitture murali esterne?
Spedito da: silvia_restaura, Novembre 8, 2007, 12:29pm
Buongiorno! Vorrei chiedere un consiglio su che materiali utilizzare per la conservazione di pitture murali che si trovano in una comunità montana, all'esterno di case in sasso. Non possono essere asportate, la comunità le vuole fisse dove sono, nonostante siano fortemente soggette alle intemperie (e molto rovinate, scolorite, porose).  Non sono affreschi, sono pitture degli anni '50-'70 del Novecento eseguite a secco, anche se non ho ancora potuto osservare da vicino che tipologia di colore sia stato usato (forse l'acrilico). Ho provato a fare una ricerca nei messaggi passati ma temo di non aver trovato nulla! Qualsiasi suggerimento mi sarebbe utilissimo, grazie. :)
Spedito da: eadg, Novembre 10, 2007, 10:54pm; Replica: 1
E' forse opportuno capire meglio di che tipo di tecnica si stà parlando. Il sistema di consolidamento può cambiare a seconda che ci si trovi con acrilico, calce a secco, tempera, ecc.
Tra l'altro l'intervallo temporale è curioso perchè (spesso) esiste molta differenza sia stilistica che di tecnica esecutiva fra queste annate.
Se può fornire foto o maggiori dettagli molto volentieri proseguirei il dibattito su questo tema. saluti.
Spedito da: silvia_restaura, Novembre 11, 2007, 11:30am; Replica: 2
Purtroppo devo ancora esaminarle da vicino ma lo farò quanto prima... E' vero che lo spazio temporale è particolare ma sono tutte opere dello stesso artista, opere alle quali finora ho sentito il riferimento generico di "affreschi" (ma l'artista non usava tale tecnica, pare).  Questa settimana vedrò di fare qualche ricerca in più e se possibile fotografarle... grazie della disponibilità!
Spedito da: silvia_restaura, Novembre 12, 2007, 10:04am; Replica: 3
Ho avuto notizie sulla tecnica usata dall'artista: dipingeva su uno strato di normalissimo intonaco asciutto, con colori da imbianchino, colori industriali da muro, probabilmente addizionati di qualche collante... di più non si può sapere senza esami chimici (che non si faranno).
Molti di questi riquadri sono sbiaditi al punto da quasi sparire, altri sono sopravvissuti bene... l'importante ora è trovare un qualche metodo per conservare ciò che resta, tenendo conto che sono in pareti esterne di case di montagna...
Attendo speranzosa qualche consiglio. :)
Spedito da: angelo ingrasci, Novembre 12, 2007, 1:24pm; Replica: 4
Ciao ,Silvia.Io proverei con un fissativo a  solvente: Il fissativo a solvente si usava nelle pitture delle facciate molto deboli. Questo prodotto ha il potere di consolidare la polverosità delle pittura .logicamente prima di iniziare il restauro fai una piccola prova. Ciao......
Spedito da: silvia_restaura, Novembre 12, 2007, 2:37pm; Replica: 5
Grazie...! Farò delle prove e vi terrò aggiornati, anche perchè potrei fare prove con varie sostanze essendoci dei riquadri quasi completamente sbiaditi e irrecuperabili, pittoricamente parlando.  Spererei di postare anche delle foto, appena riesco a toccare con mano le pitture...
8)
Print page generated: Aprile 5, 2020, 7:20pm